X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Oasis: a partire dal 19 maggio lo storico Definitely Maybe ci farà tornare alla Mod London

16/05/2014 18:01
Oasis partire dal 19 maggio lo storico Definitely Maybe ci farà tornare alla Mod London

Gli Oasis tornano postumi con una riedizione del loro celebre disco d'esordio, "Definitely Maybe", per l'occasione anche in vinile. Grande attesa per il disco, pubblicato 20 anni fa, che seppe bruciare oltre 5 milioni di copie nei primi mesi. Nonostante le richieste nessuna reunion dopo la scissione definitiva avvenuta nel 2009, cui hanno fatto seguito i progetti solisti dei fratelli Gallagher

Gli Oasis sono stati, insieme ai Blur, gli alfieri del britpop che ha vissuto il suo periodo di apogeo negli anni novanta. E' stata una corrente impetuosa quanto effimera, con chiari richiami al mondo mod e alla tradizione pop dell'Inghilterra anni sessanta, con in Beatles in qualità di punto di riferimento per eccellenza. A distanza di venti anni alcune pietre miliari sono ancora lì a testimoniare l'influenza che questo stile musicale ha avuto per molti gruppi a venire.

Il disco d'esordio degli Oasis, "Definitely Maybe", è uno di quegli album che si possono solo amare oppure odiare, quasi un libretto di istruzioni capace di dettare i cardini di un nuovo genere. Rilasciato il 30 agosto 1994, è stato un grande successo di pubblico portandosi a casa 5 milioni di copie in un batter d'occhio. In occasione del ventennale, il 19 maggio verrà rilasciata un'edizione celebrativa sotto forma di CD standard, copia scaricabile negli e-store, cofanetto di 3 CD e persino in vinile, quest'ultima al prezzo di 27,71 Euro.

Manchester. Gli Oasis si sono formati nel 1991 a Manchester, capitale mondiale del rock britannico, per iniziativa del cantante Liam Gallagher, dei chitarristi Noel Gallagher e Paul Arthurs, del bassista Paul McGuigan e del batterista Tony McCarroll. Tre anni dopo l'album di debutto che ha aperto nuovi squarci nelle prospettive musicali d'Oltremanica e dell'intera Europa.

Live Forever. Un disco divenuto ben presto cult con hit come "Supersonic" e "Live Forever", inni a una Londra non più in odor di Carnaby Street ma ancora capace di essere il baricentro mondiale delle aspirazioni e delle emozioni di una generazione. "Forse non diventerò mai le cose che voglio essere, ma non è il momento di piangere, è il momento di scoprire perché, credo che io e te siamo la stessa cosa e vediamo cose che gli altri non vedono, vivremo per sempre."

Reunion. Nonostante i momenti di gloria che "Definitely Maybe" riporta a galla, non ci sarà alcuna reunion per l'occasione, nemmeno temporaneamente. I burrascosi litigi tra i due fratelli Gallagher, con tanto di reciproche costole incrinate e setti nasali deviati, hanno portato infatti alla (per ora) definitiva separazione nel 2009. I fan ci speravano ma pare proprio che le strade dei due fratelli di Manchester resteranno separate: Noel con gli "High Flying Birds" e Liam con i "Beady Eye".

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Noel Gallagher,



 
Galleria fotografica
Da non perdere






Ultime news
Recensioni