X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione del film In viaggio con Jacqueline

22/03/2017 07:30
Recensione del film In viaggio con Jacqueline

In viaggio con Jacqueline è il film commedia francese di Mohamed Hamidi

In viaggio con Jacqueline (“La vache” e “One Man and His Cow” in inglese) è il film commedia francese di Mohamed Hamidi. Nel cast ci sono Fatsah Bouyahmed, Lambert Wilson, Jamel Debbouze, Christian Ameri.

Fatah è un modesto contadino algerino che non ha mai lasciato la sua campagna. Vive con la mucca Jacqueline, il sogno è portarla alla fiera agricola di Parigi. Quando riceve l’invito di recarsi nella capitale si fa prestare i soldi dagli abitanti del villaggio per realizzare il viaggio, saluta la moglie Naima e le sue due figlie e con la mucca prende la nave per Marsiglia.

Non c’è molto da aggiungere su questa trama, tranne il fatto che dalla Francia arrivano delle commedie spesso esilaranti che poi vengono adattate in remake. “Benvenuti al Sud” (2010) è stato adattato da “Bienvenue chez les Ch’tis" (2008). “Quasi amici” (2011) è divenuto in Argentina “Inseparables” (leggi la recensione). Occorre poi considerare “Alibi.com”, commedia sull’infedeltà amorosa coperta dall’alibi, in queste settimane alle prime posizioni della classifica francese. “Patients”, dove un uomo giunge in un centro di riabilitazione dopo un incidente e socializza con tetraplegici, paraplegici: l’ironia è inserita in contesti drammatici.

E sono sempre gli impedimenti fisici ad essere il motore della trama in “La famiglia Bélier” (2014):  qui l’adolescente Paula cresce in una famiglia con i genitori muti, vuole intraprendere gli studi di canto ma teme di lasciare la fattoria. In “Quasi amici” il ricco Philippe è tetraplegico : il film ha incassato al mondo 426.6 milioni di dollari.

In “In viaggio con Jacqueline” questi impedimenti fisici tendono a protrarsi, come il viaggio prima in nave, poi per terra. E non raggiungono certamente l’ironia de “La famiglia Bélier”, tendendo a diluire una trama molto esile.

Il contadino Fatah finisce in una festa paesana, in cui con un gioco di magia si fa scomparire Jacqueline. Canta “I Will Survive”: l’uscita di Fatah non è solo geografica, dal momento che non si mai sposato dal suo paese, ma anche caratteriale. E quando al suo paese algerino e mussulmano giungono le foto via internet della sue bravate in territorio franco, la reazione di Naima è negativa.

Un ruolo fondamentale lo occupa Philippe (Wilson), incontrato durante il tragitto e che cerca di ricondurre Fatah alla razionalità. È lui che poi lo aiuta a scrivere una lettera per Naima, offesa per le foto “scabrose”. E che lo aiuterà quando finirà in carcere.

Ma in tempi di profluvio di fantascienza, di vicende prossime a Marte, film realizzati con budget da King Kong, sapere che una commedia ha come protagonista una mucca ottenendo un incasso complessivo di 9.2 milioni di dollari fa comprendere che il pubblico cerca anche tematiche ormai desuete, che restano fuori dalla quotidianità cittadina.

Ne “In viaggio con Jacqueline” c’è stata anche attenzione per la scelta della mucca: “non potevo portare la stessa mucca dall’Africa in Francia e viceversa”, ha detto il regista, che si è occupato di problemi inerenti l’interazione razziale. In Marocco si è trovata una vacca di razza Tarentaise, e per le due gemelle francesi si sono provinate 300 mucche, con un periodo di training vicino Fontainebleau.

Di ambientazione simile - e protagoniste - c’è “La vacca e il prigioniero” (1959) di Henri Verneuil; per il road movie recente, “Little Miss Sunshine” e “Una storia vera” di David Lynch. Ma qui emerge sopratutto una semplicità contadina che è raro ritrovare al cinema, e che già da sola - in epoca di esibizionismo social - crea ilarità.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

L'amore ai tempi di Hollywood, tra gossip, scandali e divorzi

In termini di gossip hollywoodiano, il 2016 è stato segnato dal divorzio tra Johnny Depp e Amber Heard, una vicenda dai risvolti piuttosto spiacevoli visto che la Heard ha addotto, tra i motivi della separazione, il fatto che l’ex-marito fosse un tipo violento a causa soprattutto dei suoi problemi di alcolismo. Oggi la storia sembra es...

 

Inferno, il film con Tom Hanks dal libro di Dan Brown è su SkyCinema e NowTv

Inferno, il film tratto dal romanzo di Dan Brown arriva in televisione si Sky Cinema e NowTv, dal 10 luglio. Il film - che ha incassato 220 milioni di dollari - sarà anche preceduto dalla messa in onda di due film tratti sempre dai romanzi dello scrittore di Exeter. Il 2 luglio è trasmesso “Il Codice Da Vinci”, in cui il ...

 

Nicole Kidman, due libri raccontano l'attrice che compie 50 anni

Nicole Kidman, l’attrice di Honolulu oggi compie 50 anni. In una recente intervista a “E! News” ha detto che non organizzerà una festa sfarzosa, bensì sarà circondata dalla sua famiglia: "Voglio uscire con mio marito, i miei figli e mia sorella”. Essendo di pigne australiana, ha affermato che è g...

 

Alexandra Daddario, è l'imponente Costance nel nuovo film 'Abbiamo sempre vissuto nel castello'

Alexandra Daddario, una delle attrici più versatili nella recente cinematografia di Hollywood dopo l’obsoleto “Baywatch” sarà in un film completamento diverso. “We Have Always Lived in the Castle” è il titolo, diretto da Stacie Passon e interpretato anche da Sebastian Stan, Taissa Farmiga e Crispi...

 

10 attori che hanno perso la vita sul set

Quando si parla di professioni pericolose, il pensiero di solito corre ai muratori intenti a camminare in equilibrio a decine di metri da terra o a giornalisti e medici che lavorano in zone di guerra, non di certo al cinema o alla televisione. Invece, anche in un mondo apparentemente dorato, si celano storie davvero macabre di persone che hanno tro...

 

Film più visti della settimana, 'Cars 3' scalza dalla classifica 'Wonder Woman'

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 16 al 18 giugno 2017 vede al primo posto la novità “Cars 3” (53.547.000 dollari, leggi l'articolo): la vicenda è quella di Saetta McQueen che si propone di dimostrare a una nuova generazione di piloti che lui è ancora la migliore macchina da corsa del mon...

 

Luigi Pirandello, i film ispirati alle sue opere a 150 anni dalla nascita

Luigi Pirandello, di cui si celebrano il 150 anni dalla nascita (avvenuta il 28 giugno 1867) lavorò anche per il cinema. Molti furono i film che si ispirarono alle sue pièce o novelle. Il primo film tratto da una sua opera è “Il lume dell'altra casa” (1920) di Ugo Gracci con Anna Gracci, Gaietta Gracci e lo stesso ...

 

John G. Avildsen, Sylvester Stallone ricorda il regista scomparso del film 'Rocky'

John G. Avildsen, regista del film "Rocky" (1976) e "The Karate Kid” (1984) è scomparso all’età di 81 anni. Per il film “Rocky" - interpretato da Sylvester Stallone che era anche sceneggiatore - John G. Avildsen vinse l’Oscar. Lo stesso Stallone in un comunicato ha ribadito di avere avuto fortuna nella sua car...

 

Jesus VR: The Story of Christ, il primo film in realtà virtuale

“Jesus VR - The Story of Christ” è il primo film nella storia del cinema ad essere stato pensato e girato per la realtà virtuale. Il lungometraggio, realizzato dalla AutumnTM VR Inc. e da VRWERX, dura 90 minuti ed è composto da una serie di segmenti che raccontano la vita di Gesù Cristo. Un montaggio speciale...

 

Elizabeth Banks rettifica l'affermazione sui film di Steven Spielberg

Elizabeth Banks si scusa con Steven Spielberg per un’affermazione esternata martedì scorso, durante l’evento Women in Film Crystal - Lucy Awards (leggi l’intervista allo scrittore David I. Kertzer dal cui libro è tratto in nuovo film di Spielberg). L’attrice di Pittsfield aveva detto che il regista non ha "mai...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni