X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Festival di Venezia 2017, recensione del film 'Team Hurricane'

08/09/2017 21:00
Festival di Venezia 2017 recensione del film 'Team Hurricane'

Il debutto della regista danese Annika Berg è tra i sette film scelti per la 32ma Settimana Internazionale della Critica

“Un’avventura punk interamente al femminile che parla di ragazze radicali in un mondo ordinario”: così Annika Berg descrive “Team Hurricane”, il suo primo lungometraggio a due anni da “SIA”, il corto con il quale ha ottenuto una nomination ai Danish Robert Awards del 2017.

Team Hurricane” racconta l’amicizia che si instaura tra otto adolescenti (le cui interpreti sono state reclutate dalla regista tramite i loro profili social) durante un’estate trascorsa in un’associazione giovanile. Il tocco femminile di Berg si percepisce innanzitutto nella libertà assoluta che la regista concede alle ragazze di essere personaggi a tutto tondo, ovvero persone con luci ed ombre, momenti di tenerezza e di cattiveria, di volgarità e di saggezza.

Il film è una centrifuga di immagini, colori e suoni, che mescola documentario, riprese col cellulare, e momenti di finzione fortemente stilizzata. L’estetica della Berg è a cavallo tra il vintage e il kitsch, un potpurri fatto di orsacchiotti, rimandi alla cultura pop giapponese, vibratori, costumi sgargianti, giri in bicicletta, confessioni fatte davanti al cellulare nel buio della propria camera.

Potremmo definirlo un “Breakfast Club” senza maschi, e aggiornato alle tendenze giovanili degli anni Duemila. La storia non si fa mancare niente, andando a toccare tutte le problematiche adolescenziali classiche, quasi come se stesse spuntando le voci scritte su una lista: anoressia, sesso, transessualità, autolesionismo, paura del futuro, paura di crescere, liti furiose con i genitori, e chi più ne ha più ne metta.

Le otto protagoniste (Mia, Ida, Sara, Maja, Zara, Eja, Mathilde, Ira) affrontano la vita con la fierezza e l’incoscienza di un gruppo punk, un’esplosione di vitalità e colore che cozza di continuo contro la grigia mediocrità e il conformismo che i pochi adulti del film cercano ogni tanto di imporre.

Team Hurricane” ha senza dubbio un gran cuore, ma alla lunga risulta stucchevole. Berg è guidata dalla pulsione di celebrare un’età finita ancor prima di essere stata vissuta, ma tende a sovraccaricare la narrazione, a rendere le sue inquadrature un po’ troppo artefatte a scapito del piacere della fruizione, bombardando lo spettatore di input visivi e di montaggi psichedelici. Il tutto poi è condito da una colonna sonora martellante, fatta di beat elettronici, di sintetizzatori, di cantanti dalla voce volutamente infantile (ma non per questo meno fastidiosa).

Dopotutto il filo conduttore vuole essere proprio l’anarchia del furore giovanile. Se non altro, “Team Hurricane” va elogiato per lo sguardo amorevole, indulgente con cui racconta le sue protagoniste, senza mai cercare di forzare l’emotività dello spettatore. Ce le mostra così come sono, e se da una parte l’artificiosità della regia ci rende un po’ troppo consapevoli che quella che stiamo guardando è solo una messa in scena, dall’altra è rinfrescante vedere dei personaggi che si vogliono bene, che risolvono i loro conflitti comunicando e abbracciandosi. Il merito è soprattutto delle otto attrici dilettanti, che riescono sempre a rendere verosimili i loro dialoghi e a trasmetterci la forza della loro intesa.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Altri articoli Home

Red Sparrow, prime immagini del film thriller con Jennifer Lawrence

È stato diffuso il primo trailer del film “Red Sparrow”, diretto da Francis Lawrence (leggi l’articolo sul film). Nelle immagini appare la protagonista Dominika (Jennifer Lawrence) mentre attende nella prova camera. Seguono degli omicidi: in realtà lei è reclutata dalla Sparrow School, un servizio segreto di ...

 

L'imperatrice Caterina, il film dalle potenti passioni con Marlene Dietrich

L'imperatrice Caterina (“The Scarlet Empress”) è il film del 1934 di Josef von Sternberg che usciva in questi giorni nelle sale statunitensi. La giovane principessa tedesca, Sophia Frederica (Marlene Dietrich) è scelta dalla regina Elisabetta di Russia per sposare il nipote, il principe Pietro (Sam Jaffe), così da ...

 

Tutti i soldi del mondo, prime immagini del film di Ridley Scott

È stato pubblicato il primo trailer del film “Tutti ii soldi del mondo”, diretto da Ridley Scott. Nelle immagini si mostra il giovane Paul Getty III (Charlie Plummer) mentre viene rapito a Roma. Uno dei rapinatori - interpretato da Romain Duris - chiama la madre del ragazzo, Gail (Michelle Williams) e chiede 17 milioni di dollar...

 

I vip con più matrimoni alle spalle

Spesso si pensa che le persone famose abbiano molto di più degli altri e senza dubbio ciò è vero almeno per quanto riguarda i matrimoni e i divorzi, dal momento che pochi vip sono riusciti a rimanere sposati con la stessa persona per tutta la vita. Il leggendario sassofonista Louis Armstrong è convolato a nozze quattro v...

 

Recensione del film 'White Sun', la lotta alla casta acclamata dalla critica

“White Sun” (”Seto Surya”) è il film di Deepak Rauniyar ben accolto dalla critica statunitense. L’ex partigiano anti-regime Chandra (Dayahang Rai) deve raggiungere il suo villaggio, per partecipare ai funerali del padre. Il luogo è sperduto tra le montagne, e da dieci anni Chandra non fa visita ai suoi c...

 

La battaglia dei sessi, immagini dell'anteprima con Emma Stone

Nelle immagini che mostriamo ci sono i protagonisti de film “La battaglia dei sessi”, presentato al Toronto Film Festival (leggi l'articolo sul film). La storia è quella della partita di tennis del 1973 tra il numero uno del mondo, la tennista Billie Jean King (Emma Stone) e l’ex campione Bobby Riggs (Steve Carrel). Nelle...

 

Recensione del film 'The Tribunal': matrimonio, fede e triangoli amorosi

Non è facile recensire un’opera come “The Tribunal”, perché si tratta così chiaramente di un film a tesi che diventa un’impresa non da poco il giudicarne gli aspetti cinematografici ignorando il messaggio che il prodotto è stato appositamente pensato e creato per veicolare. Ma procediamo con ordi...

 

Recensione del film 'Cars 3'

In “Cars 3” Saetta McQueen, l’auto campione di corsa continua il suo percorso nel circuito automobilistico: ma l’innovazione prende il posto della tradizione. Infatti si trova competere con la recluta arrogante Jackson Storm, nata con le ultime tecnologie per migliorare le prestazioni della corsa. I colleghi di Saetta non p...

 

Brie Larson, il film 'Unicorn Store' presentato al Toronto Film Festival

Brie Larson - attrice premio Oscar per “Room” - ha presentato al Toronto Film Festival la pellicola diretta da lei stessa "Unicorn Store”. La trama racconta di Kit (Larson), una giovane sognatore che rifiuta di abbandonare il suo senso di meraviglia. Si considera un’artista fallita, e comprende che l'unico modo per riuscire...

 

Margaret Qualley, è una misteriosa madre nel film 'Strange But True'

Margaret Qualley sarà protagonista del film “Strange But True” tratto dall’omonimo romanzo di John Searles. L’attrice è anche interprete del film “Death Note: Il quaderno della morte” nel ruolo di Mia Sutton, compagna del protagonista Light nonché alleata nella loro missione per liberare il ...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni