X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione del film Burden, l'opera sull'arte pericolosa acclamata dalla critica

30/05/2017 08:00
Recensione del film Burden l'opera sull'arte pericolosa acclamata dalla critica

"Burden" è il film che racconta la storia dell'artista Chris Burden.

Abbiamo visto “Burden”, il film biografico acclamato dalla critica, diretto da Richard Dewey e Timothy Marrinan e attualmente nelle sale statunitensi e in digital download. È un ritratto spudorato su Chris Burden, artista che ha espresso la creatività nei limiti delle possibilità umane, mettendosi lui stesso in pericolo.

Burden - scomparso nel 2015 - ha creato un’arte pericolosa, tanto che in “Trans-fixed” si è crocifisso sulla parte posteriore di un’automobile a Venezia, emulando la morte di Cristo. In un’altra performance si è confinato in un armadietto per cinque giorni ad Irvine. In un altro caso era seduto senza abiti in un museo, circondato da fiamme. Ciò è accaduto negli anni ’70 e ‘80, divenendo uno dei simboli più fotografati e iconici di Los Angeles. In “Shot” l'artista è stato colpito con un fucile da un amico, e l'evento è stato fotografato.

In seguito la sua arte è divenuta spettacolare, nel senso di creare scalpore: in “Urban Light” (2008) ha creato un complesso di lampioni antichi illuminati, di dimensioni diverse al di fuori del Los Angeles County Museum of Art, e le persone potevano entrare nell’opera.

Una sua opera è stata venduta per 3 milioni di dollari, e i registi Timothy Marrinan e Richard Dewey nel film "Burden" mostrano proprio come le sue creazioni siano sempre state contraddistinte dalla concretezza, tanto da raccontare anche la società degli ultimi decenni. Lo fa con materiali video rari, interviste agli artisti Marina Abramovic, Vito Acconci, Larry Bell, Billy Al Benston, Bruce Dunlap.

Se una delle donne che si è prestata ad una performance stava per essere sgozzata, ora la vediamo essere intervistata, fiera delle possibilità che ha offerto a quest’arte.

In un’altra performance Burden si posiziona accanto ad una lastra di cemento, sopra cui c’è una gru che fa cadere dei pilastri di metallo che si conficcano nella sostanza, con il pericolo che colpiscano lo stesso Burden.

Forse l’opera più perfetta è “Metropolis II” (2011): delle macchinine sfrecciano sopra strade di plastica, soprastanti dei modellini di edifici. Ci sono sei corsie, con auto che corrono a 240 miglia all’ora e quando le vetture raggiungere il fondo, si alzano con tre nastri trasportatori. Questa opera è stata mostrata al Los Angeles Country Museum e acquistata dal magnate Nicolas Berggruen , e già nel titolo rievoca il film di Fritz Lang del 1927, ma reso più pauroso dalla contemporaneità.

In “What My Dad Gave Me” (2008) le parti di un meccano di metallo compongono una torre alta venti metri, e posizionata per un anno al Rockefeller Center.

È la curiosità nel mostrare le opere di Burden che ha sancito il successo del documentario, che la critica ha definito capace di far comprendere un artista innovativo (The Hollywood Reporter), che ha sempre cercato una ricerca sincera nel suo modo di essere costruttore di incantesimi (Los Angeles Times), “complesso, misterioso ma vincente” (Variety). Per il The Guardian il film racconta come Burden abbia avuto forse solo una colpa, ossia quella di essere troppo diretto: ma ciò si è poi reso necessario.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Jennifer Lawrence e Emma Stone insieme in un film

Durante la tavola rotonda organizzata da The Hollywood Reporter, le attrici Jennifer Lawrence ed Emma Stone hanno affermato di voler lavorare ad un progetto insieme. L’incontro è avvenuto il 15 novembre, e vi hanno partecipato anche Mary J. Blige, Jessica Chastain, Allison Janney e Saoirse Ronan. "Mi piacerebbe molto. Continuo a...

 

Recensione del film ‘Most Beautiful Island’

Most Beautiful Island è il film di Ana Asensio uscito in questo giorni nelle sale statunitensi, ben accolto dalla critica. Lo stile è documentaristico, con la macchina da presa che pedina la protagonista Luciana (la stessa Ana Asensio) tra le peregrinazioni della metropoli di New York. Lei è immigrata ispanica, e nella citt&a...

 

Recensione film DC Comics, Justice League

Justice League è il film tratto dall’omonima serie a fumetti che unisce alcuni degli eroi più importanti della DC Comics in una trama che ha il prevalente scopo di presentare i personaggi al grande pubblico. L’inizio di una nuova ed attesa saga dove l’inevitabile esigenza di calare i protagonisti nella storia e di pr...

 

The Force, David Mamet scriverà il film diretto da James Mangold

La Fox ha annunciato che il 1 marzo 2019 sarà la data di uscita ufficiale di “The Force”, il thriller poliziesco diretto da James Mangold, regista di “Logan” e “Walk the Line – Quando l’amore brucia l’anima”. Il film sarà un adattamento dell’omonimo romanzo di Don Winslow (e...

 

Quentin Tarantino, il nuovo film prevede un budget da 100 milioni di dollari

Per il nuovo film di Quentin Tarantino si è avviata una gara nella scelta del distributore. Dopo lo scandalo sul produttore Harvey Weinstein, la sua società Weinstein Company non si occuperà più della distribuzione dei film di Tatantino, chiudendo una collaborazione avviata nel 1992 con "Le iene”. A contendersi l...

 

Recensione del film The Big Sick

The Big Sick è il film di Michael Showalter con Kumail Nanjiani, Zoe Kazan, Holly Hunter. Kumail (Kumail Nanjiani) è un giovane comico di standup di Chicago, usa la sua auto con Uber e la notte si esibisce. Negli sketch ironizza sulla cultura pakistana, e questo aspetto è tenuto nascosto alla famiglia musulmana.Durante uno spe...

 

Film più visti della settimana, ‘Thor: Ragnarok’ e ‘Daddy's Home 2’ ai primi posti

Il box office ufficiale dei film più visti negli Stati Uniti dal 10 al 12 novembre 2017 conferma al primo posto "Thor: Ragnarok” (212.068.013 dollari,  leggi l’articolo): Thor lotta contro l’ex alleato Hulk, impedendo anche ad Hela di distruggere la civiltà asgardiana. Al secondo posto c’è la novit...

 

Cate Blanchett, è horror il nuovo film tratto da un romanzo

Cate Blanchett dopo il ruolo di Hela nel film “Thor: Ragnarock” lavorerà ad un film horror. “The House with a Clock in its Walls” è tratto da un romanzo del 1973, scritto da John Bellairs. L'orfano Lewis Barnavelt (Owen Vaccaro) si trasferisce nella città di New Zebede, nel Michigan. Qui abita lo zio Jo...

 

Lav Diaz, il nuovo film è un’opera rock

Lav Diaz, vincitore del Leone d’oro al Festival di Venezia 2016 con “The Woman Who Left” è al lavoro al nuovo film, dal titolo "Ang Panahon ng Halimaw" (letteralmente, “La stagione del diavolo”). Il film mescola musica, opera rock e dramma. A produrlo è Bianca Balbuena, che ha già lavorato a &ldqu...

 

Agadah, intervista all’attore del film Alessio Boni

“Agadah” è il film di Alberto Rondalli nelle sale da questa settimana. Mauxa ha intervistato l’attore Alessio Boni, che in queste settimane è anche al cinema con “La ragazza nella nebbia” e la serie tv “La strada di casa”. D. Nel film “Agadah” interpreti Pietro Di Oria. Puoi racco...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni
http://bs.serving-sys.com/serving/adServer.bs?cn=display&c=19&mc=imp&pli=23215079&PluID=0&ord=[timestamp]&rtu=-1