X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

La cena di Natale, intervista all'attore del film Eugenio Franceschini

28/11/2016 07:30
La cena di Natale intervista all'attore del film Eugenio Franceschini

Mauxa ha intervistato Eugenio Franceschini, attore del film "La cena di Natale" di Marco Ponti con Riccardo Scamarcio e Laura Chiatti.

La cena di Natale è il film nelle sale diretto da Marco Ponti . Nel cast ci sono Riccardo Scamarcio, Laura Chiatti, Michele Placido, Eugenio Franceschini, Maria Pia Calzone e Antonella Attili.

La trama - tratta dall’omonimo romanzo di Luca Bianchini - ha al centro il paese di Polignano a mare: alla vigilia di Natale Matilde (Attili) riceve un anello con smeraldo dal marito troppo impegnato Don Mimì (Placido). La cena ha come obbiettivo sfidare davanti a tutti la con-suocera Ninella (Calzone) che fu un amore di gioventù del marito. Alla tavola siedono la gestante Chiara (Chiatti) e il marito Damiano (Scamarcio), che forse l’ha tradita; la diciassettenne Nancy (Angela Semerano) ossessionata dalla verginità; Orlando (Franceschini) avvocato gay che cerca di dare un bambino alla sua amica lesbica Daniela (Eva Riccobono).

Mauxa ha intervistato Eugenio Franceschini.

D. Puoi raccontarci il tuo personaggio di Orlando?

E. F. Lui è un giovane che ha lasciato casa e Polignano per studiare. Prima di questo film vive in modo logorante e contorto la sua omosessualità, ma conoscerà un ragazzo che lo renderà finalmente felice.

D. Il film è il sequel di “Io che amo solo te”. Sul set vi conoscevate già.

E. F. Con gli altri attori esisteva già un amicizia che si è formata mentre giravamo il primo episodio. Con Dario Aita, sebbene non fosse nel primo film, esiste un’amicizia ed una stima profonda che dura da alcuni anni, da quando ci siamo conosciuti sul set di Grand Hotel.

D. Il film racconta anche una difficile convivenza: sei d’accordo?

E. F. Una convivenza non più difficile di una qualsiasi altra famiglia comune, secondo la mia personale esperienza.

Eugenio Franceschini ha lavorato anche ai film “Un bacio" di Ivan Cotroneo, “Bianca come il latte, rossa come il sangue” di Giacomo Campiotti; alle serie tv “Grand Hotel” e alla prossima “La strada di casa" diretta da Riccardo Donna.

- Ruolo Giò D. Hai lavorato anche alla serie tv “I Medici”, nel ruolo di Ormanno Olbizzi. Come è stata l’esperienza?

E. F. Quelle della serie “I Medici” è stata un esperienza bellissima, sia dal punto di vista umano sia da quello lavorativo. Sarà difficile ripeterla.

D. Qual è la tua giornata tipo?

E. F. La cosa bella del nostro mestiere e' che non esistono giornate tipo.

D. Hai un libro preferito?

E. F. Le mie preferenze mutano in base al periodo che sto vivendo. Ma posso dire che negli ultimi tempi un libro che mi ha rapito particolarmente è stato “Martin Eden”, di Jack London.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Eugenio Franceschini



 
Galleria fotografica
Da non perdere






Ultime news
Recensioni