X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Metal Gear Solid, aspettando il film ispirato all'amata saga di videogiochi

05/11/2016 08:00
Metal Gear Solid aspettando il film ispirato all'amata saga di videogiochi

Se ne parla ormai da dieci anni, ma a parte qualche annuncio ogni tanto, la produzione non riesce ancora a decollare. Un breve riepilogo di tutto quello che sappiamo sull'adattamento cinematografico di uno degli imperi videoludici più importanti degli ultimi 30 anni

È dal 2006 che si parla di un film ispirato alla mitica saga di videogiochi di “Metal Gear Solid”. L’ultimo annuncio concreto risale ormai a un anno fa, alla primavera del 2015, quando la Sony ha dichiarato di aver messo sotto contratto per la sceneggiatura Jay Basu. Nel 2014 è stato invece annunciato il regista, Jordan Vogt-Roberts, un nome che porta a pensare che la casa produttrice punti molto su questo progetto. Jordan Vogt-Roberts è infatti l’autore di “The Kings Of Summer”, film molto acclamato nel 2013 al Sundance, e anche di “Kong: Skull Island”, prequel di “King Kong” con Tom Hiddleston e J.K. Simmons in uscita nel 2017.

Le premesse ci sono, ora c’è solo da sperare che le avventure stealth dell'iconico Solid Snake ricevano un adattamento all'altezza della loro reputazione. La saga di Snake, partorita dalla mente del giapponese Hideo Kojima, affonda le sue radici nella grafica 2D dell'MSX2, console Sony dove, nel 1987, ha ha fatto il suo debutto il primo “Metal Gear”. La saga è definitivamente decollata con il boom di “Metal Gear Solid", uscito nel 1998 e rivelatosi un successo commerciale e di critica clamoroso: ha venduto 6 milioni di copie, e oggi è considerato uno dei videogiochi più importanti di tutti i tempi. Oggi il franchise ha all’attivo 5 capitoli principali, e svariati spin-off e DLC.

Tutti i videogiochi della serie si contraddistinguono, tra le altre cose, per la loro forte ispirazione cinematografica. Hideo Kojima è un grandissimo appassionato della Settima Arte, ed è sempre felice di parlare dei film che lo hanno aiutato a sviluppare le sue opere videoludiche: “I cannoni di Navarrone”, “Goldfinger”, “2001-Odissea nello spazio”, “Il Cacciatore" e “Full Metal Jacket” sono solo alcuni fra i tanti titoli che Kojima cita come sue fonti di ispirazione. Ciascuna di queste pellicole contiene qualche elemento che poi ritroviamo in uno dei capitoli di “Metal Gear Solid”, tanto a livello concettuale quanto puramente estetico o stilistico.

Ma c’è un film in particolare che forse più di tutti ha aiutato Kojima a gettare le basi di “Metal Gear Solid”: “La grande fuga”, cult del 1963 di John Sturges con Steve McQueen, Charles Bronson e Richard Attenborough, basato sull’omonimo libro di Paul Brickhill. In un articolo pubblicato nel 2002 sulla rivista ufficiale della Playstation 2 , Kojima dice che “fra tutte le esperienze filmiche che hanno fatto da fertilizzante per coltivare il frutto di MGS, [La grande fuga, n.d.r.] è stato uno dei più potenti”. L’autore arriva a dire che, senza questo film, i suoi videogiochi forse non esisterebbero. È da “La grande fuga” che "Metal Gear Solid" riprende uno dei suoi concetti base, ovvero il doversi nascondere dal nemico, con tutta la tensione e la suspense che questa situazione comporta. Da queste premesse, Kojima è riuscito a creare un prodotto in cui action, spionaggio e thriller si mescolano, in cui il giocatore prova il brivido di infiltrarsi nella base nemica e di dover poi fuggire. Il gioco non finisce se si viene catturati: semplicemente, il giocatore deve elaborare un piano di fuga migliore, proprio come Steve McQueen.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

Altri articoli Home

Film più visti della settimana, 'Annabelle: Creation' è al primo posto

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dall’11 al 13 agosto 2017 vede al primo posto l’horror “Annabelle: Creation” (35.040.000 dollari): Samuel Mullins, fabbricante di bambole con la moglie ospita delle ragazze a casa sua, che saranno loro il bersaglio della creatura posseduta dalla bambola Annabelle. Al...

 

Ce qui nous lie, tre fratelli e un vigneto per il film di successo in Francia

Ce qui nous lie è il film di Cédric Klapisch ambientato in un vigneto della Borgogna, dove tre fratelli si riuniscono. È uno dei film di maggiore successo in Francia, avendo incassato 4,5 milioni di euro in due mesi (è uscito il 14 giugno 2017). Nel cast ci sono Pio Marmaï, Ana Girardot e François Civil...

 

Professor Marston & The Wonder Women, prima immagine del film

È stata diffusa la prima immagine del film “Professor Marston & The Wonder Women” (leggi l’articolo su Moulton Marston e le origini di Wonder Woman). La pellicola racconta la storia reale dello psicologo di Harvard Dr. William Moulton Marston, che creò il personaggio di Wonder Woman negli anni '40. Marston era a...

 

Le star di Hollywood con le case più grandi e costose, da Will Smith a Oprah

Ogni cosa ad Hollywood segue il principio del “bigger than life”: tutto è più grande, più bello, più intenso, e le case delle star non fanno eccezione. Leonardo DiCaprio possiede almeno quattro ville, ma la prima è stata quella ad Hollywood Hills, comprata dopo il successo di “Titanic” per...

 

Il Festival di Venezia proietterà il film 'Il cavaliere elettrico'

La Mostra del Cinema di Venezia presenterà il film “Il cavaliere elettrico” (1979), diretto da Sydney Pollack. La proiezione avverrà dopo la consegna dei Leoni d’Oro alla carriera a Jane Fonda e Robert Redford, protagonisti del film. La storia raccontata è quella di Sonny Steele (Redford), cowboy in pensione ...

 

Lenny Abrahamson, il regista è sul set del nuovo film 'The Little Stranger'

Lenny Abrahamson è al lavoro al nuovo film “The Little Stranger”. Il regista è stato candidato nel 2016 all’Oscar per il film “Room”, con cui Brie Larson ha ottenuto il premio come migliore interpretazione (leggi l'intervista all'attore del film). “The Little Stranger" racconta la vicenda del dotto...

 

Recensione del film Monolith

Monolith è il film di Ivan Silvestrini, che racconta di una madre che lascia il figlio in un nuovo prototipo di auto da cui è impossibile uscire. Nel cast ci sono Katrina Bowden (già vista in “Hard Sell”, la serie tv “30 Rock” in cui ha recitato per sette stagioni), Damon Dayoub, Brandon Jones e Ashley ...

 

Bruce Springsteen, una sua canzone presente nel film 'Cars 3'

Bruce Springsteen è presente nel film della Disney “Cars 3” (leggi l'intervista al cast vocale), in uscita in Italia il 14 settembre 2017. La canzone nel film è il suo successo "Glory Days”, del 1984 e contenuta nell’album “Born to Usa”. Nel film è cantata da Andra Day. Il film “Cars 3...

 

La torre nera: intervista all'editore di Stephen King, Robert K. Wiener

La torre nera (“The Dark Tower”) è il libro di Stephen King il cui adattamento è da oggi al cinema. Composto da sette volumi pubblicati dal 1982, racconta di Roland di Gilead, pistolero che appartiene a un ordine cavalleresco e che si trova in un ambiente deserto ell'anno 1800. La popolazione del deserto è composta ...

 

Captive State, il nuovo film di fantascienza di Rupert Wyatt

Rupert Wyatt ("L'alba del pianeta delle scimmie") e John Goodman si sono riuniti sul set di “Captive State”, nuovo film di fantascienza che promette forti toni da thriller. Goodman e Wyatt sono alla loro seconda collaborazione dopo “The Gambler”, il poliziesco con Mark Wahlberg diretto da Wyatt nel 2014. Per mesi la tr...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni