X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Intervista allo scrittore Lee Child, autore del personaggio Jack Reacher

18/10/2016 07:30
Intervista allo scrittore Lee Child autore del personaggio Jack Reacher

Mauxa ha intervistato Lee Child, scrittore dei romanzi che hanno come protagonista Jack Reacher. Dai romanzi sono stati tratti due film interpretati da Tom Cruise.

Lee Child è l’autore del personaggio letterario Jack Reacher, apparso per la prima volta nel 1997 nel romanzo “Zona pericolosa” (“Killing floor”). Mauxa lo ha intervistato.

Nei ventuno romanzi pubblicati, che hanno venduto più di 60 milioni di copie Jack Reacher si delinea come nato a Berlino Ovest nel 1960 da madre parigina, padre militare statunitense, cresciuto con il fratello maggiore Joe in vari villaggi dell’esercito. Da militare è Maggiore, è pluridecorato e abile tiratore. Quando lascia l’esercito conduce una vita vagabonda negli Stati Uniti, con poco soldi e uno spazzolino da denti. Dopo aver lasciato l’esercito è arrestato per omicidio, scoprendo che la vittima è proprio il fratello Joe.

Il romanzo del 2005 “La prova decisiva” (“One Shot”) è stato adattato nell’omonimo film del 2012 interpretato da Tom Cruise. “Jack Reacher - Punto di non ritorno” (“Jack Reacher: Never Go Back”, 2013) è trasposto al cinema nel film in uscita il 20 ottobre, distribuito dalla Paramount Pictures.

D. Nel romanzo "Jack Reacher, Never Go Back" la donna occupa un ruolo importante. Come mai?

Lee Child. Perché le donne occupano un ruolo importante in tutti i libri di Reacher. Anzi, in tutte le nostre vite. In questo caso particolare ho voluto esplorare la tensione all'interno di un rapporto che è stato in parte romantico e in parte professionale. Reacher deve interagire con Susan Turner, in parte per cortesia, e in parte perché è insito nel suo status.

D. Hai lavorato anche alla sceneggiatura del film?

L. C. Ho avuto un ruolo ufficiale nella produzione, ho visitato il set molte volte. Ho anche un piccolo cameo nel film.

D. Se tu fossi un personaggio di un romanzo, quale azione vorresti eseguire?

L. C. Se potessi farla franca, vorrei agire come fa Reacher.

D. "Night School" è il prossimo romanzo. Ci puoi raccontare qualcosa sulla trama?

L. C. Si tratta di un prequel, ambientato venti anni fa, nel 1996. Reacher è ancora sotto le armi. Volevo esplorare quel periodo in cui sapevamo di essere di fronte ad un nuovo tipo di minaccia per la sicurezza, ma non avevamo esattamente la certezza di cosa si trattasse. Trovo molto interessante il fatto che le agenzie governative siano disposte ad ammettere di avere di fronte qualcosa che ancora non hanno compreso, o non sanno come trattare. Nella storia di "Night School", un’unica frase è stata udita: "L'americano vuole un centinaio di milioni di dollari”. Da chi, e per cosa?

D. Sei inglese, ma sei andato a vivere a New York. C’è un motivo particolare?

L. C. Amo le città, e New York è la più grande di tutte.

D. Una domanda sulla tua vita privata. Come è la tua giornata tipo?

L. C. Sono molto sedentario. Non ho hobby tranne la lettura. Sono indifferente al cibo. Non faccio mai attività fisica. E quando si tratta di tecnologia, sono al passo con i tempi di dieci anni prima.

D. All’inizio dei tuoi romanzi ci sono sempre azioni, piuttosto che descrizioni: "Sono stato arrestato da Heno’s a mezzogiorno” in “Killing floor” (“Zona pericolosa”). "Alla fine hanno messo Reacher in una macchina e lo condussero in un motel ad un miglio di distanza” in “Jack Reacher: Never Go Back” (“Jack Reacher - Punto di non ritorno”). Come mai questa scelta?

L. C. Perché voglio afferrare il lettore all'inizio, con un senso di azione dinamica. Dando il senso di domande a cui rispondere.

D. Qual è il tuo film preferito e perché?

L. C. Questa è una domanda difficile. Forse "Seven", che è molto coraggioso dal punto di vista della scrittura.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Dwayne Johnson e lo sceneggiatore Evan Spiliotopoulos in un film su Genghis Khan

Evan Spiliotopoulos, sceneggiatore del film “La bella e la bestia" (leggi l’intervista) e “Il cacciatore e la regina di ghiaccio” (leggi l’intervista) lavorerà ad un film su Genghis Khan. La Universal Pictures ha infatti acquistato uno script di avventura scritto dal stesso Evan Spiliotopoulos, che ha come...

 

Brian De Palma, il nuovo film 'Domino' con Nikolaj Coster-Waldau

Brian De Palma per il nuovo film “Domino” sceglie un argomento europeo, quello degli attacchi terroristici. Ma ciò che si nota soprattutto è la scelta di un cast divenuto famoso per le serie televisive. “Domino” è infatti una pellicola che ha come protagonista Nikolaj Coster-Waldau, che nella saga &ldqu...

 

Leonardo DiCaprio interpreterà in un film il pittore Leonardo Da Vinci

Leonardo DiCaprio interpreterà Leonardo Da Vinci in un biopic. La Paramount sarà produttrice del film, che è tratto dal libro del biografo Walter Isaacson, il quale ha già lavorato alle biografie di Steve Jobs e Albert Einstein. L’idea del film è dello stesso DiCaprio, che risale a dei racconti paterni. In...

 

Film più visti della settimana, 'Annabelle: Creation' è al primo posto

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dall’11 al 13 agosto 2017 vede al primo posto l’horror “Annabelle: Creation” (35.040.000 dollari): Samuel Mullins, fabbricante di bambole con la moglie ospita delle ragazze a casa sua, che saranno loro il bersaglio della creatura posseduta dalla bambola Annabelle. Al...

 

Ce qui nous lie, tre fratelli e un vigneto per il film di successo in Francia

Ce qui nous lie è il film di Cédric Klapisch ambientato in un vigneto della Borgogna, dove tre fratelli si riuniscono. È uno dei film di maggiore successo in Francia, avendo incassato 4,5 milioni di euro in due mesi (è uscito il 14 giugno 2017). Nel cast ci sono Pio Marmaï, Ana Girardot e François Civil...

 

Professor Marston & The Wonder Women, prima immagine del film

È stata diffusa la prima immagine del film “Professor Marston & The Wonder Women” (leggi l’articolo su Moulton Marston e le origini di Wonder Woman). La pellicola racconta la storia reale dello psicologo di Harvard Dr. William Moulton Marston, che creò il personaggio di Wonder Woman negli anni '40. Marston era a...

 

Le star di Hollywood con le case più grandi e costose, da Will Smith a Oprah

Ogni cosa ad Hollywood segue il principio del “bigger than life”: tutto è più grande, più bello, più intenso, e le case delle star non fanno eccezione. Leonardo DiCaprio possiede almeno quattro ville, ma la prima è stata quella ad Hollywood Hills, comprata dopo il successo di “Titanic” per...

 

Il Festival di Venezia proietterà il film 'Il cavaliere elettrico'

La Mostra del Cinema di Venezia presenterà il film “Il cavaliere elettrico” (1979), diretto da Sydney Pollack. La proiezione avverrà dopo la consegna dei Leoni d’Oro alla carriera a Jane Fonda e Robert Redford, protagonisti del film. La storia raccontata è quella di Sonny Steele (Redford), cowboy in pensione ...

 

Lenny Abrahamson, il regista è sul set del nuovo film 'The Little Stranger'

Lenny Abrahamson è al lavoro al nuovo film “The Little Stranger”. Il regista è stato candidato nel 2016 all’Oscar per il film “Room”, con cui Brie Larson ha ottenuto il premio come migliore interpretazione (leggi l'intervista all'attore del film). “The Little Stranger" racconta la vicenda del dotto...

 

Recensione del film Monolith

Monolith è il film di Ivan Silvestrini, che racconta di una madre che lascia il figlio in un nuovo prototipo di auto da cui è impossibile uscire. Nel cast ci sono Katrina Bowden (già vista in “Hard Sell”, la serie tv “30 Rock” in cui ha recitato per sette stagioni), Damon Dayoub, Brandon Jones e Ashley ...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni