X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

The Witch: recensione del film dove la paura per il non-conoscibile batte la razionalità umana

18/08/2016 08:00
The Witch recensione del film dove la paura per il non-conoscibile batte la razionalità umana

Robert Eggers dirige la giovanissima Anya Taylor-Joy in un film dove la stregoneria del Seicento è quasi pretesto per parlare dell'incapacità dell'uomo di affidarsi alla positività della ragione, deviando verso la negatività di un soprannaturale che non è dato da conoscere.

L’esordiente alla regia Robert Eggers dirige un thriller dalle venature orrifiche destinato ad esporre una riflessione sulla condizione della paura dell’uomo.

The Witch è ambientato negli Anni’30 del 1600 quando una famiglia coloniale, minacciata di essere bandita dalla Chiesa, è costretta ad abbandonare la piantagione nella quale vive, raccogliendo i propri averi, e a sistemarsi in una nuova località, situata nei pressi di un antico bosco del New England. La famigliola di pellegrini cristiani deve adeguarsi alla nuova sistemazione, ma prima ancora che possa porre radici, viene colpita da una grave perdita: il figlio più piccolo, un neonato di pochi mesi, scompare senza lasciar traccia a seguito di un breve momento di distrazione della sorella maggiore Thomasin (Anya Taylor-Joy). Da allora in poi la vita della famiglia cambierà: superstizioni, miste ad un credo dal sapore legato alla stregoneria, dilagano nelle menti seminando pathos distruttivo che non potrà non coinvolgere tutti i malcapitati, compresa la piccola ed indifesa Thomasin.

Robert Eggers, che firma con The Witch il suo primo lungometraggio in qualità di regista, semina all’interno del film, di cui è anche sceneggiatore, numerosi indizi, necessari a creare e a nutrite il pathos via via crescente. Un bambino scompare senza lasciare tracce, poi degli animali presenti all’interno del villaggio, nuova sistemazione della famiglia, iniziano a manifestare comportamenti insolitamente tendenti all’aggressività, e ancora il raccolto viene distrutto ed un altro bambino si dimostra come posseduto da un’oscura presenza demoniaca. Tutti questi indizi convogliano nella mente dello spettatore, quanto in quelle dei protagonisti, fino a sfociare in sentenze ammonitrici nei confronti di un capro espiatorio che vede la sua persona divenire personificazione del male.

Ambientato intorno al 1630 in un New England ricreato alla perfezione attraverso scenografie e costumi rispecchianti l’epoca, The Witch, e con esso il regista Robert Eggers, dimostra come la fede in qualcosa che non è dato conoscere possa sfociare in ossessione e, senza essere in grado di apportare considerazioni oggettive a problemi ed avvenimenti insoliti ed irrisolti, cancellare pensieri positivi come se il negativo infettasse irrimediabilmente tutto intorno a sé.

The Witch sancisce come l’uomo sia capace di puntare il dito contro l’altro uomo, contro il proprio fratello, unicamente per paura del razionalmente non-accettabile. Robert Eggers è capace di immortalare la paura ed imprigionarla in primi piani indagatori dei turbolenti stati d’animo attraversati dai protagonisti. Usufruendo di una colonna sonora adatta ad instillare il germe del non-conoscibile, del soprannaturale come causa di ogni male, il regista ritrae l’atteggiamento dell’uomo difronte alle proprie paure, ponendolo all’attenzione degli altri esseri umani, personaggi quanto spettatori, e decretando come la negatività si autoalimenti, spadroneggiando sulle possibilità limitate della ragione.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Michelle Rodriguez, è una vedova rapinatrice nel nuovo film 'Widows'

Michelle Rodriguez sarà una vedova esperta in rapine nel nuovo film “Widows”, tratta dall’omonima serie andata in onda nel 1983 e 1985. L’attrice è apparsa da poco in “Fast & Furious 8” e nei quattro film precedenti, nel ruolo di Letty Ortiz, moglie fedele di Dominic Toretto. Ha lavorato in &ld...

 

Film più visti della settimana, 'Dunkirk' svetta al primo posto

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 21 al 23 luglio 2017 vede svettare al primo posto la novità “Dunkirk” (50.500.000 dollari, leggi l’intervista): la storia è quella dell’operazione Dynamo, con cui nel 1940 si effettuò l’evacuazione delle truppe inglesi e franco-belghe da...

 

L'arte digitale, inserire il tempo nelle immagini: intervista all'artista San Base

San Base è uno dei maggiori esponenti dell’arte digitale. L’artista ha perfezionato un nuovo tipo di arte, chiamata Generative Art in cui l'opera artistica nasce da un software, che rielabora continuamente un’immagine iniziale. Questa rielaborazione viene poi spesa al muro, con uno schermo LCD o al plasma. Il risultato &egr...

 

Recensione del film Past Life, il dramma familiare apprezzato dalla critica

“Past Life” è un film di Avi Nesher, uscito negli Stati Uniti dopo essersi fatto apprezzare nel circuito dei festival indipendenti. Il film si apre nel 1977 a Berlino Ovest, dove Sephi (Joy Rieger), una cantante e aspirante compositrice israeliana, spicca come solista durante l’esibizione del coro della sua accademia. Dopo...

 

Bright, prime immagini del film crime con Will Smith

Bright è il film crime e fantasy di David Ayer il cui trailer è stato presentato al San Diego Comic-On. La trama si svolge in un mondo alternativo moderno, dove da secoli convivono esseri umani, orchi, elfi e fate. Scott Ward (Will Smith) è un un ufficiale di polizia che fa coppia con il primo poliziotto Orco (Joel Edgerton), ...

 

Il fantasma e la signora Muir, il sogno di un amore nel film classico di Joseph L. Mankiewicz

Il fantasma e la signora Muir (“The Ghost and Mrs. Muir”) è il film di Joseph L. Mankiewicz che usciva nelle sale statunitensi in queste settimane. A Londra alla fine dell’800 la giovane vedova Lucy Muir (Gene Tierney) si trasferisce nel villaggio di Whitecliff, vicino al mare nonostante la disapprovazione della suocera An...

 

Proud Mary, prime immagini del film sull'assassina professionista

Taraji P. Henson appare nel primo trailer del film thriller "Proud Mary”, film di Babak Najafi. Nelle immagini la protagonista Mary, una spietata assassina professionista, che incontrando un giovane ragazzo scarpe di avere un istinto materno finora sconosciuto. Nelle immagini inizialmente si allena, si trucca, poi indossa un giubbotto di pel...

 

Recensione del film Finding Oscar, la luce sul genocidio elogiata dalla critica

Finding Oscar è il film documentario di Ryan Suffern, uscito nella sale statunitensi e accolto in maniera positiva dalla critica. Il film è disponibile anche in Video on Demand. Nel documentario lo stesso presidente Reagan appare mentre dà la mano al presidente e militare guatemalteco Efraín Ríos Montt, che giust...

 

Glass, M. Night Shyamalan svela il sequel di Unbreakable e Split

Con l’annuncio del suo prossimo film, “Glass”, M. Night Shyamalan è riuscito ancora una volta a spiazzare tutti; un colpo di scena degno delle migliori pellicole del regista di origini indiane, annunciato da quest'ultimo lo scorso aprile con una serie di messaggi su Twitter, e che dà finalmente una risposta a tutti i...

 

Il regista Steven Soderbergh dirige un film girato con l'iPhone

Steven Soderbergh ha realizzato un film con l’iPhone. La protagonista è Emmy Claire Foy, che ha recitato nella serie "The Crown" e Juno Temple. Il titolo del lavoro è “Unsane", e la distribuzione del film dovrebbe avvenire in digitale. Al momento non sono resi noti il dettagli sulla trama. Già il regista Sean Bake...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni