X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Banshee, 'l'introduzione e lo sviluppo di nuovi personaggi': intervista all'attore Hoon Lee

06/05/2016 12:00
Banshee 'l'introduzione lo sviluppo di nuovi personaggi' intervista all'attore Hoon Lee

La quarta stagione della serie televisiva intitolata "Banshee" va in onda su Sky Atlantic dal 6 maggio 2016. Mauxa ha intervistato Hoon Lee, interprete del personaggio di Job.

La quarta stagione della serie televisiva intitolata “Banshee” ha debuttato sul canale statunitense Cinemax il 1° aprile 2016. In Italia va in onda su Sky Atlantic dal 6 maggio 2016.

Mauxa ha intervistato Hoon Lee, interprete del personaggio di Job. L’attore statunitense racconta la sua esperienza sul set della serie creata da Jonathan Tropper e David Schickler: “È stata una formazione incredibile per quanto riguarda la recitazione, la produzione, le acrobazie, l’allenamento fisico, la collaborazione. Ogni possibile aspetto è stato testato e migliorato. Sarò sempre in debito con i creatori di questo show per avermi dato fiducia, con il cast per lo spirito, l'umorismo e il sostegno e con la crew per l’attenzione e la diligenza. Abbiamo lavorato tutti duramente, in un primo momento per noi stessi e gli altri, in definitiva per gli spettatori. Ci hanno accolto in un modo che mi aspettavo.”

La trama è ambientata in una fittizia città della Pennsylvania denominata “Banshee” e segue le vicende di un ex detenuto che assume l’identità dello sceriffo Lucas Hood. “Credo che lo spettacolo ha preso rischi, avanti e dietro la camera - dichiara Hoon Lee - "L’efficienza della produzione, le sperimentali tecniche cinematografiche, le sequenze d'azione, molto di quello che è successo è dovuto a vincoli creativi della produzione fisica, di budget o di personale. Ho apprezzato il fatto che abbiamo dovuto risolvere i problemi per ottenere risultati. Oltre a questo, ciò che apprezzo di più sono le amicizie che ho costruito. Nulla di tutto questo viene fatto senza il lavoro e la collaborazione di molte persone.”

La figura di Job è strettamente legata a quella del protagonista principale della serie televisiva, interpretato da Antony Starr. In possesso di straordinarie doti informatiche, il personaggio presenta suggestive caratteristiche che hanno costretto Hoon Lee a seguire un'impegnativa preparazione. “La cosa più importante è immaginare ciò che il personaggio sente e pensa riguardo una data persona o situazione" - spiega l'attore statunitense - "In una serie tv, queste cose evolvono nel tempo quindi si tratta di un costante riesame e integrazione di nuove informazioni. Gran parte è il lavoro della sceneggiatura, le discussioni con i creatori, rivedere quello che è accaduto negli episodi precedenti. E questo non vale solo per Job ma anche per gli altri personaggi. Occore vedere di cosa ha bisgno Job per funzionare in una quadro più ampio. Quando ho iniziato a capire di più dello show e del personaggio ho immaginato come prepararlo. Lo show è ricco di azione quindi ho dato ai creatori molte opzioni per raccontare la storia cercando di essere fisicamente capace e pronto, ho potuto concentrarmi sulla recitazione, senza la preoccupazione della mia fatica o se avessi potuto ferirmi. Mi sono allenato con la squadra degli stunt per la stessa ragione e per permettere ai guest actors del nostro show di girare più facilmente delle scene d’azione o combattimento con me. Ho ridisegnato la mia forma un po' per essere più vicino a quello che ho immaginato essere Job, più snello e adatto a una varietà di aspetti e abiti.”

La dinamicità narrativa che contraddistingue la serie televisiva ha intercettato un ampio numero di telespettatori. L’evolversi delle dinamiche che interessano i numerosi personaggi del racconto ha contribuito ad alimentare aspettative riguardo la nuova stagione. “Penso che sia un emozionante e cruento spettacolo. Sostanzialmente è molto prodonfo e riguarda bisogni umani che tutti noi condividiamo. Il desiderio di cambiare la nostra natura per cancellare il nostro passato e definire il nostro futuro, trovare la famiglia, sfuggire ai demoni. Che queste cose siano o meno possibili è il motore dello spettacolo.”

Il primo episodio della quarta stagione di “Banshee”, intitolata "Giù dalla collina" (Titolo originale: “Something Out of the Bible”), è diretto da O. C. Madsen e scritto Jonathan Tropper. “Dopo un paio di stagioni di successo è difficile per uno show mantenere l’energia per sfidare se stesso e la propria audience. Ma è lì che risiede la più grande ricompesna. Significa prendere dei rischi maggiori rispetto a prima. Quando uno spettacolo è nuovo c'è meno rischio, il pubblico non necessariamente lo conosce e apprezza, gli attori avvertono meno la proprietà dei loro personaggi e i produttori non sono incentivati a presevare una "formula che funziona”. Con la nostra quarta stagione sono molto emozionato per l'introduzione e lo sviluppo di nuovi personaggi e per i pericoli presi dai personaggi già noti, incluso il mio.”

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Luigi Spezzi
Home
 
Serie TV correlate
Banshee
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Scomparsa, serie tv: anticipazioni della prima puntata

La serie televisiva “Scomparsa” debutta questa sera su Rai 1.  La prima puntata, in onda dalle 21.25, introduce il rapporto tra la psichiatra infantile Nora Telese (Vanessa Incontrada” e sua figlia Camilla (Eleonora Gaggero), le due si sono trasferite da Milano a San Benedetto del Tronto.  Nella sera della festa d...

 

"Splitting Up Together", Jenna Fischer parla male di Saint Louis e recita in un film di Clint Eastwood

"Splitting Up Together" è una delle incognite della stagione televisiva in corso: la sitcom targata ABC debutterà infatti in un momento imprecisato fra la fine del 2017 e la primavera del 2018. Questa serie tv, basata sul programma danese "Bedre skilt end aldrig" di Mette Heeno, Mie Andreasen ed Hella Joof, è stata adattata per...

 

Rosy Abate - La serie, intervista all'attore Mario Sgueglia

Abbiamo intervistato in esclusiva l'attore Mario Sgueglia, tra gli interpreti di "Rosy Abate - La serie".  D: Il debutto di "Rosy Abate" è stato accolto con grande successo di pubblico, secondo te quali sono le principali cause della popolarità del personaggio interpretato da Giulia Michelini? R: Giulia è straordina...

 

"Z Nation 4", Kellita Smith segue le visioni verso Est e appare in "Hell's Kitchen"

"Z Nation 4" continua a mantenersi su una falsariga piuttosto accattivante, a metà fra la parodia di "The Walking Dead" e il fumetto anni ottanta a base di splatter e trovate demenziali. Senza troppe pretese, la creatura Syfy ha saputo guadagnarsi un pubblico fedele, pur senza raggiungere livelli di ascolto paragonabili a quelli delle serie ...

 

Vida, novità nel cast della serie tv

Starz ha annunciato l’ingresso di Mishel Prada (“Fear the Walking Dead: Passage”), Karen Ser Anzoategui (“East Los Hig”, ), Chelsea Rendon ("The Fosters ”), Carlos Miranda (“Chicago PD”) e Maria Elena Laas ("Vital Signs") nel cast di “Vida”. Lo showrunner della serie televisiva è T...

 

La strada di casa, anticipazioni prima puntata

La serie televisiva "La strada di casa" debutta domani sera su Rai 1. La prima puntata delinea le circostanze su cui si basa il racconto, il personaggio principale è Fausto Morra (Alessio Boni), un imprenditore agricolo di successo che custodisce un segreto. Paolo Ghilardi (Nicola Adobati), un ispettore del distretto veterinari, è in...

 

The Little Drummer Girl: dopo 'The Night Manager' una nuova miniserie basata su un romanzo di John le Carré

Dopo il grande successo riscosso da “The Night Manager”, The Ink Factory, BBC ONE e AMC hanno annunciato il loro nuovo progetto, si tratta della miniserie televisiva “The Little Drummer Girl”, basata sull’omonimo romanzo dello scrittore britannico John le Carré.  Articolata in sei parti, "The Little Drumme...

 

"Shameless 8" rinnovato per la nona stagione, ma Ethan Cutkosky è un bad boy non solo sul set

"Shameless 8", la serie tv su una famiglia disfunzionale che cerca di arrangiarsi nei quartieri popolari di Chicago, è ormai un grande classico del piccolo schermo: Showtime ha deciso di rinnovarla per una nona stagione, confermando l'intero cast tra cui le star William H. Macy ed Emmy Rossum. Difficile biasimarli dal momento che la premi&eg...

 

Dietland, la serie tv: nel cast anche Julianna Margulies

AMC ha annunciato nei giorni scorsi che Julianna Margulies interpreterà il ruolo di Kitty Montgomery nella nuova serie televisiva "Dietland" basata sull'omonimo romanzo del 2015 di Sarai Walker.  L'attrice e produttrice statunitense è nota al pubblico televisivo per la sua partecipazione al celebre medical drama "E.R. - Med...

 

"Mr. Robot", Rami Malek stupisce nei panni del mito Freddie Mercury e in "Papillon"

"Mr. Robot", la serie tv sulla vita del giovane dissociato sociopatico Elliot, è giunta alla terza stagione e le vicende degli stralunati personaggi impegnati a rovesciare l'ordine finanziario mondiale continuano a sorprendere. In questa stagione lo show ha mantenuto lo stile delle precedenti, con una trama estremamente avvincente e un punto...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni