X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Remember, per la critica è poco convincente la trama del film di Atom Egoyan sugli effetti del nazismo

03/02/2016 13:00
Remember per la critica poco convincente la trama del film di Atom Egoyan sugli effetti del nazismo

Remember è il film di Atom Egoyan con Christopher Plummer e Martin Landau, per la critica statunitense è poco convincente la trama, incentrata sugli effetti del nazismo nell'epoca odierna.

Remember è il film di Atom Egoyan con Christopher Plummer e Martin Landau, in uscita il 4 febbraio 2016.

Il regista Egoyan continua la sua analisi del rinvenimento della cause di un mistero, dopo “Captive” (2014): i protagonisti di “Remember" sono infatti portatori di problematiche adulte, che intercettano già un pubblico. La trama s’incentra su un novantenne Zev (Plummer) rimasto vedovo: una settimana dopo la morte della moglie Ruth riceve un pacco misterioso dal suo caro amico Max (Landau), contenente del denaro e una lettera che ipotizza un piano scioccante. Zev e Max erano infatti prigionieri ad Auschwitz, la stessa guardia responsabile della morte delle loro famiglie dopo la guerra fuggì dalla Germania ora vive negli Stati Uniti sotto falsa identità. Max è costretto su una carrozzina, ma ha il pieno controllo delle sue facoltà mentali; con la sua guida, Zev intraprende un viaggio complicato per portare la giustizia unendo l'uomo che ha distrutto la vita di entrambi.

Credibilità dell'Olocausto. La sceneggiatura originale è scritta da Benjamin August, ma la critica statunitense non ha apprezzato né la regia né l’evoluzione dei personaggi. Per Variety è solo l’interpretazione di Plummer ad essere convincete, mentre il personaggio di Zev procede con una facilità improbabile, tra memoria che spesso langue dimenticando lo scopo della sua missione e mancanza di plausibilità nella storia.

Per The Hollywood Reporter è lo stesso regista Egoyan a non credere alla trama, tanto da non saper dimenare spesso un plot “poco credibile”. Il The Guardian afferma che è l’interpretazione di Plummer ad essere poco convincente, legata ad una trama forzatamente senile, anche perché “la seconda guerra mondiale e dei suoi effetti su coloro che sono sopravvissuti” non può erompere in “brividi a buon mercato”.

Solo il The Telegraph ammira la sobrietà della regia, con una fotografia che fa uso di ampie inquadrature in campo lungo. Ammirevole è anche il modo in cui ha mostrato come vivano i quattro uomini rintracciati da Zev, tutti emigrati tedeschi con lo stesso nome la loro “generazione maledetta”.

Per il regista si tratta di una delle ultime modalità di racconto in relazione a quel periodo storico: in realtà lo stesso Paolo Sorrentino in “This Must Be the Place” del 2011 aveva affrontato tematiche simili. Atom Egoyan instaura così un legame con il film precedente, “Ararat - Il monte dell’Arca” interpretato dallo stesso Plummer, affrontando il tema degli effetti della storia sull’attualità. Si è eclissato dietro gli attori ormai novantenni: “ti rendi conto che hanno una loro mitologia”, ha affermato riferendosi anche alle capacità che hanno di atteggiare il proprio corpo a scopi recitativi.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Jennifer Lawrence e Emma Stone insieme in un film

Durante la tavola rotonda organizzata da The Hollywood Reporter, le attrici Jennifer Lawrence ed Emma Stone hanno affermato di voler lavorare ad un progetto insieme. L’incontro è avvenuto il 15 novembre, e vi hanno partecipato anche Mary J. Blige, Jessica Chastain, Allison Janney e Saoirse Ronan. "Mi piacerebbe molto. Continuo a...

 

Recensione del film ‘Most Beautiful Island’

Most Beautiful Island è il film di Ana Asensio uscito in questo giorni nelle sale statunitensi, ben accolto dalla critica. Lo stile è documentaristico, con la macchina da presa che pedina la protagonista Luciana (la stessa Ana Asensio) tra le peregrinazioni della metropoli di New York. Lei è immigrata ispanica, e nella citt&a...

 

Recensione film DC Comics, Justice League

Justice League è il film tratto dall’omonima serie a fumetti che unisce alcuni degli eroi più importanti della DC Comics in una trama che ha il prevalente scopo di presentare i personaggi al grande pubblico. L’inizio di una nuova ed attesa saga dove l’inevitabile esigenza di calare i protagonisti nella storia e di pr...

 

The Force, David Mamet scriverà il film diretto da James Mangold

La Fox ha annunciato che il 1 marzo 2019 sarà la data di uscita ufficiale di “The Force”, il thriller poliziesco diretto da James Mangold, regista di “Logan” e “Walk the Line – Quando l’amore brucia l’anima”. Il film sarà un adattamento dell’omonimo romanzo di Don Winslow (e...

 

Quentin Tarantino, il nuovo film prevede un budget da 100 milioni di dollari

Per il nuovo film di Quentin Tarantino si è avviata una gara nella scelta del distributore. Dopo lo scandalo sul produttore Harvey Weinstein, la sua società Weinstein Company non si occuperà più della distribuzione dei film di Tatantino, chiudendo una collaborazione avviata nel 1992 con "Le iene”. A contendersi l...

 

Recensione del film The Big Sick

The Big Sick è il film di Michael Showalter con Kumail Nanjiani, Zoe Kazan, Holly Hunter. Kumail (Kumail Nanjiani) è un giovane comico di standup di Chicago, usa la sua auto con Uber e la notte si esibisce. Negli sketch ironizza sulla cultura pakistana, e questo aspetto è tenuto nascosto alla famiglia musulmana.Durante uno spe...

 

Film più visti della settimana, ‘Thor: Ragnarok’ e ‘Daddy's Home 2’ ai primi posti

Il box office ufficiale dei film più visti negli Stati Uniti dal 10 al 12 novembre 2017 conferma al primo posto "Thor: Ragnarok” (212.068.013 dollari,  leggi l’articolo): Thor lotta contro l’ex alleato Hulk, impedendo anche ad Hela di distruggere la civiltà asgardiana. Al secondo posto c’è la novit...

 

Cate Blanchett, è horror il nuovo film tratto da un romanzo

Cate Blanchett dopo il ruolo di Hela nel film “Thor: Ragnarock” lavorerà ad un film horror. “The House with a Clock in its Walls” è tratto da un romanzo del 1973, scritto da John Bellairs. L'orfano Lewis Barnavelt (Owen Vaccaro) si trasferisce nella città di New Zebede, nel Michigan. Qui abita lo zio Jo...

 

Lav Diaz, il nuovo film è un’opera rock

Lav Diaz, vincitore del Leone d’oro al Festival di Venezia 2016 con “The Woman Who Left” è al lavoro al nuovo film, dal titolo "Ang Panahon ng Halimaw" (letteralmente, “La stagione del diavolo”). Il film mescola musica, opera rock e dramma. A produrlo è Bianca Balbuena, che ha già lavorato a &ldqu...

 

Agadah, intervista all’attore del film Alessio Boni

“Agadah” è il film di Alberto Rondalli nelle sale da questa settimana. Mauxa ha intervistato l’attore Alessio Boni, che in queste settimane è anche al cinema con “La ragazza nella nebbia” e la serie tv “La strada di casa”. D. Nel film “Agadah” interpreti Pietro Di Oria. Puoi racco...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni
http://bs.serving-sys.com/serving/adServer.bs?cn=display&c=19&mc=imp&pli=23215079&PluID=0&ord=[timestamp]&rtu=-1