X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Quo vado, la crescita forzata di Checco Zalone nel nuovo film dalla comicità semplice e lineare

21/12/2015 09:30
Quo vado la crescita forzata di Checco Zalone nuovo film dalla comicità semplice lineare

Checco Zalone nel nuovo film "Quo vado" sceglie una comicità semplice e lineare, che già nella trama ribadisce il concetto di crescita. Come per gli altri film, ciò che sembra casuale non lo è: tanto che in un'intervista in tv da Fabio Fazio invece che promuovere il film canta: "La prima Repubblica non si scorda mai".

Checco Zalone, emblema della comicità surreale italiana opta per un tema sociale per il nuovo film “Quo vado” in uscita il 1 gennaio e diretto sempre da Gennaro Nunziante.

Se in “Sole a catinelle” del 2011 aveva scelto il motivo dell’affetto paterno che riesce a soddisfare il desiderio del figlio Nicolò di una vacanza esclusiva, in “Quo Vado” sceglie quello della crescita forzata. La trama infatti segue un ragazzo, Checco che ha ideato tutti gli stratagemmi per ottenere il quieto vivere: abita con i suoi genitori così da non dover pagare l’affitto a discapito dell’indipendenza, è perenne fidanzato-amico di una ragazza così da non accogliere le responsabilità di marito e padre, lavora da impiegato ozioso in un ufficio provinciale di caccia e pesca.

Ma come accade spesso nelle vicende raccontate da Zalone, la tranquillità vacilla per un imprevisto: se in “Sole a catinelle” era il figlio che se fosse stato promosso con “tutti dieci” avrebbe ricevuto una vacanza, in “Quo Vado” è il governo che con la riforma della pubblica amministrazione taglia le province. La dirigente del ministero pur di far dimettere Checco lo fa trasferire nelle più impervie località italiane, lui risponde con tenacia ed eroismo asservendosi pur di mantenere il posto fisso. La dirigente lo trasferisce così al Polo Nord, in una base scientifica italiana difendendo i ricercatori dall’attacco degli orsi polari: Checco sta per cedere, ma giunge - come negli altri film - una donna che lo migliora. Stavolta è Valeria, ricercatrice che gli farà scoprire quanto possano essere vasti gli orizzonti della vita.

Intervista. A “Che tempo che fa” di Fabio Fazio Checco Zalone ha ammesso di  aver deciso di "non realizzare scene per promuovere il film, ma sketch". Infatti invece che raccontare la trama ha intonato una canzone, "La prima Repubblica". Alla stessa maniera ciò che pare casuale nel film non lo è: la storia incede con la razionalità che nasce dal carattere di Checco, dalla co-abitazione con i genitori alla relazione da pseudo-fidanzato, fino al trasferimento al Polo Nord. Come per “Cado dalle nubi” (2011) dove Checco sognava di diventare cantante, per “Che bella giornata” (2011) in cui si innamora di una studentessa d’architettura che in realtà è una terrorista.

Comicità. Checco Zalone non si basa sugli equivoci dei film di Roberto Benigni: “Johnny Stecchino” (1991), “Il mostro” (1994). È più in sintonia con un gusto del pubblico che da eterno ragazzo scopre la maturità, tanto da guadagnare 51.8 milioni di euro (“Sole a catinelle”), 43.4 milioni (“Che bella giornata”). Una comicità semplice sorretta da una trama lineare.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Checco Zalone
Film correlati
Quo vado



 
Galleria fotografica
Articoli correlati

Francesco De Gregori, superate 110 mila visite su YouTube canta con Checco Zalone su Facebook

Francesco De Gregori e Checco Zalone si sono esibiti alla libreria Feltrinelli di Bari, improvvisando una canzone. Album Vivavoce. Francesco de Gregori era nella libreria per presentare l’ultimo lavoro discografico, “Vivavoce”. Checco Zalone ha intonato una canzone umoristica alla tastiera: De Gregori ascolta e poi esordisce acco...

 

Paolo Sorrentino e Checco Zalone: battono Paolo Virzì, sono i registi più potente del cinema italiano

Paolo Sorrentino, il regista napolatena, trionfatore agli Oscar per "La Grande bellezza" è al primo posto insieme a Checco Zalone nella Power List del mensile "Ciak", così è tra gli uomini più potenti del cinema italiano. Il regista sarà di nuovo al cinema con "La Giovinezza". Power List. Il mensile "Ciak" stila ...

 

Checco Zalone: film Sole a catinelle 8 milioni di biglietti, secondo solo a I miserabili

Checco Zalone. L'estroso attore, comico e cabarettista pugliese Checco Zalone, che è pure imitatore, cantautore, musicista, presentatore tv e sceneggiatore,  può dirsi orgogliosissimo della sua terza interpretazione al cinema. Film. Dopo “Cado dalle nubi” del 2009 e “Che bella giornata” del 2011, l'opera...

 

Checco Zalone, le frasi del film più visto in Italia

Checco Zalone, popolare comico pugliese cresciuto nel vivaio di Zelig, sta andando ormai per la sua strada da comico e regista professionista. Dopo gli esordi di "Cado dalle nubi", il suo nuovo film "Sole a catinelle" ha frantumato ogni tipo di record al botteghino. Oltre 50 milioni di Euro di incasso per 8 milioni di Euro di spettatori: super...

 

Natale al cinema, i film guardano al Box office da Lo hobbit a La vita è meravigliosa

Il Natale è il periodo in cui l’offerta cinematografia aumenta. Molti spettatori riservano a queste festività la possibilità annuale di recarsi al cinema, sia per la maggior propensione alla spesa che per la diluizione degli impegni lavorativi. E il mercato cinematografico forte di questa domanda riserva le pellicole con ...

 

Checco Zalone: superato 'Titanic', il comico pugliese festeggia gli 8 milioni di incasso di 'Sole a catinelle'

Checco Zalone, l’ultimo film che vede protagonista il comico pugliese sta riscuotendo un enorme successo. Si intitola ‘Sole a catinelle’ ed è stato diretto da Gennaro Nunziante. Il film è uscito nelle sale cinematografiche il 31 ottobre, distribuito da Medusa Film. A soli due giorni dall'uscita al cinema, 'Sole a ...

 

Checco Zalone: story on the road in 1200 copie dal 31 ottobre

Checco Zalone, all'anagrafe Luca Pasquale Medici, uno dei comici nonché registi più in voga del momento, padre di Gaia avuta con la compagna Mariangela Eboli, ha esordito sul grande schermo con "Cado dalle nubi", opera autobiografica del 2009 in cui interpreta il personaggio di sé stesso. Poi, con la commedia leggera "Che ...

 

Checco Zalone: una storia on the road esilarante dalla Liguria al Molise

Checco Zalone, all'anagrafe Luca Pasquale Medici, uno dei comici nonché registi più in voga del momento, padre di Gaia avuta con la compagna Mariangela Eboli, ha esordito sul grande schermo con "Cado dalle nubi", opera autobiografica del 2009 in cui interpreta il personaggio di sé stesso. Poi, con la commedia leggera "...

 

Checco Zalone, racconto on the road per Sole a catinelle che si preannuncia campione d'incassi

Checco Zalone ci riprova con “Sole a catinelle”. Tenterà di bissare il successone del suo precedente film, “Che bella giornata”, con cui ha  incassato quasi quarantasette  milioni di euro. L'attore e produttore cinematografico Pietro Valsecchi, che ha avuto il merito di lanciare Zalone, si sbilancia pronosti...

 

Checco Zalone: dopo Che bella giornata torna al cinema con Sole a Catinelle

E' finalmente pronto "Sole a catinelle", la nuova commedia di Checco Zalone scritto con il fedele Gennaro Nunziante e prodotta dalla Medusa. Dopo il record di incassi con la pellicola "Che bella giornata" che ha sfiorato i 45 milioni di euro (diventando il secondo film dopo Avatar più visto di sempre in Italia), l'attore ci riprova con un fi...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni