X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Libri Guareschi, Mondo piccolo: Gente così, indimenticabili don Camillo e Peppone

05/02/2014 14:00
Libri Guareschi Mondo piccolo Gente così indimenticabili don Camillo Peppone

Classici - Giovanni Guareschi, "Mondo piccolo. Gente così": nel 1980 la Rizzoli pubblica la raccolta di racconti inedita con protagonisti don Camillo e Peppone. Dei venti esilaranti episodi, ne proponiamo due.

Mondo piccolo. Gente così - Giovannino Guareschi nasce a Fontanelle di Roccabianca in provincia di Parma nel 1908. A dispetto del nome, ha una stazza imponente. Celebre per il baffo e il carattere sanguigno, Guareschi pubblica nel 1948 "Mondo Piccolo. Don Camillo" per Rizzoli, il primo di una serie di avventure con protagonisti gli intramontabili Don Camillo e Peppone: le loro rocambolesche avventure raccolgono un successo senza precedenti anche all'estero.
La saga del parroco di campagna e del sindaco comunista, ambientata durante l'immediato dopoguerra, in un paesino della bassa padana, diventerà altrettanti piccoli capolavori del grande schermo, grazie alle memorabili interpretazioni di Fernandel e Gino Cervi.
A dodici anni dalla scomparsa di Guareschi, nel 1980, Rizzoli dà alle stampe una raccolta di racconti inediti, "Mondo piccolo. Gente così": venti episodi in cui Camillo e Peppone tornano a deliziare il pubblico che non li ha mai dimenticati. Con un appunto a margine della raccolta, ammonisce Guareschi: “Così vi racconto, amici miei, in che modo sono nati il mio pretone e il grosso sindaco della Bassa. Già troppe volte li ho tirati in ballo costringendoli a fare le cose più strampalate dell'universo. Tanto strampalate che sono perfino vere...”.

Libro Sebastiao Salgado, Dalla mia terra alla terra

Gli irregolari – Capo-staffetta del comune a capo della volante-proletaria, lo Smilzo è un immorale e uno spudorato: convive con l'amante, la Moretta, rifiutando di regolarizzare l'unione con il sacramento del matrimonio. In paese, alla Moretta la chiamano la "mantenuta dello smilzo". Eppure è una grande lavoratrice. Le beghine la additano come una "sporcacciona" che gira “in bicicletta da corsa mostrando il sedere come la faccia”. Giuntale le male chiacchiere, da quel giorno, la Moretta indossa una tuta blu con il fazzoletto rosso al collo che non si toglierà più. Le vecchie non si arrendono e bussano alla porta di Peppone: come sindaco ha il dovere di tutelare la moralità pubblica. Anche don Camillo tenta il possibile, ma sia lo Smilzo che la Moretta non vogliono sentire ragioni, rimarranno compagni tuonando: “Il Padreterno se avesse stabilito che gli uomini e le donne si devono udire per mezzo del matrimonio, nel Paradiso terrestre ci avrebbe messo, oltre ad Adamo ed Eva, anche un prete! Verrà il giorno in cui la gente capirà che il matrimonio è una condanna alla galera e si sposerà senza il bisogno di preti e allora ci faremo tante feste da ballo nelle chiese!”
Sante parole proletarie. Tuttavia, tutto cambia quando allo Smilzo e alla Moretta nasce una bellissima creatura: torneranno dal parroco per battezzarla. Ma don Camillo si limiterà a soddisfare la richiesta di quei due “mammalucchi”?

Libro L'Atelier dei miracoli di Valérie Tong Cuong

In abito simulato – Peppone è sul treno quando scorge don Camillo senza la sottana del prete: perché si è travestito? Dimenticando l'acquisto dei pezzi di ricambio per il trattore, si copre la faccia con l'Unità e decide di seguirlo in incognita. Giunti alla stazione di Milano, si lancia all'inseguimento. Incontra un fotografo ambulante e non ci pensa due volte. Gli chiede di fotografare “quell'omaccio col paletò marrone e il cappello grigio” senza farsi notare: sei cartoline e un ingrandimento per la “modica” cifra di seimila lire, tremila subito. Il resto ad avvenuta consegna delle copie per il primo pomeriggio all'indirizzo della Fotoscat, la migliore di Milano. Peppone prosegue il taccheggiamento. Don Camillo sembra bighellonare senza meta. A Piazza della Scala, la faccenda si complica a causa della folla. Don Camillo attraversa la Galleria, gira lungo i portici di Piazza Duomo e scompare. Perso ormai le speranze, Peppone lo individua sulla soglia della Rinascente. Lo segue per tutte le scale mobili fino all'ultimo piano. Subito dopo, è costretto a rifarle, tutte in discesa. S'infila in una tassì. Osserva don Camillo davanti al portone della Montecatini immaginandosi complotti tra il clero vatico-americano e l'industria chimica alla vigilia delle elezioni. Ma davanti al portone di cristallo a due battenti scorrevoli funzionanti tramite una cellula fotoelettrica, don Camillo non fa che entrare e uscire divertito.
Poi a piedi verso una manifestazione di protesta circondata dalla Celere. Don Camillo vi rimane inghiottito tra le legnate dei celerini. Riesce a rifugiarsi dentro un caffè con Peppone sempre alle calcagne. Nel caffè è Peppone a prendersi le legnate, circondato da una trentina di “facce proibite” che lo individuano come “porco fascista”.
Finalmente Peppone e don Camillo si ritrovano su una panchina del parco:
«- Certo, - osservò molto sarcastico Peppone, - questi agenti del governo clericale che non rispettano neppure un sacerdote!...
- Ma anche questi comunisti che non rispettano neppure i compagni di fede!... - replicò don Camillo».
Infine, tutto è bene quello che finisce bene. Peppone raggiunge la Fotoscat, ma la ditta non esiste. Sul treno di ritorno, confida a don Camillo che Milano non è poi un gran che, mentre il parroco non riesce a togliersi dalla mente le meraviglie tecnologiche della scala mobile e del portone della Montecatini: «Una volta che fu arrivato a casa, don Camillo andò a inginocchiarsi davanti al Cristo dell'altar maggiore.
- Già di ritorno, don Camillo? Non ti sei divertito?
- Sì, Gesù, molto: ma non bisogna mai abusare dei divertimenti.
Sagge parole.»

Libro Carnevale in giallo: lo raccontano gli autori di casa Sellerio

Forse nessuno come Guareschi è riuscito a illuminare i pittoreschi umori della provincia italiana: le vicende di don Camillo e Peppone restano un incomparabile caposaldo della letteratura.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Carla Paulazzo
Home
 
Altri articoli Home

Spider-Man: Homecoming, incontro con Tom Holland e Jon Watts

"Spider-Man: Homecoming" uscirà nelle sale cinematografiche italiane il 6 luglio.  Abbiamo partecipato all'incontro stampa a Roma con il registra Jon Watts e l'attore protagonista Tom Holland.  Il film concede al pubblico un rinnovato sguardo sulle vicende del celebre supereroe dei fumetti Marvel. Nel cast sono presenti anche&nbs...

 

Conferenza Microsoft all'E3 di Los Angeles: il futuro di Xbox

La Conferenza Microsoft all’E3 2017 era fortemente attesa soprattutto per la presentazione della nuova console casalinga, Xbox One X, e i giochi che potessero sfruttare le caratteristiche tecniche della macchina, ad oggi la più potente mai creata. Accanto ai videogiochi in esclusiva per Xbox, grande attenzione è stata data alle ...

 

Panini Disney, le nuove storie di Topolino all'insegna del fantasy.

“E.B. L'Extra-Terrestre”, Topostorie 39, è in uscita il 5 luglio al prezzo promozionale di € 3,60 per Panini Disney. L'albo, di 240 pagine, sarà a firma di autori vari. Tra le storie, quello inedita di Massimo Marconi (sceneggiatura) e Salvatore Deiana (disegni) che vede Topolino decidersi per una vacanza all'insegna...

 

Sette giorni in Grecia è un bellissimo racconto di viaggio pubblicato da BeccoGiallo

Sette giorni in Grecia è un fumetto pubblicato dalla casa editrice BeccoGiallo che racconta un viaggio alla scoperta di un paese bellissimo. Il libro è stato scritto da Emanuele Apostolidis e disegnato da Isacco Saccoman, tra queste pagine troviamo la bellezza e tantissime curiosità della Grecia come solo chi l’ha visitat...

 

Recensione La scimmia e il melograno è la nuova storia pubblicata dalla casa editrice Orecchio Acerbo

La scimmia e il melograno è una storia breve per bambini dagli otto anni in su pubblicata in questo mese di giugno dalla casa editrice Orecchio Acerbo. La storia che viene raccontata è stata scritta da Serenella Quarello e disegnata da Lucie Müllerovà. L’albo che contiene 64 pagine e misura 21x28 centimetri, racconta...

 

Rimini Comix, al via dal 20 luglio con tante novità

Rimini Comix, torna l'appuntamento estivo con la mostra-mercato dedicata al fumetto: la fiera del fumetto, a ingresso gratuito, si svolgerà dal 20 al 23 luglio in Piazza Federico Fellini, davanti al Grand Hotel. Tra gli eventi annunciati, Ori Cosplay International con protagonista l'acclamato artista belgradése, amatissimo dai Cospla...

 

MotoGP 17, recensione videogame per PS4 e Xbox One

MotoGP 17 è il videogioco ufficiale sul campionato di motociclismo sviluppato dall’italiana Milestone, con l’intera licenza delle categorie Moto3, Moto2 e, ovviamente, MotoGP. La serie, passata in pianta stabile nel 2013 alla casa di sviluppo milanese, rappresenta un buon mix tra arcade e alcune caratteristiche da simulatore, anc...

 

Panini Comics, Neon Genesis Evangelion: il manga tratto dall'anime di Hideaki Anno

Panini Comics annuncia la ristampa di “Neon Genesis Evangelion”, il cui primo numero è in uscita il 29 giugno per Planet Manga. Si tratta della seconda ristampa sotto il segno di “Evangelion Collection”, manga cult a firma di Yoshiyuki Sadamoto che ha debuttato in Giappone nel 1994, pubblicato da Shōnen Ace, fino...

 

BAO Publishing, I racconti dei vicoletti: l'atleta diversamente abile incoraggiata dal nonno

BAO Publishing pubblica “I racconti dei vicoletti” di Nie Jun, tra le opere fumettistiche accuratamente selezionate per inaugurare una nuova collana in omaggio ai moderni comics orientali provenienti dalla Cina. La trama de “I racconti dei vicoletti” ha come protagonista la piccola Yu'er, ritenuta non idonea al corso di nuo...

 

DiRT 4, recensione videogame per PS4 e Xbox One

DiRT 4 è il videogioco rallistico sviluppato da Codemasters, regina dei titoli automobilistici arcade, storica creatrice della saga di Toca Race Driver e del successore spirituale Grid, oltre al recente Dirt Rally, uscito lo scorso anno su PS4 e Xbox One. Se nella precedente generazione i Dirt hanno rappresentato uno spettacolare connubio tr...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni