X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Libri Guareschi, Mondo piccolo: Gente così, indimenticabili don Camillo e Peppone

05/02/2014 14:00
Libri Guareschi Mondo piccolo Gente così indimenticabili don Camillo Peppone

Classici - Giovanni Guareschi, "Mondo piccolo. Gente così": nel 1980 la Rizzoli pubblica la raccolta di racconti inedita con protagonisti don Camillo e Peppone. Dei venti esilaranti episodi, ne proponiamo due.

Mondo piccolo. Gente così - Giovannino Guareschi nasce a Fontanelle di Roccabianca in provincia di Parma nel 1908. A dispetto del nome, ha una stazza imponente. Celebre per il baffo e il carattere sanguigno, Guareschi pubblica nel 1948 "Mondo Piccolo. Don Camillo" per Rizzoli, il primo di una serie di avventure con protagonisti gli intramontabili Don Camillo e Peppone: le loro rocambolesche avventure raccolgono un successo senza precedenti anche all'estero.
La saga del parroco di campagna e del sindaco comunista, ambientata durante l'immediato dopoguerra, in un paesino della bassa padana, diventerà altrettanti piccoli capolavori del grande schermo, grazie alle memorabili interpretazioni di Fernandel e Gino Cervi.
A dodici anni dalla scomparsa di Guareschi, nel 1980, Rizzoli dà alle stampe una raccolta di racconti inediti, "Mondo piccolo. Gente così": venti episodi in cui Camillo e Peppone tornano a deliziare il pubblico che non li ha mai dimenticati. Con un appunto a margine della raccolta, ammonisce Guareschi: “Così vi racconto, amici miei, in che modo sono nati il mio pretone e il grosso sindaco della Bassa. Già troppe volte li ho tirati in ballo costringendoli a fare le cose più strampalate dell'universo. Tanto strampalate che sono perfino vere...”.

Libro Sebastiao Salgado, Dalla mia terra alla terra

Gli irregolari – Capo-staffetta del comune a capo della volante-proletaria, lo Smilzo è un immorale e uno spudorato: convive con l'amante, la Moretta, rifiutando di regolarizzare l'unione con il sacramento del matrimonio. In paese, alla Moretta la chiamano la "mantenuta dello smilzo". Eppure è una grande lavoratrice. Le beghine la additano come una "sporcacciona" che gira “in bicicletta da corsa mostrando il sedere come la faccia”. Giuntale le male chiacchiere, da quel giorno, la Moretta indossa una tuta blu con il fazzoletto rosso al collo che non si toglierà più. Le vecchie non si arrendono e bussano alla porta di Peppone: come sindaco ha il dovere di tutelare la moralità pubblica. Anche don Camillo tenta il possibile, ma sia lo Smilzo che la Moretta non vogliono sentire ragioni, rimarranno compagni tuonando: “Il Padreterno se avesse stabilito che gli uomini e le donne si devono udire per mezzo del matrimonio, nel Paradiso terrestre ci avrebbe messo, oltre ad Adamo ed Eva, anche un prete! Verrà il giorno in cui la gente capirà che il matrimonio è una condanna alla galera e si sposerà senza il bisogno di preti e allora ci faremo tante feste da ballo nelle chiese!”
Sante parole proletarie. Tuttavia, tutto cambia quando allo Smilzo e alla Moretta nasce una bellissima creatura: torneranno dal parroco per battezzarla. Ma don Camillo si limiterà a soddisfare la richiesta di quei due “mammalucchi”?

Libro L'Atelier dei miracoli di Valérie Tong Cuong

In abito simulato – Peppone è sul treno quando scorge don Camillo senza la sottana del prete: perché si è travestito? Dimenticando l'acquisto dei pezzi di ricambio per il trattore, si copre la faccia con l'Unità e decide di seguirlo in incognita. Giunti alla stazione di Milano, si lancia all'inseguimento. Incontra un fotografo ambulante e non ci pensa due volte. Gli chiede di fotografare “quell'omaccio col paletò marrone e il cappello grigio” senza farsi notare: sei cartoline e un ingrandimento per la “modica” cifra di seimila lire, tremila subito. Il resto ad avvenuta consegna delle copie per il primo pomeriggio all'indirizzo della Fotoscat, la migliore di Milano. Peppone prosegue il taccheggiamento. Don Camillo sembra bighellonare senza meta. A Piazza della Scala, la faccenda si complica a causa della folla. Don Camillo attraversa la Galleria, gira lungo i portici di Piazza Duomo e scompare. Perso ormai le speranze, Peppone lo individua sulla soglia della Rinascente. Lo segue per tutte le scale mobili fino all'ultimo piano. Subito dopo, è costretto a rifarle, tutte in discesa. S'infila in una tassì. Osserva don Camillo davanti al portone della Montecatini immaginandosi complotti tra il clero vatico-americano e l'industria chimica alla vigilia delle elezioni. Ma davanti al portone di cristallo a due battenti scorrevoli funzionanti tramite una cellula fotoelettrica, don Camillo non fa che entrare e uscire divertito.
Poi a piedi verso una manifestazione di protesta circondata dalla Celere. Don Camillo vi rimane inghiottito tra le legnate dei celerini. Riesce a rifugiarsi dentro un caffè con Peppone sempre alle calcagne. Nel caffè è Peppone a prendersi le legnate, circondato da una trentina di “facce proibite” che lo individuano come “porco fascista”.
Finalmente Peppone e don Camillo si ritrovano su una panchina del parco:
«- Certo, - osservò molto sarcastico Peppone, - questi agenti del governo clericale che non rispettano neppure un sacerdote!...
- Ma anche questi comunisti che non rispettano neppure i compagni di fede!... - replicò don Camillo».
Infine, tutto è bene quello che finisce bene. Peppone raggiunge la Fotoscat, ma la ditta non esiste. Sul treno di ritorno, confida a don Camillo che Milano non è poi un gran che, mentre il parroco non riesce a togliersi dalla mente le meraviglie tecnologiche della scala mobile e del portone della Montecatini: «Una volta che fu arrivato a casa, don Camillo andò a inginocchiarsi davanti al Cristo dell'altar maggiore.
- Già di ritorno, don Camillo? Non ti sei divertito?
- Sì, Gesù, molto: ma non bisogna mai abusare dei divertimenti.
Sagge parole.»

Libro Carnevale in giallo: lo raccontano gli autori di casa Sellerio

Forse nessuno come Guareschi è riuscito a illuminare i pittoreschi umori della provincia italiana: le vicende di don Camillo e Peppone restano un incomparabile caposaldo della letteratura.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Carla Paulazzo
Home
 

Altri articoli Home

Days Gone, anteprima videogame Sony per PS4

Days Gone è un videogioco d’azione ambientato in un mondo aperto, un’enorme mappa dove sopravvivere a gruppi di nemici umani e orde di zombie. La presentazione di due anni fa, all’E3, aveva mostrato un titolo dalle tinte avvicinabili a The Last Of Us, ma dai connotati decisamente più survival, con decine di non morti...

 

Recensione L'ultimo giorno in Vietnam, un bellissimo fumetto di Will Eisner pubblicato da 001 Edizioni

L'ultimo giorno in Vietnam è un bellissimo fumetto scritto e disegnato dalla leggenda della nona arte Will Eisner. All’interno dell’albo si trovano diverse storie raccolte in modo casuale, senza seguire una linea temporale, dallo stesso Eisner. La casa editrice 001 Edizioni ha deciso di ripubblicare nei primi giorni di luglio que...

 

Recensione Rise of the Black Flame il fumetto scritto da Mike Mignola per Dark Horse Comics

Rise of the Black Flame è il nuovo fumetto pubblicato dalla casa editrice Dark Horse Comics, che unisce tutti e cinque i numeri di questa incredibile serie uscita lo scorso anno. Grazie al grande successo ottenuto, la casa editrice ha deciso di pubblicare l’intera storia in un unico volume. All’interno di questo bellissimo albo, ...

 

Final Fantasy XII: The Zodiac Age, recensione videogame per PS4 e Xbox One

Final Fantasy XII: The Zodiac Age è la riedizione di un videogioco particolare, un capitolo fatto di ottime idee e importanti innovazioni all’interno di quello che era a suo tempo il brand di Final Fantasy. La saga si era sempre poggiata su un sistema di combattimento a turni ed incontri casuali, peculiare dei giochi di ruolo a stampo ...

 

Wolfenstein II: The New Colossus, anteprima videogame Bethesda per PS4 e Xbox One

Wolfenstein II: The New Colossus è il videogioco sviluppato da MachineGames e pubblicato da Bethesda Softworks, il seguito di uno dei migliori sparatutto degli ultimi anni, lo storico ritorno del tenente B.J. Blazkowicz. La saga ha segnato un intero genere, oltre che l’industria videoludica, con l’uscita nel lontano 1992 di quell...

 

Recensione Wonder Woman l'Amazzone della collana Grandi Opere DC di Jill Thompson

Wonder Woman L’Amazzone è stato pubblicato all’interno della collana Grandi Opere DC e in Italia distribuito dalla Lion divisine di RW Edizioni. Questa nuova storia ci porta alle origini dell’eroina più famosa dell’universo DC Comics, com’è nata e da dove vengono i suoi grandi poteri, ma soprattutt...

 

Recensione The Interview la nuova graphic novel di Manuele Fior di Fantagraphics

The Interview è la nuova graphic novel pubblicata dalla casa editrice americana Fantagraphics, scritta e disegnata da Manuele Fior. L’autore ci porta in un futuro dove i cambiamenti non avvengono con una rivoluzione o con la fine del mondo ma attraverso processi mentali che poco a poco cambiano il modo di pensare. I contatti con gli ex...

 

Crash Bandicoot N.Sane Trilogy, recensione per PS4: il ritorno della mascotte PlayStation

Crash Bandicoot N.Sane Trilogy è un pezzo di storia del videogioco, la collezione completamente restaurata dei primi tre storici capitoli usciti su PlayStation, un ricordo a cui tantissimi videogiocatori sono legati. Proprio l’aspetto nostalgico ha convinto Activison ad affidare al team interno Vicarious Visions il compito di riportare...

 

Recensione film Spider-Man: Homecoming

Spider-Man: Homecoming costituisce un nuovo e promettente inizio per l’eroe Marvel Comics. Un avvio che propone alcune interessanti novità rispetto ai film del passato. Dopo gli Avengers, Ant-Man e la serie "Guardiani della Galassia", la Marvel, con questo nuovo lungometraggio, continua a proporre avventure accattivanti che uniscono un...

 

Dynamite Entertainment, John Wick: dal film al fumetto in uscita

Dynamite Entertainment annuncia l'uscita per settembre del fumetto “John Wick”. Il progetto nasce grazie alla collaborazione della casa editrice con la Lionsgate Films. La trama verterà sulle origini del popolare sicario interpretato per il grande schermo da Keanu Reeves. Dunque, seguiremo un giovane protagonista appena uscito d...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni