X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Intervista a Momar Gaye, il reggae insegna il perdono

18/10/2013 11:16
Intervista Momar Gaye il reggae insegna il perdono

Momar Gaye risponde alle domane di Mauxa per la rubrica "Di che cultura sei?"

Mauxa intervista Momar Gaye, cantante reggae che ha pubblicto il nuovo album “Exodus” per l’etichetta One Drop Records. L’album vede la collaborazione di Jah Mason e Junior Kelly.

D. Nel singolo "Above and Beyond" dall'album "Exodus" affronti il tema del perdono come mezzo per costruire un futuro. Pensi che il reggae sia lo stile giusto per veicolare questi temi?
R. Il Reggae è uno stile musicale nato anche come protesta per la difesa dei diritti dei più deboli. È un genere che viene usato per parlare di temi sociali ma anche di pace e amore, e penso che il perdono sia un gran bel gesto di amore.

D. Con la tua etichetta discografica hai pubblicato vari album: quale è stata la difficoltà maggiore di essere anche imprenditore musicale?
R. È molto duro perché non avendo i mezzi finanziari va tutto molto in salita, diciamo che si gestisce da sé. La gran parte dei soldi guadagnati nei concerti viene investita di nuovo in produzione e promozione, quindi la grande difficoltà è la mancanza di struttura e finanze .

D. Qual è il tuo film, attore e attrice preferito e perché?
R. “Amistad” perché richiama alla coscienza sulla discriminazione. Come attrice: Jessica Alba e Gong Lee, perché sono loro... attore: Jim Carrey perché mi fa ridere.....


D. Qual è il tuo libro preferito e perché?
R. Il Corano, perché contiene tutto l'universo dalla creazione alla fine dei tempi, mi da tutte le risposte alle mie domande.

D. Qual è il tuo cantante e album che più ti ha influenzato e ti ricordi dove lo hai ascoltato?
R. Bob Marley, mi ricordo quando avevo circa sei anni, mio padre aveva nella sua collezione di vinili "Exodus". Ascoltavo il brano "Natural Mistic" e viaggiavo tra le "dimensioni mentali".

D. Qual è il tuo prossimo progetto?
R. Per il 2014 ci sono vari progetti in costruzione tra cui molte collaborazioni, molti brani nuovi e molti live con uno spettacolo particolare da presentare dal vivo.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Bob Marley,



Da non perdere






Ultime news
Recensioni