X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Isabelle Huppert, Brigitte in Folies Bergère ed Anne per Sang soo Hong

22/08/2013 09:48
Isabelle Huppert Brigitte in Folies Bergère ed Anne per Sang soo Hong

L'interprete francese, nata il 16 marzo del 1953 a Parigi e madre di tre figli avuti dal coniuge Ronald Chammah, recita nella commedia “Folies Bergère” di Marc Fitoussi ed impersona una donna spaesata in un trittico sentimentale in uscita oggi 22 agosto 2013: “In Another Country”, firmato alla regia dal sudcoreano Sang-soo Hong

Isabelle Huppert è Brigitte nell'opera “Folies Bergère” del regista e sceneggiatore Marc Fitoussi. Un lungometraggio attualmente in post produzione, che vede protagonista una coppia di agricoltori di mezz'età, intrappolati nella routine quotidiana. Invece l'attrice si cala nel ruolo di Anne in una pellicola di Sang-soo Hong intitolata “In Another Country”: v'impersona una turista francese in visita in una località di mare sudcoreana in quella che può definirsi una commedia leggera sul'eterna malinconia femminile. Parlando del film, la Huppert ha detto: “Per me è stato una passeggiata, una rêverie, una vacanza di poesia, ma in un contesto, la Corea del Sud,  inusuale, da cui deriva accanto alla barriera linguistica ogni genere di complicazione. Nell'altro paese ho da misurarmi con orizzonti sfuggenti, che non m'appartengono e non potrò mai conoscere”.

L'attrice francese, moglie di Ronald Chammah, ha recentemente interpretato tante nuove pellicole: dal film tv “Abus de Faiblesse” in cui è Maud, una  celebre regista divenuta emiplegica in seguito ad un'emorragia cerebrale, a “The Disappearance of Eleanor Rigby: Him” e “The Disappearance of Eleanor Rigby: Her” di Ned Benson, che parlano di una relazione amorosa ambientata a New York e narrata ora con gli occhi del partner maschile, ora attraverso il punto di vista della parte femminile.


Isabelle Huppert, dopo un'infanzia trascorsa a Ville-d'Avray, è stata incoraggiata in tenera età dalla madre a calcare le scene. Ha meritato per due volte il premio in qualità di miglior interprete  al Festival di Cannes (nel 1978 per “Violette Nozière” e nel 2001 per “La pianista”). E due volte ha vinto la Coppa Volpi al Festival di Venezia (nel 1988 per “Un affare di donne” e nel 1995 per “Il buio della mente”). In “Copacabana” di  Marc Fitoussi (2009) ha recitato insieme alla figliola Lolita.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Silvia Niri
Home
 
Personaggi correlati
Isabelle Huppert



 
Galleria fotografica
Da non perdere






Ultime news
Recensioni