X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

NBA 2K18, recensione videogame per PS4 e Xbox One

26/09/2017 14:30
NBA 2K18 recensione videogame per PS4 Xbox One

NBA 2K18 torna con il suo appuntamento annuale, confermandosi ancora una volta come il miglior simulativo di basket sul mercato

NBA 2K18 è il videogioco annuale di basket targato 2K Games, regina indiscussa nel panorama cestistico virtuale. Come ogni anno, l’uscita settembrina porta con sé tutte le novità e le licenze della lega americana di basket, insieme ad alcune squadre europee e un nutrito carnet di compagini storiche. Il lavoro di affinamento della casa di sviluppo avvicina sempre più l’esperienza virtuale a quella reale, con animazioni, movenze e un impianto tecnico di primo livello. NBA 2K18 è, infatti, il miglior esponente del suo genere di appartenenza, con una vicinanza allo sport di riferimento estrema, come nessun altro titolo sportivo riesce a replicare. Il desiderio di realismo e simulazione trova ancora una volta la sua massima espressione nella serie NBA 2K, una strada intrapresa da diversi anni e che capitolo dopo capitolo trova sempre maggior compimento.

La modalità Il Mio Giocatore di NBA 2K18 rappresenta la parte centrale della Carriera, con una personalizzazione del personaggio che introduce alle meccaniche e alla crescita del nostro giocatore. Per chi volesse saggiare l’impianto narrativo del titolo, può scaricare gratuitamente da PSN e Xbox Live la demo introduttiva The Prelude, che conduce il giocatore verso i riflettori del basket professionistico. Giocare nei campetti di periferia è il primo passo verso il sogno dell’NBA, un passaggio che continua nelle squadre universitarie fino al luccicante draft della serie maggiore. Le diverse fasi della storia sono scandite da filmati di intermezzo, oltre a fasi di relax in una sorta di piccola mappa open-world, Vita di Quartiere, dopo poter interagire con altre persone, acquistare scarpe, modificare il taglio di capelli. Il Mio GM invece permette di amministrare squadra e risorse economiche della stessa, con una gestione sia sul piano tattico che societario., nel ruolo di dirigente. Oltre alle due modalità più corpose, NBA 2K18 presenta svariate possibilità, con una mole di contenuti come sempre impeccabile. Accanto alla classica Esibizione, si può effettuare una Stagione con il nostro team preferito, potendo partire anche direttamente dai Playoff. Sullo stesso piano di quanto accade in Fifa con Ultimate Team, anche NBA permette di accumulare crediti e spenderli in pacchetti, ne La Mia Squadra, dove trovare carte e giocatori da assemblare nel nostro dream team. A completare il menù vi è la novità introdotta da Blacktop, una variante spensierata che ci conduce in sfide su campetti di periferia, potendo decidere il numero di giocatori, da 1vs1 fino al classico 5vs5.

Il gameplay di NBA 2K18 continua nel suo affinamento e perfezionamento, dopo aver raggiunto lo scorso anno un equilibrio quasi perfetto. Il controllo dei giocatori e la nostra bravura pad alla mano trovano un’immediata risposta ai comandi, dove studiare e trovare il momento giusto per effettuare un passaggio, un tiro da tre o un pick & roll. L’incedere dell’azione è in linea con quanto apprezzabile nella realtà, con un grande focus quindi su situazioni tattiche, sia offensive che difensive. Saper difendere è fondamentale per poter forzare l’avversario con tiri da lontano e lo stesso vale per noi, con l’intelligenza artificiale che limita le nostre azioni ripetute, adattandosi al nostro stile di gioco, obbligandoci quindi a variare il più possibile nella fase offensiva. Rispetto allo scorso anno si nota ancora una maggiore fisicità, che permette contatti più credibili e un peso dei giocatori convincente, in linea con la vena simulativa del titolo.



La grafica di NBA 2K18 è il punto più alto degli sportivi annuali, con una fedeltà nelle movenze e nei volti pressoché totale. Assistere ad una partita del gioco 2K è quanto di più vicino si possa vedere al basket reale, non solo per la cura con cui sono realizzati palazzetti, parquet ed elementi di contorno, ma proprio per il ritmo e le animazioni che legano ogni mossa dei giocatori. Il fotorealismo raggiunto è ottenuto dalla scansione di visi e corporature, con tagli di capelli e tatuaggi curati nel minimo dettaglio, insieme alle canottiere che si muovono e al sudore che scivola lungo la pelle degli atleti. Grande attenzione, inoltre, è stata posta nel differenziare ogni giocatore, con centinaia di animazioni differenti a seconda della tipologia di tiro e movimento effettuati.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Fabio Tosti
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

The Evil Within 2, recensione videogame per PS4 e Xbox One

The Evil Within 2 è il videogioco horror di Bethesda Softworks, il seguito di un apprezzato primo capitolo che ha saputo ridare nuova linfa agli action a sfondo horror, con una Campagna convincente e un ritmo azzeccato. Il lavoro del team di sviluppo Tango Gameworks, guidato da Shinji Mikami, lo storico creatore della saga di Resident Evil, ...

 

Avengers: Infinity War, i Vendicatori aggiornano il look

Con le prime foto dal set di Avengers: Infinity War, i fan scoprono diversi cambiamenti relativi ai costumi dei protagonisti. L'ex Captain America (Chris Evans), ora Steve Rogers, abbandonerà la tuta a stelle a strisce in favore di un umore dark, mentre Thor (Chris Hemsworth) e Vedova Nera (Scarlett Johansson)si equipaggiano di un look decis...

 

Dynamite Entertainment, Atari Force: esce il volume ispirato ai videogiochi degli Anni Ottanta

Dynamite Entertainment pubblica le miniserie comics ispirate ai videogiochi della console domestica Atari 2600 raccolte in unico volume. I due fumetti uscirono nella metà degli Anni Ottanta per DC Comics ed erano ispirati al mondo di Atari, Inc. la società, fondata nei primi Anni Settanta, capace di lanciare il mercato dei videogames....

 

Forza Motorsport 7, recensione videogame per Xbox One e PC

Forza Motorsport 7 è il videogioco sviluppato da Turn 10 in esclusiva per piattaforme Microsoft, con l’attuale versione per Xbox One e PC e il futuro aggiornamento per Xbox One X il prossimo 7 novembre. La serie automobilistica americana si è ritagliata con il passare degli anni uno spazio importante all’interno delle simu...

 

Green River Killer A True Detective Story il fumetto della Dark Horse Comics

“Green River Killer A True Detective Story” è il fumetto della casa editrice Dark Horse Comics pubblicato in paperback nel 2015 in America. Dopo molto tempo dalla sua uscita, questo intrigante fumetto diventerà un film e le redini del progetto sono state assegnate a Michael Sheen. Il team creativo del fumetto invece &egrav...

 

Recensione Dov'è la casa dell'aquila? La nuova graphic novel di Orecchio Acerbo

Dov'è la casa dell'aquila? è la nuova graphic novel per bambini della casa editrice Orecchio Acerbo. Lo scorso 12 ottobre questo albo è uscito in tutte le fumetterie italiane. L'albo illustrato è composto da 28 pagine ed è adatto a tutti i bambini dai 4 anni in su. L'intera graphic novel è stata realizzata ...

 

La Terra di Mezzo: L'Ombra della Guerra, recensione videogame per PS4 e Xbox One

La Terra di Mezzo: L'Ombra della Guerra è il videogioco sviluppato da Warner Bros Interactive Entertainment, l’incarnazione videoludica che utilizza luoghi ed immaginario de Il Signore degli Anelli di J.R.R Tolkien, con una struttura narrativa personale e incentrata sul personaggio dalla doppia anima di Talion e Celebrimbor. L’Om...

 

Justice League, Wonder Woman leader indiscussa

Il nuovo trailer “Heroes” di Justice League rivela scene spettacolari promettendo siparietti comici. Nella sequenza iniziale compare anche Henry Cavill nei panni di Superman, ma è una scena immaginata da Lois Lane (Amy Adams), l'adorata collega ora in lutto. Tra i fan, oltreoceano, c'è chi comincia a dubitare dell'effetti...

 

La filosofia di Marie Kondo in una spassosa graphic novel

Marie Kondo è la beniamina di milioni di donne che, grazie a lei, si possono avvalere del suo metodo, ribattezzato dalla stessa autrice KonMari, per tenere in ordine casa. “Il magico potere del riordino” debutta in Giappone nel 2011, mentre in Italia arrriva tre anni dopo grazie alla casa editrice Vallardi. Negli Stati Uniti, il ...

 

Marvel's Inhumans: i legami tra i protagonisti descritti nella prima puntata

La serie televisiva "Marvel's Inhumans" debutta questa sera su Fox  Nella prima puntata intitolata "Guardate gli umani" sono introdotti i personaggi principali, gli stessi creati da Stan Lee e Jack Kirby e comparsi per la prima volta nei fumetti pubblicati da Marvel Comics.  Gli "inumani" sono dotati di abilità straordinarie e vi...

 


Da non perdere
Ultime news
Recensioni
pixel sony skin pixel sony skin