X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Monaco di Baviera Film Festival: 'sperimentiamo stili', intervista alla direttrice

30/06/2017 08:00
Monaco di Baviera Film Festival 'sperimentiamo stili' intervista alla direttrice

Mauxa ha intervistato Diana Iljine, direttrice del Munich International Film Festival

Il Munich International Film Festival (Filmfest München) è il più grande festival del cinema estivo in Germania. Si svolge in questi giorni, e ogni anno ospita circa 200 lungometraggi e documentari, con circa 80.000 spettatori. Si svolge a Monaco Gasteig: Monaco subì le occupazioni degli Asburgo nel 1704 e il 1742 e nel fu capitale del nuovo regno di Baviera. Qui nacque Elisabetta di Baviera, sposata poi con Francesco Giuseppe I d’Austria e divenuta Sissi.

Mauxa ha intervistato la direttrice del Festival, Diana Iljine.

D. Puoi dirci su cosa verte la programmazione di quest’anno?

Monaco Film Festival. Il Festival ospita molti film contemporanei provenienti da tutto il mondo, con una retrospettiva su Sofia Coppola. Il programma di quest'anno ha due grandi tematiche: resistenza creativa e giovani in movimento.

D, Come mai avete scelto questi temi?

M. F. F. Perché molti filmmakers si trovano a confrontarsi con la stessa domanda: cosa succede intorno a noi, in Europa e in tutto il mondo, politicamente e dal punto di vista socio-economico? Ognuno di loro trova un angolo artistico unico per esprimere il loro punto di vista individuale. Oltre a ciò, il Munich Film Festival proietterà la prima mondiale del primo documentario cinematografico su Bud Spencer, “They Called Him Bulldozer” di Karl-Martin Pold.

D. Il Filmfest Nights Out cos’è?

M. F. F. Si tratta di incontri unici tra i registi, l'industria cinematografica e gli appassionati di cinema. Si combina la passione per il cinema con un'atmosfera rilassata, dove le persone si incontrano prima e dopo le proiezioni. Tra panel e domande.

D. Ci saranno molti film italiani?

M. F. F. Sì, Giovanni. Uno dei nostri programmatori, Christoph Gröner scopre le tendenze emergenti del nuovo cinema italiano. Quest'anno ci si concentra su come la ribellione di una generazione dell'Italia protesti contro lo status quo: uno dei film salienti sarà “Fortunata” di Sergio Castellitto che ha vinto il premio come migliore attrice per l’interpretazione di Jasmine Trinca nella sezione Un Certain Regard al Festival di Cannes. Poi ci sarà “Cuori Puri” di Roberto de Paolis su una ragazza adolescente che spinge i confini della sua stretta educazione cattolica. Infine “Dalida” di Liza Azuelos sulla famosa cantante e attrice non convenzionali, interpretata dal promettente Sveva Alviti.

D. Quindi il Festival alterna film selezionati con un forte rigore ad una certa convivialità.

M. F. F. Effettivamente sì. Ad esempio non c’è un mercato cinematografico come a Cannes o Berlino, ma è ugualmente un punto di incontro importante per l'industria cinematografica, specialmente con particolare attenzione al mercato tedesco, dove il Festival è una piattaforma di networking centrale per l'industria, i distributori e i filmmakers. Si potrebbe dire: il nostro mercato cinematografico si svolge presso il giardino della birra.

D. Il festival è nato nel 1983, divenendo il secondo più importante della Germania dopo Berlino. Un ottimo traguardo.

M. F. F. Negli ultimi anni il Filmfest München è cresciuto molto: sta attirando sempre più star internazionali. È diventata una piattaforma di networking centrale per l'industria cinematografica, e una delle più grandi piattaforme per i giovani registi tedeschi. Dal 2013 presenta anche delle proiezioni speciali di serie televisive, come la serie italiana “Gomorra” nel 2014.

  D. Monaco di Baviera ha circa 1,5 milioni di abitanti. C’è vivacità cultura?

M. F. F. La città è sempre stata un centro culturale con ottimi teatri, un teatro d'opera rinomato (Il Teatro Nazionale dove Richard Wagner esordì con molte opere. n.d.r.), un'enorme varietà di musei e diversi cinema, con particolare attenzione alla cultura alta, molto simile all'Italia.

D. Quindi il Festival qui trova una collocazione ideale.

M. F. F. All’interno di questa scena culturale il nostro Festival si è affermato come un highlight estivo, dove sperimentare nuovi film provenienti da tutto il mondo. I turisti posso dovere la vita di Monaco di Baviera di notte, con una birra fredda bavarese assieme alle proiezioni all'aria aperta, vicino al fiume Isar. Ultimo ma non meno importante, Monaco è vicino all'Italia e alle Alpi. Come si dice il gergo: Monaco è la città più settentrionale d'Italia, dove si può provare un modo di vivere italiano.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Recensione del film ‘Most Beautiful Island’

Most Beautiful Island è il film di Ana Asensio uscito in questo giorni nelle sale statunitensi, ben accolto dalla critica. Lo stile è documentaristico, con la macchina da presa che pedina la protagonista Luciana (la stessa Ana Asensio) tra le peregrinazioni della metropoli di New York. Lei è immigrata ispanica, e nella citt&a...

 

Recensione film DC Comics, Justice League

Justice League è il film tratto dall’omonima serie a fumetti che unisce alcuni degli eroi più importanti della DC Comics in una trama che ha il prevalente scopo di presentare i personaggi al grande pubblico. L’inizio di una nuova ed attesa saga dove l’inevitabile esigenza di calare i protagonisti nella storia e di pr...

 

The Force, David Mamet scriverà il film diretto da James Mangold

La Fox ha annunciato che il 1 marzo 2019 sarà la data di uscita ufficiale di “The Force”, il thriller poliziesco diretto da James Mangold, regista di “Logan” e “Walk the Line – Quando l’amore brucia l’anima”. Il film sarà un adattamento dell’omonimo romanzo di Don Winslow (e...

 

Quentin Tarantino, il nuovo film prevede un budget da 100 milioni di dollari

Per il nuovo film di Quentin Tarantino si è avviata una gara nella scelta del distributore. Dopo lo scandalo sul produttore Harvey Weinstein, la sua società Weinstein Company non si occuperà più della distribuzione dei film di Tatantino, chiudendo una collaborazione avviata nel 1992 con "Le iene”. A contendersi l...

 

Recensione del film The Big Sick

The Big Sick è il film di Michael Showalter con Kumail Nanjiani, Zoe Kazan, Holly Hunter. Kumail (Kumail Nanjiani) è un giovane comico di standup di Chicago, usa la sua auto con Uber e la notte si esibisce. Negli sketch ironizza sulla cultura pakistana, e questo aspetto è tenuto nascosto alla famiglia musulmana.Durante uno spe...

 

Film più visti della settimana, ‘Thor: Ragnarok’ e ‘Daddy's Home 2’ ai primi posti

Il box office ufficiale dei film più visti negli Stati Uniti dal 10 al 12 novembre 2017 conferma al primo posto "Thor: Ragnarok” (212.068.013 dollari,  leggi l’articolo): Thor lotta contro l’ex alleato Hulk, impedendo anche ad Hela di distruggere la civiltà asgardiana. Al secondo posto c’è la novit...

 

Cate Blanchett, è horror il nuovo film tratto da un romanzo

Cate Blanchett dopo il ruolo di Hela nel film “Thor: Ragnarock” lavorerà ad un film horror. “The House with a Clock in its Walls” è tratto da un romanzo del 1973, scritto da John Bellairs. L'orfano Lewis Barnavelt (Owen Vaccaro) si trasferisce nella città di New Zebede, nel Michigan. Qui abita lo zio Jo...

 

Lav Diaz, il nuovo film è un’opera rock

Lav Diaz, vincitore del Leone d’oro al Festival di Venezia 2016 con “The Woman Who Left” è al lavoro al nuovo film, dal titolo "Ang Panahon ng Halimaw" (letteralmente, “La stagione del diavolo”). Il film mescola musica, opera rock e dramma. A produrlo è Bianca Balbuena, che ha già lavorato a &ldqu...

 

Agadah, intervista all’attore del film Alessio Boni

“Agadah” è il film di Alberto Rondalli nelle sale da questa settimana. Mauxa ha intervistato l’attore Alessio Boni, che in queste settimane è anche al cinema con “La ragazza nella nebbia” e la serie tv “La strada di casa”. D. Nel film “Agadah” interpreti Pietro Di Oria. Puoi racco...

 

Cosa regalano a Natale le star

Per le persone cosiddette normali, i regali consistono in oggetti di prezzo variabile: un libro, una sciarpa, nelle occasioni speciali un orologio, magari un gioiello. Raramente capita che qualcuno ci sorprenda il giorno del nostro compleanno regalandoci una Porsche. Quando parliamo di celebrità, questi parametri si rovesciano. Le star del ...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni