X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Blue Bloods 7, i motivi del successo di un police procedural di famiglia

05/09/2016 18:00
Blue Bloods 7motivi del successo di un police procedural di famiglia

Blue Bloods è una serie tv che continua ad ottenere un enorme appezzamento da parte del pubblico. Quali sono i motivi principali di questo successo? Proviamo a capire l'importanza del police procedural.

Blue Bloods è una serie tv statunitense di genere poliziesco, creata da Robin Green e Mitchell Burgess. Dal 2010 affascina gli spettatori con le vicende della famiglia Reagan, profondamente legata al New York City Police Department da generazioni. Dopo sei stagioni da ventidue episodi ciascuna - ad eccezione della terza stagione, che ha un episodio in più - CBS e il suo vasto pubblico continuano a seguire con vivo interesse le vicende di Blue Bloods, ormai pronto per la settima stagione.

Quali sono i motivi del successo di questa serie tv? Senza dubbio Blue Bloods è favorito da una trama ben articolata, che si snoda attorno alla figura di Francis "Frank" Reagan, interpretato da Tom Selleck. Come suo padre prima di lui, anche Frank è a capo del dipartimento, e i suoi figli lavorano con lui. Un elemento chiave nella costruzione delle dinamiche tra i personaggi, perché qui in pratica la famiglia è analizzata da un punto di vista privato e pubblico, tra sentimenti e dedizione al lavoro.

Dinamiche che il network CBS ha saggiamente articolato all’interno di un filone molto redditizio, ossia il police procedural, simile al classico giallo ma strutturato secondo regole precise e una trama definitiva, che contempla la presenza di una vera e propria squadra di investigatori a risolvere i casi (in questo caso addirittura la famiglia Reagan al completo), la presenza di più situazioni criminali non necessariamente connesse ma che coesistono all’interno di ogni singolo episodio e ultimo, ma non meno importante, la conoscenza spesso trasparente del nome del cattivo di turno.

Un genere, insomma, che ha sempre affascinato grandi e non solo fin dalla sua comparsa, e che ben si adatta al piccolo schermo, in quanto tende a mantenere alta la suspence, risolvendo e avanzando in un’immaginaria ma potente “classifica“ di casi risolti. Una vittoria di gruppo, un team work vincente, che porta ad infinite possibilità narrative.

Blue Bloods, in questa lettura, ha una marcia in più: è un police procedural che potremmo definire “di famiglia”. Ogni difficoltà, ogni indagine, ogni scontro, ogni vittoria porta in sé l’azione e l’emozione del gruppo famiglia e del singolo membro Reagan, che ormai conosciamo bene come i nostri vicini di casa. Conosciamo le loro parole, il loro modo di porsi, di parlare, di relazionarsi, di indagare. Tifiamo per loro e siamo soddisfatti quando le indagini volgono in loro favore. E’ un po’ come risolvere i nostri problemi di casa. Quelli di famiglia.

Non è dunque un caso che il police procedural ottenga tanto successo di critica e pubblico, così come Blue Bloods continui a mietere successi straordinari, con una sesta stagione che ha chiuso i battenti con oltre 10 milioni di spettatori per “Blowback”, l’episodio conclusivo, il numero 22. In attesa della nuova, attesissima stagione: Blue Bloods 7.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Simone Marri
Home
 
Serie TV correlate
Blue Bloods

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Selfie - Le cose cambiano, terza puntata: archiviato un altro buon risultato di ascolto

La terza puntata della seconda edizione di "Selfie - Le cose cambiano", andata in onda ieri sera su Canale 5, ha registrato 2 milioni e 646 mila telespettator con il 15.14% di share. Guarda le immagini Il make over condotto da Simona Ventura, con la partecipazione straordinaria di Belén Rodríguez, prosegue nell'ottenere bu...

 

Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, l'impegno civile dei due magistrati nel racconto televisivo

In occasione del venticinquesimo anniversario delle stragi di Capaci e di via d’Amelio, la Rai propone un ricco palinsesto dedicato al ricordo di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Francesca Morvillo e i componenti delle loro scorte: Rocco Dicillo, Vito Schifani, Antonio Montinaro, Walter Eddie Cosina, Claudio Traina, Emanuela Loi,...

 

Serie tv più viste negli USA: seconda posizione per 'Bull'

"NCIS" si conferma alla prima posizione della classifica settimanale delle serie televisive più viste negli Stati Uniti. Il ventiquattresimo episodio della quattordicesima stagione, intitolato "Rendezvous" e diretto da Tony Wharmby, ha registrato 13.33 milioni di spettatori.  Balza al secondo posto "Bull". Il ventiduesimo episodio...

 

F Is For Family, la serie animata: il trailer ufficiale della seconda stagione

La seconda stagione di "F Is For Family" sarà disponibile sulla piattaforma streaming Netflix dal 30 maggio 2017.  Creata da Bill Burr e Michael Price, la serie animata propone un racconto ambientato negli anni Settanta e incentrato sulle vicende della famiglia Murphy.   Il trailer ufficiale della seconda stagione è s...

 

1993, intervista a Vinicio Marchioni: 'ci sono i buoni, i cattivi e quelli che non sai da che parte stanno'

"1993" ha debuttato sul canale Sky Atlantic il 16 maggio 2017. Secondo capitolo della produzione originale Sky realizzata da Wildside, propone un articolato racconto della cornice storica e sociale dell'Italia del 1993 tramite la narrazione delle vicende di una coralità di personaggi che agiscono in diversi ambiti, dalla pubblicit&agra...

 

Amici, la semifinale con Luca e Paolo e i TheGiornalisti

La nona e penultima puntata della sedicesima edizione di "Amici" va in onda questa sera su Canale 5.  Sono ancora in gara i cantanti Riccardo e Federica e il ballerino Andreas per la squadra blu, il cantante Mike Bird e il ballerino Sebastian per la squadra bianca. Guarda le immagini Il conduttore Gerry Scotti partecipa ...

 

Cagney & Lacey, quando il protagonismo femminile raggiunse l'ambiente poliziesco

La serie “Cagney & Lacey” (Titolo italiano: “New York New York”) ha rivestito un ruolo significativo nel mercato televisivo internazionale e influenzato lo sviluppo del racconto di genere poliziesco grazie al riconoscimento definitivo del protagonismo di personaggi femminili. Prodotta per sei stagioni e trasmessa dal 19...

 

Twin Peaks, dal 26 maggio il detective Cooper torna all'opera

"Twin Peaks" è molto più di una serie tv: per un pubblico abituato alle rassicuranti sit comedy degli anni settanta e ottanta dove l'incubo peggiore era che il barman sbagliasse il cocktail a Magnum P.I., la storia dell'inquietante cittadina del nord ovest degli Stati Uniti partorita dalla mente di David Lynch ebbe l'effetto di un ele...

 

Facciamo che io ero, prima puntata: tra gli ospiti anche Francesco Gabbani

Il programma televisivo "Facciamo che io ero" debutta questa sera su Rai 2 alle 21.20.  Leggi l'articolo di approfondimento Lo show è condotto da Virgina Raffaele, la quale intrattiene il pubblico con le sue molteplici imitazioni concedendo spazio anche ad altre forme di intrattenimento, dal canto alla danza. La trasmissione vanta la ...

 

Solo per amore, intervista a Elisabetta Pellini: 'credo che ci sia un destino per tutti'

La serie televisiva “Solo per amore - Destini incrociati” va in onda su Canale 5 dall'11 maggio 2017. Leggi la trama Abbiamo intervistato l’attrice Elisabetta Pellini, interprete del personaggio di Raffaella Giuliani.  D: Dopo il successo di “Sorelle” ritorni su Canale 5 con un ruolo complesso e appariscen...

 

Da non perdere

Ultime news
Recensioni