X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

L'era glaciale 5: recensione del film in cui è sancita la perdita di fiducia negli eroi

24/08/2016 08:00
L'era glaciale 5 recensione del film in cui sancita la perdita di fiducia negli eroi

Mike Thurmeier e Galen T. Chu dirigono il quinto capitolo della saga, per un affastellamento di personaggi che non trova spazio in un'esigua trama senza corpo.

L’era glaciale 5 – In rotta di collisione presenta una trama in cui i personaggi che lo spettatore ha imparato a conoscere e che sono divenuti familiari a grandi e piccini grazie ai diversi film della saga tornano per sventare una nuovo minaccia e per essere protagonisti di una nuova avventura.

Il trio di inseparabili amici, il bradipo Sid, il mammut Manny e la tigre Diego, ormai uniti ai propri compagni, rispettivamente Nonnina, Ellie e Shira, per citarne solo alcuni, che sono divenuti membri del gruppo nel corso dei capitoli precedenti, questa volta dovrà scontrarsi con una possibile e probabile catastrofe proveniente dallo spazio: uno sciame di meteoriti sta per colpire la Terra, minacciando la sopravvivenza di tutti i suoi abitanti. Guidati dal coraggioso furetto Buck, che i nostri eroi avevano conosciuto in L’era glaciale 3 – L’alba dei dinosauri, tutti i membri dell’ormai folto gruppo cercano una soluzione all’imminente collisione. Grazie al piano sapientemente elaborato da Buck, che nel frattempo deve sventare un gruppo di tre dinosauri alati che lo inseguono per vendetta, non senza l’aiuto di nuovi personaggi pronti a dare ulteriore corpo al già nutrito gruppo di protagonisti, riusciranno gli eroi di questo quinto episodio a continuare la loro marcia durante l’era glaciale?

Mike Thurmeier e Galen T. Chu sono stati posti al timone di questo quinto capitolo che conduce la saga fondante sul trio Sid, Manny e Diego verso nuovi orizzonti. Basandosi su un folto gruppo di protagonisti, affollatisi nel corso dei precedenti quattro episodi, lo spettatore assiste ad una progressiva perdita di fiducia nell’eroe, dapprima riposta in tre diverse tipologie di eroismo, e ora svanita in un affastellamento di personaggi accennati e non approfonditi.

Per poter continuare ad alimentare i percorsi in cui ci si era incamminati nel corso dei precedenti quattro episodi, e quindi per dar seguito alle relazioni di Manny con Ellie, di Diego con Shira e di Sid con la sua Nonnina, la trama perde corposità proprio ramificandosi in dialoghi vacui tra i suddetti personaggi, lasciando scarsi picchi di novità a superflui inserimenti nuovi che nulla aggiungono alla presunta originalità del sequel. Anche il beniamino Scrat, il personaggio che sfugge sempre alla trama principale per crearne di proprie in una sorta di mini-universo parallelo, perde di simpatia, giostrandosi rocambolescamente, ma in modo già visto e ripetitivo, con avventure spaziali, alla solita rincorsa della fantomatica ghianda.

L’era glaciale 5 – In rotta di collisione, quindi, pecca di affollamento di personaggi nel solito, conoscibile universo glaciale troppo uguale a se stesso nel corso dei progressivi sequel. Non mancano le cospicue citazioni, onnipresenti sin dal primo capitolo, una tra tante quella rimandante alla saga di Star Wars, che non poteva mancare all’appello con un episodio ambientato nello spazio, ma il film risulta prolisso e ripetitivo, per un quinto capitolo che non convince.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

King Arthur - Il potere della spada, i libri che hanno ispirato il film di Guy Ritchie

King Arthur - Il potere della spada (“King Arthur: Legend of the Sword") è il film nelle sale diretto da Guy Ritchie con Charlie Hunnam, Àstrid Bergès-Frisbey e Jude Law. La pellicola è liberamente ispirata a “La morte di Artù”, opera scritta da sir Thomas Malory nel XV secolo. Qui compaiono Cam...

 

Unicorn Store, il debutto alla regia della stella nascente Brie Larson

“Unicorn Store”, è questo il titolo del film con cui la giovane e talentuosa Brie Larson ha deciso di fare il suo debutto dietro la cinepresa. Scritto da Samantha McIntyre, racconterà le vicende di una giovane donna che torna a vivere con i suoi genitori. Una volta rientrata nella sua città natale, scopre un negozio...

 

Festival di Cannes 2017: le immagini di Michelle Williams e Julianne Moore per il film drammatico 'Wonderstruck'

Nelle immagini che mostriamo ci sono gli interpreti del film “Wonderstruck”, presentato al Festival di Cannes. L’evento si è tenuto presso il Nikki Beach: hanno partecipato Julianne Moore, Michelle Williams, il regista Todd Haynes, Millicent Simmonds, Jaden Michael e la produttrice Christine Vachon. Il film racconta di du...

 

Gli effetti visivi - VFX, dal film 'Gold' alla serie 'American Gods': l'intervista

Gold - La grande truffa - attualmente nelle sale - è uno dei film che si è avvalso di effetti visivi (VFX), che a contrario degli effetti speciali si applicano in fase di post-produzione. Ma devono essere pianificati e modellati in scenografie durante la pre-produzione e la produzione, affinché la resa sia verosimile. Abbiamo ...

 

Mostre a Roma: gli oggetti di Marilyn Monroe, donna e manager

Gli oggetti di Marilyn Monroe sono in mostra a Roma al Palazzo degli Esami fino al 31 luglio 2017. "Marilyn imperdibile: Donna, Mito, Manager” ospita 300 cimeli dell’attrice scomparsa nel 1962, giunti grazie ai prestiti di collezionisti che negli decenni hanno raccolto - alle varie aste - vestiti, gioielli e ricordi dell’infanzia...

 

Recensione del film A Monster Calls - 7 minuti dopo la mezzanotte

A Monster Calls (“7 minuti dopo la mezzanotte”) è il film dark fantasy di Juan Antonio Bayona nelle sale. Nel cast ci sono Sigourney Weaver, Felicity Jones, Lewis MacDougall, Liam Neeson e Geraldine Chaplin. Il film esordire in maniera lenta, cercando di far emergere tensione solo con lunghe carrellate. E ciò non giova al...

 

Plan B Entertainment, il grande successo di Brad Pitt nelle vesti di produttore

Con la clamorosa vittoria di “Moonlight” lo scorso febbraio, la Plan B Entertainment è riuscita ad aggiudicarsi il suo secondo premio Oscar per il miglior film in 4 anni; il primo l’aveva ottenuto all’edizione del 2013, grazie a “12 anni schiavo”. Le statuette vinte in questi anni avrebbero potute essere a...

 

Angelina Jolie, racconta il film prodotto 'The Breadwinner' su una ragazza talebana

The Breadwinner è il film d’animazione prodotto da Angelina Jolie, e diretto da Nora Twomey. Il 16 maggio è stato diffuso il primo tradire ufficiale. "The Breadwinner" è il racconto di una giovane ragazza che vive sotto il regime dei talebani e che rischia tutto per salvare la sua famiglia. Il film è tratto dal r...

 

Recensione del film Scappa - Get Out

Scappa - Get Out è il film horror in uscita di Jordan Peele con Bradley Whitford, Allison Williams, Betty Gabriel. L’inizio del film è segnato dalla sparizione di un uomo nero. Il film riprende dopo alcuni mesi, con intreccio del classico teen movie, centrato sull’amore tra adolescenti, ma spinto verso un fattore razziale...

 

Walt Disney: richiesta di riscatto in Bitcoin da parte di hackers per un film di prossima uscita

Il CEO della Walt Disney Bob Iger ha confermato ieri che gli hacker sostengono di avere accesso ad un film della casa di produzione di prossima uscita. Gli hacker avrebbero minacciato di distribuirlo a meno che lo studio non paghi un riscatto. Iger non ha commentato quale sia il titolo del film, ma ha ribadito che la Disney si rifiuta di pagare. ...

 

Da non perdere

Ultime news
Recensioni