X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 
http://bs.serving-sys.com/serving/adServer.bs?cn=display&c=19&mc=imp&pli=22587639&PluID=0&ord=[timestamp]&rtu=-1

Captain America: Civil War, dallo scudo al guanto di Iron Man il merchandising divide le 2 fazioni

06/05/2016 11:48
Captain America Civil War dallo scudo al guanto di Iron Man il merchandising divide le 2 fazioni

Captain America: Civil War è il film della Marvel che divide le fazioni, anche dal punto di vista del merchandising. I due gadget a confronto sono lo scudo e il guanto, a prezzi modici per la particolare ottica commerciale della Disney.

Captain America: Civil War nelle sale dal 4 maggio 2016 non propone solo una divisione di fazioni tra attivisti e contrari, ma anche nel merchandising (leggi su Idealo tutte le differenze).

Il film di Anthony e Joe Russo vede infatti Steve Rogers comandare la nuova squadra degli Avengers con l’obbiettivo di salvaguardare l’umanità. Un incidente internazionale provoca dei danni collaterali, cosicché le forze politiche si appellano affinché venga installato un sistema di responsabilità presieduto da un consiglio d’amministrazione che sorvegli e diriga il team. Gli Avengers su questa scelta si dividono in due fazioni: Steve Rogers (Captain America) con i suoi adepti desidera che gli Avengers restino incondizionati da interferenze governative, Tony Stark (Iron Man) sceglie di sostenere il sistema di vigilanza istituito dal governo.

Le due fazioni. Questa divisione manichea nelle scelte della Disney si è poi riverbera sui social, con un hashtag #DaCheParteStai che potrebbe essere interpretato anche dal punto di vista politico, dettagliato poi da quello #TeamCap e #TeamIronMan. A questa divisione non può esimersi una commerciale di merchandising, che nei dettami della Disney rappresenta uno dei fatturati maggiori dell’azienda: basti penare che quello intorno al film Frozen ha raggiunto 544 milioni di dollari. “L’approccio cinematografico ha svecchiato molto il mondo dei fumetti Marvel che, da parte loro, rilanciano tutta una serie di temi e personaggi degli anni ’60 e ’70 - afferma Sara Garizzo di Idealo, responsabile del merchandising Marvel">merchandising Marvel - guerra fredda, Vietnam (…) la retcon, la continuità retroattiva messe in atto dalla Marvel, entra qui in risonanza con un altro grande fenomeno della cultura pop attuale, una certa “retromania” che è ancora più evidente nei film: nessun franchising di successo muore davvero, le storie e i personaggi sono invece destinate ad essere spremute all’infinito”. Lo stesso sito ha creato una sezione ad hoc per comparare i prezzi dei vari gadget.

Lo scudo di Captain America si appresta quindi a diventare uno dei più cercati dal target giovane, che richiama ad una posizione di difesa. Fu inventato nel 1941 da Joe Simon e Jack Kirby, è di metallo di diametro di circa 0,76 metri, composto da adamantio, Vibranio e lega d’uranio. È stato commissionato dal governo degli Stati Uniti per aiutare lo sforzo bellico, forgiato da Myron MacLain, presentato a Rogers dal Presidente Franklin D. Roosevelt.

La lega con cui è prodotto permette di assorbire l'impatto cinetico causato dai colpi ricevuti, senza ferire Rogers: può far rimbalzare più avversari o oggetti senza perdere velocità nei movimento. Inizialmente era triangolare, per poi divenire circolare ospitando l’effige di una stella rossa.

Il guanto di Iron Man è l’opposto, ossia ambisce ad agire, con aggressività e determinatezza. Flip & Fire Gauntlet è il nome inglese, permette di sparare artiglieria pesante con un semplice movimento del polso. In realtà Iron Man è più evoluto rispetto a Captain America dal punto di vista della tecnologia bellica: avendo un esoscheletro che gli dà forza sovrumana è più attento alle evoluzioni tecnologiche, non relegate ad un semplice scudo. Dal guanto vengono emessi raggi repulsori, impulsi elettromagnetici, uno scudo di energia difensiva che può essere esteso fino a 360 gradi. Non mancano gli ultra freon, ovvero la capacità di congelare, fino fingere alle esplosioni soniche e proiezioni tridimensionale di ologrammi per creare esche.

La divisione non diviene quindi solo di scelta belligerante, ma anche psicologica: #DaCheParteStai è anche un invito a prendere decisioni personali, decidere di essere “difensivi” o “aggressivi”.

È da considerare che il merchandising femminile dei superiori viene espulso dalle scelte commerciali: “L‘arrivo di Star Wars: Il Risveglio della Forza su DVD e Blu-Ray mi ha fatto ripensare al fatto che Rey fosse stata esclusa dal merchandise del film - puntualizza Sara - Vedi il dibattito #WheresRey su Twitter (…) mi ha innervosito molto vedere il personaggio principale del film escluso dagli scaffali dei giocattoli solo perché era un personaggio femminile. E mi ha fatto ricordare di quanto Black Widow fu sostituito da Capitan America nella confezione giocattolo della Eco Harley di Age of Ultron”. Il messaggio quindi è implicito: “Vogliono vendere ai ragazzi giocattoli Marvel e Star Wars e alle ragazze roba da principessa. Il fatto che una ragazza ami Rey o Natasha o Gamora non conta, a loro tocca giocare con Elsa Frozen”.

Ci chiediamo quindi cosa accadrà con il prossimo film del Marvel Cinematic Universe, ovvero “Doctor Strange” in uscita il 4 novembre 2016. Il personaggio è un mago, che usa il Mantello di levitazione per volare, l'Occhio di Agamotto la cui luce permette di affrontare la magia del male, il libro del Vishanti che contiene la conoscenza della magia bianca, [il Globo di Agamotto utilizzato come una sfera di cristallo. Avrà quindi un nuovo posto nel Marvel Cinematic Merchandising.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Addio Christopher Robin, il film sull'autore di Winnie-the-Pooh

Addio Christopher Robin (“Goodbye Christopher Robin”) è il film che uscirà nelle sale statunitensi il 13 ottobre. La storia racconta il rapporto tra l'autore dei libri per bambini amato A.A. Milne (Domhnall Gleeson) e suo figlio Christopher Robin (Will Tilston). Il suo personaggio ha ispirato il mondo di Winnie-the-Pooh. ...

 

Peter Greenaway, il nuovo film è 'Walking to Paris'

Peter Greenaway è al lavoro al nuovo film, “Walking to Paris”. La trama del film non è stata svelata, anche se il tema di fondo è la vicenda di uno ei più importanti scultori del 1900, Constantin Brâncusi. Lo scultore 27enne Brâncusi (Emun Elliott) lascia il suo piccolo villaggio di Hobita, a su...

 

Recensione del film Noi siamo tutto

La discendenza da un romanzo è evidente in “Noi siamo tutto” (“Everything Everything”), film di Stella Meghie tratto dall’opera di della scrittrice Nicola Yoon. Della reclusione in un appartamento della giovane adolescente Maddy Whittier (Amandla Stenberg), ai gesti che portano il suo nuovo vicino di casa Nick R...

 

'The Lifeboat', il film prodotto ed interpretato da Anne Hathaway ha un nuovo regista

Joe Wright non dirigerà più “The Lifeboat”, il film tratto dall’omonimo libro di Charlotte Rogan. Anne Hathaway resta comunque coinvolta nel progetto nei panni di produttrice e di attrice protagonista. Il romanzo di Rogan si apre con un processo in cui il personaggio principale, Grace Winter, è accusata di om...

 

Matt Damon, protagonista del nuovo film 'Charlatan'

Matt Damon interpreterà il ruolo del ciarlatano John R. Brinkley nel nuovo film “Charlatan”. La storia è quella reale di un uomo nel Kansas, sedicente medico che negli anni Venti introdusse un metodo chirurgico straordinario usando le ghiandole delle capre per curare l'impotenza negli agricoltori locali. Divenne cos&igrav...

 

Recensione del film Valerian e la città dei mille pianeti

Valerian e la città dei mille pianeti (“Valérian et la Cité des mille planètes") è il film di fantascienza di Luc Besson. L’esordio avviene in un luogo paradisiaco, tra esseri umanoidi ed esplosioni che avvertono di una minaccia imminente. Già qui Besson è vittima dello stesso materiale ...

 

First They Killed My Father, il film di Angelina Jolie conviene la critica

First They Killed My Father è il film di Angelina Jolie che ha ottenuto ottime recensioni negli Stati Uniti. La storia è quella dell’attivista Loung Ung, che per sopravvivere al regime cambogiano dei Khmer Rossi dal 1975 al 1978 vede disgregata la propria famiglia. La storia viene raccontata dalla protagonista, una bambina di c...

 

L'incredibile vita di Norman, incontro con Richard Gere: 'il mio personaggio vorrebbe esaudire le promesse'

L'incredibile vita di Norman (“Norman: The Moderate Rise and Tragic Fall of a New York Fixer”) è il film di Joseph Cedar con Richard Gere, presentato a Roma. La pellicola negli Stati Uniti è uscita ad aprile 2017 ed ha ottenuto recensioni positive. La storia racconta del faccendiere Norman Oppenheimer, che a New York tess...

 

Film più visti della settimana, la novità è 'American Assassin'

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 15 al 17 settembre 2017 conferma il primo posto per “IT”, tratto dal romanzo di Stephen King (218.710.619 dollari): la creatura malvagia che uccide i bambini della città è tornata, mentre sette abitanti cercano di eliminarlo. Al secondo posto entra “Ameri...

 

'Meg', l'horror con protagonista Jason Statham arriva nel 2018

Ha dovuto aspettare due decenni, ma Steve Alten avrà finalmente la soddisfazione di vedere il proprio best-seller trasformato in un horror da 150 milioni di dollari con Jason Statham nei panni del protagonista. In un primo momento “Meg” sarebbe dovuto uscire il 2 marzo 2018, ma poi la Warner Bros ha deciso di rimandarlo al 10 ag...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni