X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Banff Mountain Film Festival 2016, il successo e gli highlights del tour

07/03/2016 11:01
Banff Mountain Film Festival 2016 il successo gli highlights del tour

Il Banff Mountain Film Festival World Tour Italy sta registrando il pienone nelle sale, da Japan by Van ai premiati Eclipse e Chasing Niagara: quando l'avventura emoziona sul grande schermo.

Sarà Varese, questa sera, a radunare gli appassionati della montagna: continua, infatti, il Banff Mountain Film Festival World Tour Italy che giungerà poi a Lecco e Bergamo per proseguire lungo tutta la Penisola - dall'11 al 14 aprile è atteso a Firenze, Roma, Terni, L'Aquila per un totale di 24 città. Ogni tappa registra un entusiastico sold out.

Il successo. Il Banff Mountain Film and Book Festival debutta, tra l'ottobre e il novembre del 1976, nella cittadina omonima canadese, sita ai piedi delle Montagne Rocciose. Negli anni, diventa un appuntamento obbligato per tanti protagonisti sportivi, determinati a ridisegnare le mappe di un mondo noto attraverso nuovi approcci esplorativi. Terminato il festival, un'accurata selezione di contributi significativi e best moments raggiunge, oggi, oltre 40 Paesi nel mondo, tra cui Sudafrica, Cina, Libano e l'Australia.

Highlights. La selezione italiana comprende 7 filmati, tra cui i premiati Eclipse e Chasing Niagara.

Japan by Van (Sci, USA 2014, regia di Nick Waggoner). Carston Oliver, Eliel Hindert, Pep Fujas e Makoto Takeishi esplorano la wilderness innevata nei dintorni di Shirakawa-gō, antico villaggio riconosciuto Patrimonio dell'umanità dall'UNESCO, con gli sci. Lontano da paesaggi consueti, l'unica costante quotidiana è rappresentata dal furgoncino, con cui il gruppo si sposta alla ricerca di nuove immacolate cime da scoprire: un on the road sull'isola di Honshū che condensa il connubio perfetto di gioia, bellezza e armonia.

Curiosity (Trail Running, USA 2015, regia di Renan Ozturk e Tim Kemple). Seguiamo Rory Bosio, Timothy Olson e Hal Koerner prepararsi alla celebre UTMB (Ultra Trail du Mont Blanc) di Chamonix. Per qualcuno di questi atleti, praticare l'ultramaratona, è stato l'inizio di una vera e propria rinascita. I momenti difficili si superano mettendo a fuoco la pienezza di una scelta di vita a stretto contatto con la natura. Fortunatamente, la curiosità non ha alcuna linea di traguardo, può mostrarsi “bastarda” e condurre a sfide estremamente pericolose, ma anche permetterci di vivere esperienze straordinarie.

Golden Gate (Arrampicata, USA 2015, regia di Jon Glassberg). Emily Harrington è protagonista di un'emozionante storia di conquista, decisa ad affrontare il “mostro”: richiederà un'estenuante prova fisica e mentale da domare con la sola forza emotiva lungo la terribile Golden Gate. La perseveranza, tuttavia, accompagnerà Emily sulla vetta di El Captain: in 6 giorni e 40 tiri.

Living Rivers (Surf, USA 2015, regia di Max Lowe). Passione, grazia acrobatica e sete di avventura accompagnano le Immagini mozzafiato di Kevin Benhardt che predilige le acque fluviali sotto la tavola da surf.

Eclipse (Sci e Avventura, Canada 2015, regia di Anthony Bonello). Eccentrico quanto geniale, a 21 anni Reuben Krabbe fotografa l'aurora boreale. Tre anni dopo, insegue un altro sogno, immortalare uno sciatore che attraversa l'eclisse solare.
Marzo 2015, isole Svalbard: Krabbe e i suoi amici sciatori si procurano scorte di cibo per 12 giorni. Alla vigilia di “un Natale senza parenti serpenti”, il termometro segna meno 20° mentre un forte vento soffia dal Nord. Le probabilità, già scarse in partenza, si affievoliscono quando il fotografo, incredibilmente, riesce a scattare “la foto impossibile”. Premiato come Best Snow Sports Film, nella motivazione di Peter Popall, membro della giuria, si legge infine: “Il film dimostra che un sogno ancorato alla fede, alla determinazione e all'impegno, possono cambiare le condizioni metereologiche e spostare le nuvole, appena in tempo”.

Darklight (Bike, USA 2015, regia di Mike Brown). Colori e adrenalina accompagnano l'impraticabile discesa notturna dei biker Graham Agassiz, Matt Hunter e Matty Miles. Da brividi.

Chasing Niagara (Kayak, USA 2015, regia di Rush Sturges). Il desiderio di misurarsi con i propri limiti caratterizza anche il sogno del kayaker Rafa Ortiz che, insieme al proprio team, studia la riuscita del progetto per due anni: discendere le cascate del Niagara. Nel frattempo, non cambiano le cascate, ma le motivazioni di Rafa superano l'ambizione del successo personale. Premiato come Best Mountain Sports Film per il coraggio dimostrato: “l'idea del fallimento è relativa - scrive Corey Richards, membro della giuria - mentre la rinuncia può significare l'obiettivo più nobile per ogni atleta”.

Degrees North (Sci, Svizzera 2015, regia di Guido Perrini). Dotati di sci e paramotore, Xavier De Le Rue e Samuel Anthamatten esplorano la bellezza remota dell'emisfero Nord, sull'asse lungo l'immaginazione che nutre i propri “crazy dreams” alla proibitiva catena montuosa dell'Atomfjiella, nelle Svalbard. C'è da dubitare sulla capacità della mente di trattenere il ricordo futuro di tanta meraviglia circostante. Un sacco a pelo e una cena, sufficientemente caldi, cingono il segreto della felicità. Si scia e si dorme, indifferentemente, di notte e di giorno. Il salto e l'atterraggio di Xavier, infine, suggella l'eccezionale impresa. Ed è un nuovo mondo che si apre.

Beat Down (Bike, USA 2014, regia di Anson Fogel). Con Of Soul+Water. The Shapeshifter ha inaugurato la prima edizione del tour italiano nel 2013, mentre l'anno successivo si è inoltrato nella jungla messicana sulla via della cascata perfetta da immortalare: parliamo del pluripremiato Anson Fogel che con Beat Down chiude in bellezza la selezione del 2016: dal deserto fino a Moab, nello Utah, assistiamo alla sfida dei mountain bikers Tyson Swasey e Joey Schusler sulle note metal degli Slayer. Spettacolare.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Carla Paulazzo
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Star Wars, i libri che raccontano la saga a 40 anni dall'uscita del film

Guerre stellari (“Star Wars”) uscì il 25 maggio del 1977. In seguito fu intitolato “Star Wars: Episodio IV - Una nuova speranza”. Uno dei volumi più recenti che racconta la saga di George Lucas è “Star Wars: l'epoca Lucas. I segreti della più grande saga postmoderna” di Giorgio E. S. ...

 

Recensione del film Pirati dei Caraibi - La vendetta di Salazar

Pirati dei Caraibi - La vendetta di Salazar (“Pirates of the Caribbean: Dead Men Tell No Tales”) è il film di Joachim Rønning e Espen Sandberg nelle sale. Nel cast ci sono Johnny Depp, Javier Bardem, Brenton Thwaites, Kaya Scodelario. La narrazione procede senza troppi balzi di suspense, come si addice ad un racconto che ...

 

Festival di Cannes 2017: immagini di Nicole Kidman e Colin Farrell per il film 'The Killing of a Sacred Deer'

Nelle immagini che mostriamo ci sono i protagonisti del film “The Killing of a Sacred Deer”, diretto da Yorgos Lanthimos e in Concorso al Festival di Cannes. L’evento si è svolto presso il Nikki Beach: vi hanno partecipato Colin Farrell, Nicole Kidman, Keith Urban, Barry Keoghan, Raffey Cassidy, Sunny Suljic. La trama &eg...

 

Festival di Cannes 2017: le immagini di Lily Collins e Jake Gyllenhaal al party della Hollywood Foreign Press Association

Nelle immagini che mostriamo ci sono gli ospiti invitati alla serata filantropica svoltasi al festival di Cannes per la International Rescue Committee (IRC), organizzata dalla Hollywood Foreign Press Association (HFPA). Preso il Nikki Beach hanno partecipato Jake Gyllenhaal, Ben Stiller, Tilda Swinton, Adam Sandler, Brittany Snow, Lily Collins, Du...

 

Le celebrità e lo sport: un connubio sempre vincente ad Hollywood

“Mens sana in corpore sano”: una grande verità che viene presa molto sul serio nel mondo di Hollywood, dove il culto del corpo e della (presunta) perfezione psico-fisica regna sovrano. Anche se le apparenze suggerirebbero il contrario, quello delle star è uno stile di vita per certi versi molto stressante, visto che da lor...

 

The Dinner, il film sulle colpe dei figli con Richard Gere e Laura Linney

The Dinner è il film di Oren Moverman con Richard Gere, Laura Linney, Steve Coogan e Rebecca Hall. Paul (Coogan) e sua moglie Claire (Linney), Stan (Gere) - fratello maggiore di Paul - e la consorte Katelyn (Hall) vanno ad un’elegante cena. Durante le portate, dall’aperitivo all’antipasto la scansione temporale segnata dal...

 

Il piacere dell'onestà: il controllo spia su smartphone da Shakespeare alla Corte europea

La possibilità di scoprire cosa affermi un’altra persona in nostra assenza è una delle curiosità insite nell’uomo. Già William Shakespeare in “Otello” (1603) raccontava di come il cinico Jago facesse ingelosire il protagonista: fa portare il fazzoletto della moglie Desdemona sulle mani del presunt...

 

Festival di Cannes, una foto storica con i protagonisti dei decenni

Al Festival di Cannes si è tenuto un photo call particolare, per celebrare i settanta anni dell’evento. Tra i vincitori c’erano Laurent Cantet  (Palma d’Oro nel 2008),  Jerry Schatzberg (Palma d’Oro Nel 1973),  Claude Lelouch  (vincitore del 1966),  Michael Haneke  (Palma d'Oro 2009-2012...

 

Film più visti della settimana, 'Alien: Covenant' e 'Everything, Everything' sono ai primi posti

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 19 al 21 maggio 2017 vede al primo posto la novità “Alien: Covenant” (36.160.621 dollari, leggi la recensione del comic): l'equipaggio di un’astronave scopre un paradiso inesplorato, dove però emerge anche una minaccia da cui fuggire. Al secondo posto sce...

 

Innamorato pazzo, il film commedia con Myrna Loy e William Powell sugli opposti conciliati

Innamorato pazzo (“Love Crazy”, 1941) è il film di Jack Conway con William Powell, Myrna Loy e Gail Patrick. usciva nelle sale statunitensi il 23 maggio del 1941. L’architetto eccentrico Steve Ireland (William Powell) e la moglie Susan (Myrna Loy) al quarto anniversario di matrimonio vorrebbero rivivere la prima notte...

 

Da non perdere

Ultime news
Recensioni