X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Intervista Un Natale Stupefacente, De Biasi: Cinepanettone? Umilmente la chiamerei commedia

19/12/2014 13:00
Intervista Un Natale Stupefacente De Biasi Cinepanettone? Umilmente la chiamerei commedia

Un Natale Stupefacente, intervista a Volfango De Biasi, Lillo (senza Greg a casa malato), Ambra Angiolini e Paola Minaccioni. Il film sarà nelle sale a partire dal 18 dicembre.

Mauxa intervista il regista Volfango De Biasi, insieme al cast composto da Lillo, Ambra Angiolini e Paola Minaccioni in occasione dell’uscita del film Un Natale Stupefacente il 18 ottobre. Trentunesimo film di Natale per la Filmauro, che anche quest’anno cerca di dominare gli incassi durante le festività invernali con una commedia esilarante, senza tralasciare però tematiche di un certo spessore. 

D. Com’è stato costruito il cast?

R. Volfango De Biasi: Siamo partiti da Lillo e Greg, che erano il motivo scatenante del film, e abbiamo costruito intorno a loro un gruppo davvero ottimo: persone che stavano bene tra loro, che erano in grado di essere comiche anche grazie ad un’amalgama attoriale. Spero di esserci riuscito! È stata una bellissima esperienza, anche grazie a loro.

D. Com’è stata la realizzazione della pellicola?

R. Lillo: Abbiamo costruito la storia insieme al regista Volfango De Biasi e agli altri sceneggiatori. Il soggetto non è nostro, ma in fase di stesura della struttura narrativa abbiamo collaborato per costruire una storia che si avvicinasse al nostro tipo di comicità. Il film è molto divertente e ha dei toni da commedia all’italiana - noi amiamo moltissimo soprattutto quella di Monicelli, di Steno, di Alberto Sordi - mista a commedia americana: siamo grandi fan delle opere di Mel Brooks, del primo Woody Allen, di John Landis. Abbiamo cercato di fare quello che ci piace, e che anche noi vorremmo vedere come spettatori.

D. In questo film si toccano tematiche diverse rispetto ai soliti cinepanettoni: coppie di fatto e adozione. Da cosa è dettata la scelta?

R. De Biasi: Io ho quarant’anni e non vivo su Alfa Centauri. Ho seguito un po’ quello che si fa negli altri paesi, dove c’è un’industria cinematografica più avanzata, e ho visto anche quello che c’è sul web: determinate tematiche non sono più nel ripostiglio del tabù e possono essere sdoganate nel prodotto nazional-popolare. Anche se sono conscio del fatto di non averlo fatto in una forma arrembante, ma rassicurante e per famiglie.

D. Uno dei personaggi del film, Remo, vive in macchina: sei rimasto influenzato dal clima sociale ed economico?

R. De Biasi: Io ho fatto un film di Natale commerciale, che cerca di raccontare i gusti del pubblico. Non c’è una volontà di fare denuncia, vogliamo solo raccontare cose che vediamo e che ci stanno intorno. Raccontiamo con onestà ciò che ci fa ridere. Inoltre ci preme che il cinepanettone non sia più percepito come una malattia, una qualcosa di incurabile. Per me è una commedia di Natale, si spera divertente, e se funzionerà si manterrà questo standard, altrimenti si torna a quella precedente.

D. L’idea del cambio di rotta è stata personale o è stato calato dai “piani alti”?

R. De Biasi: Quando vieni dopo registi come Vanzina e Neri Parenti, se cerchi di fare un lavoro come i predecessori che hanno sbancato i botteghini, non puoi che fallire miseramente. Io quindi ho deciso di fare qualcosa che riuscisse bene a me, ovviamente con delle limitazioni: doveva essere un film leggero, divertente e funzionale rispetto al cast scelto. Ho provato dunque a fare a modo mio, rimanendo fedele alle mie convinzioni rispetto alla storia unica e la comicità di situazione, per la concatenazione delle scene: ho sempre ambito a fare la commedia d’autore.

D. Questo è quindi un cinepanettone?

R. De Biasi: Adesso va molto la definizione “cinepanettone 2.0”. Io umilmente preferirei fosse chiamato “commedia”, o al massimo “commedia di Natale”; però se il nome “cinepanettone” fa vendere, ben venga: sarei pronto a fare anche il “cinecolomba” per Pasqua!

D. Il fatto che Neri Parenti abbia fatto un cinepanettone a sua volta vi preoccupa?

R. De Biasi: Ho lavorato due anni per lui e con lui, lo considero un gran signore, competente, un vero decano della nostra cinematografia commerciale comica, una delle persone più divertenti e simpatiche che io conosca: non posso che parlarne bene. Ha tutto il diritto di fare quello che vuole, gli auguro il meglio, ma spero proprio che vinciamo noi!

D. Nella tua carriera hai già preso parte a molte commedie. Che effetto to fa essere nella commedia natalizia per eccellenza?

R. Ambra Angiolini: Ho recitato in tanti film comici, sono arrivata qui con alle spalle un passato notevole di commedia, e con la voglia di fare bene e di divertirmi anch’io, di non far ridere per sbaglio o per caso, ma mettendoci un po’ di mestiere. È vero che è una prima volta nel film di Natale, ma a me in generale le prime volte hanno sempre portato bene, e questo per me è un debutto eccezionale! E’ una bella opportunità perché è un film per tutti, c’è tanta gente che ha voglia di vedere un bel film a Natale, di stare bene, di farsi delle sane e sincere risate con la famiglia.

D. Nel film interpreti Marisa, un’estetista davvero particolare. Ci racconti il tuo personaggio?

R. Paola Minaccioni: Marisa sta attraversando una crisi esistenziale che la porta a cambiare le cose importanti della sua vita, in primo luogo il marito Remo (Lillo ndr) con cui è stata sposata per 15 anni. È un’estetista alternativa che, dopo tanti anni di professione tradizionale, ha imparato a fare dei trattamenti innovativi : crea delle creme a base di cicoria che lei chiama «emozionali», usa un pot-pourri di tecniche - dallo yoga, all’utilizzo di lozioni a base di ingredienti particolari, alle sedute in stile psicanalitico - ed è innamorata di quest’uomo che lei chiama «guru». Giustino è un uomo che custodisce profonde verità e ha grandi certezze, scritte direttamente sul suo corpo. È coperto dei tatuaggi più strani, un uomo rassicurante, l’esatto opposto di Remo.

D. Vi siete divertiti a fare questo film?

R. Lillo: Molto! Questo è stato un gruppo fantastico, abbiamo riso tanto, avevamo tutti la sensazione di fare un film diverso, abbiamo cercato di cambiare trent’anni di tradizione. Questo ci ha molto sospinti e ci ha fatto lavorare molto bene.

 
© Riproduzione riservata
Home
 



 
Galleria fotografica
Articoli correlati

Ambra Angiolini al cinema, dal drammatico 7 minuti alla commedia Al posto tuo

Ambra Angiolini film. L'abbiamo recentemente vista al cinema accanto a Raoul Bova in La scelta di Michele Placido, mentre nel 2016 sarà protagonista di due pellicole italiane. In 7 minuti tornerà a essere diretta da Placido per una storia drammatica che racconta di un gruppo di operaie “pronte a salvare dal licenziamento il pers...

 

Al posto tuo: il nuovo film con Ambra Angiolini e Luca Argentero

Al posto tuo. E’ un film commedia italiano del 2015, diretto dal regista Max Croci, alla seconda esperienza in un lungometraggio dopo Poli Opposti. Nel cast figurano Luca Argentero, che ha già lavorato da protagonista nella prima commedia di Croci; Ambra Angiolini ("Un Natale stupefacente") e Stefano Fresi (“Smetto quando voglio&...

 

Un Natale Stupefacente recensione film, Lillo e Greg festeggiano le feste a suon di gag esilaranti ed equivoci imbarazzanti

Un Natale Stupefacente film scritto e diretto da Volfango De Biasi, prodotto da Aurelio De Laurentiis e Luigi De Laurentiis, distribuito da Filmauro. Un Natale Stupefacente trama. Alla vigilia delle feste natalizie i genitori di Matteo, ragazzino di otto anni, vengono erroneamente arrestati per coltivazione e spaccio di sostanze stupefacenti. Pe...

 

Ambra Angiolini, moglie di Raoul Bova nel film da Pirandello e presto con un Natale stupefacente

Ambra Angiolini è stata confermata nel cast del prossimo film natalizio, dal titolo “Un Natale stupefacente”. Cast film Un Natale stupefacente. Accanto ad Ambra Angiolini c’è un cast composto da Lillo e Greg, Paola Minaccioni, Paolo Calabresi, Francesco Montanari, Riccardo De Filippis ed il piccolo Ni...

 

Torino Lgtb Film Festival: 137 film e ospiti Levante, Ambra Angiolini e Luxuria

Il Torino Gay & Lesbian Film Festival prende il via il 30 aprile 2013. Il festival è la più importante rassegna sul cinema Lgtb in Italia, mostrando varie sezioni che affrontano i diversi aspetti della tematica. Ambra Angiolini. La madrina della serata inaugurale del Torino Gay & Lesbian Film Festival ê Ambra Angio...

 

Ambra Angiolini, fragile narcolettica nel film di Ravello e madrina del Festival Gay di Torino

Ambra Angiolini sarà la madrina ufficiale della 29esima edizione del "Torino Gay & Lesbian Film Festival", diretto da Giovanni Minerba. Un importante riconoscimento civile per un'attrice talentuosa ed ironica, da sempre impegnata nel sociale. Torino. Il Festival LGBT avrà luogo nelle sale del Cinema Massimo di Torino da mercoled&...

 

Ambra Angiolini, oggi al cinema Ti ricordi di me?, narcolettica

Ambra Angiolini, ironica icona del cinema romano ed italiano, ne ha fatta di strada dai tempi del varietà adolescenziale dl primo pomeriggio. Grande scoperta della settima arte all'italiana, nel corso degli anni novanta e duemila è uscita allo scoperto come una delle nostre attrici più sorprendenti. Ti ricordi di me? Ora &egra...

 

Ambra Angiolini, il 3 aprile Ti ricordi di me? al cinema, complessata

Ambra Angiolini è la protagonista di "Ti ricordi di me?", nuovo film che uscirà nelle sale cinematografiche il 3 aprile prossimo. La regia del film è affidato a Edoardo Ravello, mentre il cast, oltre ad Ambra, vede la partecipazione di Paolo Calabresi, Edoardo Leo, Susy Laude. Ti ricordi di me? Il film è presentato ieri...

 

Ambra Angiolini, dal 13 in Maldamore, ironica in Stai lontana da me

Ambra Angiolini, l'ironica compagna di Francesco Renga, è  tra le protagoniste di "Maldamore" di Angelo Longoni, film che potremo vedere nelle sale a partire dal 13 marzo. Insieme alla ex Boncompagni-girl ci sono Luca Zingaretti, Alessio Boni e Luisa Ranieri. Trama. Il film racconta di traditori e traditi che a loro volta diventano tra...

 

Stai lontana da me: 82 minuti di divertimento in compagnia della coppia Brignano-Angiolini

Oggi esce al cinema ‘Stai lontana da me’, il film diretto da Alessio Maria Federici che vede protagonisti Enrico Brignano e Ambra Angiolini. Sarà distribuito in 310 sale. Nel cast Anna Galiena, Fabio Troiano, Giampaolo Morelli. Giorgia Cardaci, Giorgio Colangeli, Gianna Paola Scaffidi,Fabrizia Sacchi, Carol Visconti. Il trai...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni