Premio Oscar

Premio Oscar

Voto Mauxa.com

4 5 1 1000
Voto Lettori

Data di uscita:

Titolo Originale: Academy Awards

  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
Cinema
Oscar 2020: vince Parasite, Joaquin Phoenix e Renée Zellweger migliori attori
10-02-2020 09:00

Il vincitore dell’Oscar 2020 come miglior film è il coreano Parasite, che ottiene anche il premio per la regia (Bong Joon Ho), sceneggiatura originale e film straniero.

Per il miglior attore ottiene il premio Joaquin Phoenix (Joker), per l’attrice Renée Zellweger (Judy). Per l’attore non protagonista vince Brad Pitt per Once Upon a Time...in Hollywood, film che ottiene anche il premio per la Scenografia; per l’attrice Laura Dern (Marriage Story).

Per la sceneggiatura originale vince Taika Waititi per Jojo Rabbit (leggi l‘intervista all’autrice del romanzo), per il film d’animazione Toy Story 4. Per i costumi vince Piccole donne, per il documentario Made in USA – Una fabbrica in Ohio, per il montaggio Le Mans 66 – La grande sfida, per gli effetti speciali 1917, per il trucco e acconciature Bombshell, per la canzone “(I’m Gonna) Love Me Again” di Rocketman scritta da Elton John.

Cinema
Oscar 2020: tra le nomination Jojo Rabbit, The Irishman e Joker
13-01-2020 17:15

Sono state annunciate oggi le nomination per gli Oscar 2020. Per il miglior film troviamo Ford v Ferrari, Parasite, Marriage Story, Jojo Rabbit, Little Women, The Irishman, Joker, 1917 e Once Upon a Time...in Hollywood. Questi ultimi quattro film ottengono anche la nomination per la regia, cui si aggiunge The Lighthouse diretto da Jarin Blaschke

Per il miglior attore ci sono Antonio Banderas (Pain and Glory), Leonardo DiCaprio (Once upon a Time...in Hollywood), Adam Driver (Marriage Story), Joaquin Phoenix (Joker) e Jonathan Pryce (The Two Popes). Per l’attrice Cynthia Erivo (Harriet), Scarlett Johansson (Marriage Story), Saoirse Ronan (Little Women), Charlize Theron (Bombshell) e Renée Zellweger (Judy).

Per l’attore non protagonista ci sono Tom Hanks (A Beautiful Day in the Neighborhood), Anthony Hopkins (The Two Popes), Al Pacino (The Irishman), Joe Pesci (The Irishman) e Brad Pitt (Once upon a Time...in Hollywood). Per l’attrice Kathy Bates (Richard Jewell), Laura Dern (Marriage Story), Scarlett Johansson (Jojo Rabbit), Florence Pugh (Little Women) e Margot Robbie (Bombshell).


Per il film straniero ci sono Corpus Christi (Polonia), Honeyland (Macedonia), Les Misérables (Francia), Pain and Glory (Spagna), Parasite (Corea del Sud).


Cinema
Oscar 2020, le prime immagini con Johnny Galecki di The Big Bang Theory
11-01-2020 14:45

Le immagini che mostriamo sono quelle degli eventi che precedono le nomination degli Oscar, che avverranno il 13 gennaio 2020. Si tratta di un evento svoltosi nei giorni scorsi presso il Samuel Goldwyn Theatre e organizzato dall'Academy Awards per il trentennale del film National Lampoon's Christmas Vacation (Un Natale esplosivo) uscito nel 1989. Erano presenti l'attore di  The Big Bang Theory, Johnny Galecki che recitò nel film, Chevy Chase, Diane Ladd, Beverly D'Angelo e Juliette Lewis, cui è seguita una proiezione speciale. Secondo The Hollywood, è in sviluppo anche serie televisiva spin-off della serie di film sulla famiglia Griswolds" è ora in fase di sviluppo presso la HBO Max, con Galecki come produttore esecutivo, secondo Reporter . 

Cinema
Oscar 2019, le immagini del party al Governors Ball
26-02-2019 09:15 Nelle immagini che mostriamo ci sono i protagonisti dell'Oscar 2019, al party successivo alla cerimonia, il Governors Ball: c'è il vincitore come miglior attore Rami Malek per Bohemian Rhapsody (film che è premiato anche per il montaggio), Olivia Colman come attrice per The Favourite, Regina King per Se le strade potessero parlare (leggi l’intervista all’attrice), il regista Alfonso Cuarón per  Roma (leggi l’intervista al responsabile degli effetti speciali), Lady Gaga che ha vinto per la migliore canzone Shallow di A Star Is Born (leggi l’intervista all’attrice) e il regista Bradley Cooper. Infine i protagonisti del film vincitore Green Book, diretto da Peter Farrelly, con Mahershala Ali che ha ottenuto il premio come attore non protagonista. È presente anche l'attore del film Viggo Mortesen.
Cinema
Premi Oscars 2019, le immagini dell'anteprima stampa del Governors Ball
20-02-2019 10:15 Nelle immagini che mostriamo ci sono i preparativi degli Oscars 2019, che si svolgeranno domenica 25 febbraio presso il Dolby Theatre di Los Angeles. Si tratta dei preparativi del Governors Ball e dell'anteprima riservata alla stampa, del lavoro di allestimento esterno al Dolby Theatre, e dell'evento “Oscar Week: Documentaries”, con i candidati nella sezione Documentari. 
Cinema
Oscar 2018, tutti i vincitori
05-03-2018 11:45

Agli Oscar 2018 ha vinto il film “La forma dell’acqua” (leggi la recensione e l’intervista all’attore e all’attrice) di Guillermo del Toro, che si è aggiudicato anche la regia, la scenografia e la musica.

Gary Oldman ha ottenuto il premio come migliore attore per “L’ora più buia”, che ha vinto anche per il make-up. Frances McDormand è la migliore attrice per “Tre manifesti a Ebbing: Missouri”, a cui è andato anche il premio all’attore non protagonista, Sam Rockwell, mentre quello all’attrice è di Allison Janney per “I, Tonya”.


[stop]

Il film d’animazione vincitore è “Coco” (leggi la recensione), la fotografia e gli effetti visivi sono del film “Blade Runner 2049”, i migliori costumi sono de “Il filo nascosto” (leggi la recensione), il montaggio di “Dunkirk” (leggi la recensione). Per la sezione documentario vince “Icarus”, per il film straniero “A Fantastic Woman”,  per la sceneggiatura non originale “Chiamami col tuo nome” (leggi la recensione), per quella originale “Get Out” (leggi la recensione).

Cinema
Oscar 2018, le immagini dei preparativi
02-03-2018 11:00
Nelle immagini che mostriamo ci sono i preparativi della cerimonia degli Oscar 2018, che si terrà il 4 marzo a Los Angeles, press il Dolby Theatre.

Ci sono i preparativi per Governors Ball, le immagini di The Oscar Concert, che si è tenuto preso il Walt Disney Concert Hall in Los Angeles, con il presidente dell’Academy Michael Giacchino.

Il momento della disposizione del red carpet e, infine, la foto di gruppo con tutti i candidati.

Oscar 2017 ultime news. Il  7 febbraio vengono annunciati ulteriori presenatori che consegneranno i premi: Halle Berry, Jamie Dornan, Chris Evans, Gael García Bernal, Samuel L. Jackson, Scarlett Johansson, Dakota Johnson, Shirley MacLaine, Kate McKinnon and Hailee Steinfeld.

 

Il 24 gennaio sono annunciati i candidati ai Premi Oscar 2017. Le nomination per il migliore film sono andate ad “Arrival” (anche per la regia di Denis Villeneuve), “Fences” (“Barriere”), “Hacksaw Ridge” (per la regia di Mel Gibson), "Hell or High Water”, “Hidden Figures” (“Il diritto di contare”), “La La Land” (per la regia di Damien Chazelle), “Lion”, “Manchester by the Sea” (per la regia di Kenneth Lonergan) e “Moonlight” (per la regia di Barry Jenkins).

Per i documentari c’è l’italiano "Fire at Sea” (“Fuocoammare”) di Gianfranco Rosi, “I Am Not Your Negro”, "Life, Animated”, "O.J.: Made in America”, “13th”.

Per gli attori protagonisti sono in lizza Denzel Washington, Casey Affleck, Andrew Garfield, Ryan Gosling e Viggo Mortensen. Per le attrici Isabelle Huppert, Ruth Negga, Natalie Portman, Emma Stone, Meryl Streep.

Il 14 gennaio 2017 viene comunicato che  ad annunciare i candidati agli ottantanovesimi premi Oscar 2017 assieme al Presidente dell'Accademia Cheryl Boone Isaacs ci saranno anche i vincitori Jennifer Hudson, Brie Larson, Emmanuel Lubezki, Jason Reitman e Ken Watanabe. L'annuncio delle nominations avverrò martedì 24 gennaio con inizio alle ore 05:18.

Il 16 dicembre vengono annunciati le pellicole  scelte per la sezione "miglior film straniero". Si tratta di “Tanna” (Australia),  “It’s Only the End of the World” (Canada) di Xavier Dolan,  “Land of Mine” (Danimarca), “Toni Erdmann” (Germania), “The Salesman” (Iran), “The King’s Choice” (Novegia), “Paradise” (Russia) di Andrei Konchalovsky,  “A Man Called Ove” (Svezia),  “La mia vita da Zucchina" (Svizzera).

Il 28 ottobre 2016 viene annunciato che sono 145 i documentari presentati per la sezione: tra questi “The Abolitionists”, “Amanda Knox”, “The Beatles: Eight Days a Week - The Touring Years”, “A Beautiful Planet”, "Eat That Question: Frank Zappa in His Own Words”, “Everything Is Copy - Nora Ephron: Scripted & Unscripted”, “A Family Affair”, "Into the Inferno”, “Iron Moon”, “The Rolling Stones Olé Olé Olé!: A Trip across Latin America”.

 

 

Oscar 2016. Il 28 febbraio si tiene la cerimonia che premia come migliore film e sceneggiatura originale Il caso spotlight, mentre The Revenant si aggiudica tre statuette: Alejandro González Iñárritu è il migliore regista, Leonardo DiCaprio l'attore e Emmanuel Lubezki il  fotografo. Brie Larson è la migliore attrice per Room, Mad Max: Fury Road ottiene il premio per la categoria costumi, scenografia, trucco e acconciatura, montaggio video, montaggio sonoro, missaggio sonoro. Ennio Morricone ottiene il premio come come  colonna sonora per  The Hateful Height. Charles Randolph e Adam McKay per la sceneggiatura non originale de La grande scommessa.

Il migliore film d'animazione è Inside Out, quello stranero è l'ungherese Il figlio di Saul.

 

Il 24 febbraio 2016 viene annunciato che a suonare al Ballo del Governatore - dopo la premiazione degli Oscar del 28 febbraio - sarà Troy "Trombone Shorty" Andrews, con la sua band Orleans Avenue: inserito da Forbes tra gli "30 Under 30", ovvero i  talenti musicali, è uno dei numerosi professionisti creativi che partecipano all'iniziativa Turnaround Arts del Presidente Obama che coadiuva le scuole elementari e medie nel migliorare il rendimento scolastico attraverso programmi rigorosi di arti integrate. Al Governors Ball partecipano  circa 1.500 ospiti, tra vincitori delgli Oscar, nominati,  presentatori e artisti.

 

Il 2016 è ricordato come l’anno di maggiori polemiche per il Premio Oscar, per il fatto che tra i candidati non ci siano film con maestranze di colore. spingendo a creare una campagna sui social media sotto il hashtag #OscarsSoWhite. Dopo queste recriminazioni si è deciso che i membri contanti dell’Academy debbano rappresentare equamente persone bianche e di colore.

Si è inoltre acuita la polemica nei confronti dell’Oscar bait, ovvero la tendenza a realizzare film che possano preventivamente fare incetta di statuette, con evidenti ricadute sull’incasso. I film creati con una strategia che porti alla vincita dell’Oscar sono drammi biografici, drammi romantici, melodrammi familiari: spesso sono film scollegati dai gusti del pubblico, che nella successiva distribuzione trovano incasso.

Nominations dei Premi Oscar 2016. Il 14 gennaio 2016 vengono annunciati i film candidati agli Oscar 2016: per il migliore film svettano "La grande scommessa" ("The Big Short"), prodotto da Brad Pitt, Dede Gardner e Jeremy Kleiner;  "Il ponte delle spie" prodotto da Steven Spielberg, Marc Platt; "The Revenant", con produzione della New Regency, "Brooklyn" cui hanno lavorato Finola Dwyer e Amanda Posey. Seguono "Mad Max: Fury Road”, ”Sopravvissuto: The Martian", "Room" e "Il caso Spotlight".

Come migliore attore emergono Matt Damon, Leonardo DiCaprio, Michael Fassbender; Jennifer Lawrence come attrice, assieme e Charlotte Rampling per 45 Years, Cate Blanchett per Carol, Brie Larson in Room e Saoirse Ronan in “Brooklyn”.

Per l’Italia è candidato Ennio Morricone come migliore colonna sonora per “The Hateful Eight” di Quentin Tarantino.

 

Gli Oscar negli anni 2000. Nel 2015 vince il surreale “Birdman” di Alejandro González Iñárritu, nel 2014 il dramma sociale “12 anni schiavo” (“12 Years a Slave”) di Steve McQueen. Elogio della politica è “Argo” di Ben Affleck (2013), mentre retrò è “The Artist” (2012) di Michel Hazanavicius; negli anni precedenti troviamo l’edificante “Il discorso del re” (”The King's Speech”, 2011) di Tom Hooper, il bellicoso “The Hurt Locker” (2010) di Kathryn Bigelow, il formativo “The Millionaire” (“Slumdog Millionaire”, 2009) di Danny Boyle, “Non è un paese per vecchi” (“No Country for Old Men”, 2008) di Joel Coen e Ethan Coen, il controverso “The Departed - Il bene e il male” (“The Departed”, 2007) di Martin Scorsese, “Crash - Contatto fisico” (“Crash”, 2006) di Paul Haggis, il violento “Million Dollar Baby” (2005) di Clint Eastwood, il colossal “Il Signore degli Anelli - Il ritorno del re” (“The Lord of the Rings: The Return of the King”, 2004) di Peter Jackson, “Chicago” (2003) di Rob Marshall.

 

Del 2002 è il drammatico “A Beautiful Mind” di Ron Howard, del 2001 “Il gladiatore” (“Gladiator”) di Ridley Scott che alterna epopea storica e intimismo. Del 2000 il perverso “American Beauty” di Sam Mendes.

Oscar, la storia. Il premio Oscar nasce il 16 maggio 1929. La nozione di Academy of Motion Picture Arts and Sciences nasce con Louis B. Mayer, capo della Metro-Goldwyn-Mayer (MGM) che voleva creare un’organizzazione capace di mediare le controversie del lavoro senza i sindacati migliorando l'immagine del settore. Con l'attore Conrad Nagel, il regista Fred Niblo, il capo dell'Associazione dei Produttori Fred Beetson discusse questi temi, creando una struttura che vigilava su cinque rami del settore: quella degli attori, registi, sceneggiatori, tecnici e produttori.

Il nome deriverebbe da una funzionaria della Academy of Motion Picture Arts and Sciences, Margaret Herrick la quale vide la statuetta e esclamò: “Assomiglia proprio a mio zio Oscar!”.

La Academy of Motion Picture Arts and Sciences (A. M. P.A.S.) fu fondata l'11 maggio 1927 con lo scopo di sostenere lo sviluppo dell'industria cinematografica nazionale. È composta da circa 6.000 membri: dal 2013 il presidente è Cheryl Boone Isaacs. A partire da aprile 2014 il Consiglio di amministrazione è composto da 51 membri (governor), tre per ognuno dei 17 rami dell’Academy. Il consiglio di amministrazione è responsabile della gestione aziendale, del controllo e delle norme generali.

Per essere ammessi all’Academy occorre essere invitati dal consiglio dei governor. L’adesione può essere raggiunta dopo aver guadagnato una nomination agli Oscar, o due membri esistenti possono sponsorizzare un candidato dello stesso ramo per cui il candidato chiede l’ammissione.

Categorie degli Oscar. Le categorie cui si può partecipare sono 17: Actors, Casting Directors (creata il 31 luglio 2013), Cinematographers, Costume Designers, Designers, Directors, Documentary, Executives, Film Editors, Makeup Artists and Hairstylists, Music, Producers, Public Relations, Short Films and Feature Animation, Sound e Visual Effects. I membri possono vedere molti dei nuovi film gratuitamente presso il Samuel Goldwyn Theater, a due settimane dalla distribuzione e spesso giorni prima dell’uscita in sala.

Film che hanno vinto più Oscar. Le pellicole che hanno ottenuto più Oscar sono “Ben-Hur” del 1959 di William Wyler (11 Oscar su 12 nomination), “Titanic” del 1997 di James Cameron (11 Oscar su 14 nomination), “Il Signore degli Anelli - Il ritorno del re” (2003) di Peter Jackson (11 su 11 nomination), “Via col vento” (1939) di Victor Fleming (10 Oscar su 13 nomination), “West Side Story” (1961) di Jerome Robbins e Robert Wise (10 Oscar su 11 nomination), “Gigi” (1958) di Vincente Minnelli (9 Oscar su 9 nomination), “L'ultimo imperatore” (1987) di Bernardo Bertolucci (9 Oscar su 9 nomination), “Il paziente inglese” (1996) di Anthony Minghella (9 Oscar su 12 nomination).

Film Italiani che hanno vinto gli Oscar. I titolo italiani che hanno ottenuto il premio Oscar come migliore film straniero sono undici: nel 2014 vice “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino; del 1999 è "La vita è bella" di Roberto Benigni; del 1992 è “Mediterraneo” di Gabriele Salvatores, per giungere al 1990 con “Nuovo cinema Paradiso” di Giuseppe Tornatore.

Occorre tornare indietro di quindi anni per avere un altro premio: si tratta del 1975 con “Amarcord” di Federico Fellini. Nel 1972 viene “Il giardino dei Finzi-Contini” di Vittorio De Sica tratto dall’omonimo romanzo di Giorgio Bassani. Nel 1971 ottiene il premio “Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto” di Elio Petri; nel 1965 “Ieri, oggi, domani” di Vittorio De Sica, sancendo uno dei periodo più floridi per l’Italia nell’Academy. Infatti il film di De Sica segue film un anno un altro Oscar, vinto nel 1964 da “” di Fellini. Il regista riminese ha anche vinto nel 1957 con “Le notti di Cabiria” e l’anno prima con “La strada”.

Nel 1950 ottiene l’Oscar “Ladri di biciclette” di De Sica, che aveva trionfato anche nel 1948 con “Sciuscià”.

Federico Fellini vince anche l'Oscar alla carriera nel 1993. “L’ultimo Imperatore” di Bernardo Bertolucci essendo uscito negli Stati Uniti ha concorso nella categoria come migliore film non straniero.

Vota la Scheda

Registrati o Accedi su Mauxa.com per votare questa scheda

Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon