Recensione Film Judy

Cinema / Recensione - 30 January 2020 08:00

Renée Zellweger interpreta Judy Garland

  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Judy: il dietro le quinte del Mago di Oz

Judy è un film drammatico e biografico. Esprime una riflessione appassionata ed amara, compiuta dalla stessa protagonista durante la sua parabola discendente, e temporalmente riferita agli albori della propria carriera, quando da adolescente venne lanciata nel fatato, ed al medesimo tempo, mellifluo sistema hollywoodiano. La regia di Rupert Goold compie una scelta sagace: non ripercorre la vita di Judy Garland, né si concentra sulle tappe di una carriera esaltante, ma ambienta la scena durante le difficoltà della protagonista, quando i vizi alimentari imposti per contratto dai produttori l’avevano ormai irrimediabilmente segnata ed allontanata dal palcoscenico.

Judy Garland da Dorothy all’arcobaleno conclusivo

La narrazione adotta lo stile dei flashback per descrivere i ricordi di Judy (Renée Zellweger), vissuti dalla protagonista durante le riprese de il Mago di Oz, descrivendo la prigione che era stata disegnata mentre interpretava il ruolo di Dorothy, con i produttori che mantenevano una ferrea presa sulla carriera dei giovani talenti, condizionandone scelte ed esistenza e condannandole spesso a conseguenze deleterie. Questo il quadro biografico disegnato dall’attenta regia che nella scena conclusiva sembra paragonare la parabola discendente di Judy Garland ad un arcobaleno di cerimoniale omaggio.

Film Judy

Renée Zellweger candidata all’Oscar per il ruolo di Judy Garland

L’acclamata interprete di A Star Is Born, - È nata una stella - film del 1954, viene presentata come una donna ormai segnata che vive perennemente in bilico, oscillante tra alcol e pillole, tra ricordi e delusione. magistralmente rappresentata da Renée Zellweger, candita all’Oscar 2020, che compie una performance autentica, capace di rappresentare l’emotiva riflessione compiuta dalla protagonista e la sua incapacità di abbattere i condizionamenti subiti da Judy Garland sin dal principio della sua brillante carriera ma caratterizzata dalla tirannia contrattuale dei produttori.

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
Advertisement Advertisement