Fitness: gli errori da evitare per allenarsi in maniera corretta

Daily / News - 05 May 2022 13:45

Diversi sono gli errori in cui si incorre dopo i 50 anni

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Dopo i 50 anni, sono vari gli errori che nel settore del fitness possono provocare lesioni. Allenarsi troppo a lungo e troppo spesso non sortirà effetti positivi: non occorre trascorrere due ore in palestra per raccogliere tutti i benefici che l'esercizio può fornire, come riportato dal magazine Oxygenmag. Secondo lo studio pubblicato sull'European Journal of Applied Physiology, interrompere l'esercizio durante il giorno e impegnarsi in "micro-allenamenti" più brevi può essere efficace quanto gli allenamenti più lunghi. Tom Holland, fisiologo dell'esercizio, nutrizionista sportivo afferma: “Cinque minuti di esercizi di base al mattino, una passeggiata di 20 minuti a pranzo e un circuito a corpo libero di 10 minuti la sera si sommano a un ottimo allenamento".


Benessere: perdere peso, fitness, aumentare la massa muscolare, persona trainer a domicilio - immagini

Gli errori da evitare nel fitness

Un altro errore è lasciarsi influenzare dai social network: Allen Conrad, del Centro chiropratico della contea di Montgomery nel Galles del Nord, in Pennsylvania consiglia di farsi consultare in anticipo dal medico: “La tendinite di TikTok è una vera preoccupazione per gli anziani che cercano di replicare salti e movimenti laterali specifici che vedono online. I tendini diventano meno elastici e più inclini a tendinite acuta con l'età. Le lesioni ai tendini possono persistere poiché il collagene diminuisce con l'età”.

Essenziale è il riscaldamento, perché prepara per l'attività futura, ma riduce anche il rischio di lesioni: il consiglio è riscaldarsi per almeno cinque minuti - ma idealmente 10 - prima di allenarsi per preparare adeguatamente i muscoli. Otto bicchieri d'acqua al giorno da assumere è un buon numero, prima e dopo l'allenamento, per evitare la disidratazione e i crampi muscolari dovuti allo sforzo.


Occorre limitare la quantità di chilometri percorsi all'aperto, come 8-16: è meglio dividere il percorso tra la corsa e la piscina. "L'idroterapia è un modo eccellente per esercitarsi senza la pressione aggiuntiva e l'usura delle ginocchia, dei fianchi e delle caviglie", afferma Conrad. Infine non si deve pensare di poter riprendere da dove si era interrotto decenni prima: questa potrebbe essere una ricetta per un infortunio, secondo Robert Dodds, CPT, personal trainer, fitness allenatore e fondatore di NothingBarredFitness.com.


© Riproduzione riservata



Focus
img-news.png

Speciale salute, benessere e health

Le novità nel settore della salute, benessere.Leggi tutto

Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon