Intervista a Sean Hargreaves, direttore artistico di Avengers: Endgame

Comics / Intervista - 25 April 2019 11:15

Sean Hargreaves è direttore artistico di Avengers: Infinity War, Avengers: Endgame, Wars - Episodio IX

  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Intervista a Sean Hargreaves, direttore artistico di Avengers: Infinity War, Thor Ragnarok, I Guardiani della Galassia 2,  Avengers: Endgame, Star Wars - Episodio IX.

In qualità di art director, qual è l’aspetto più complesso da gestire?

Dobbiamo produrre nuove idee e nuovi design ogni giorno, e in fretta. Poi dobbiamo inserirli in un’immagine che sia realistica e credibile. Vengono apportate molte modifiche prima di arrivare al design finale, quindi bisogna essere diligenti e pazienti, e dobbiamo sempre avere abbastanza energia per trovare nuove idee in modo continuativo durante un lungo periodo di tempo, rispettando tutte le scadenze. Non c’è molto tempo per riposarsi.

Quando lavora a film tratti da fumetti, quali sono le sue fonti di ispirazione?

Beh, il mio pittore preferito ha uno stile completamente diverso da quello della “concept art”. È Andrew Wyeth. Amo anche John Singer Sargent per il suo stile di pittura, e Rembrandt per come usa la luce. Nei miei progetti traggo ispirazione da quello che ho visto nei miei viaggi, nella mia vita. Combino tutte queste cose in ogni film su cui lavoro. Per un artista l’ispirazione è importante, e tutti ci ispiriamo alla fotografia, all’architettura, agli animali, alle auto, alla moda… di tutto. Il mio colore preferito è il blu, ma non ho colori particolari che preferisco usare nel mio lavoro. Dipende sempre dal film. La gamma di colori di un film di solito è determinata dalla storia e dalle discussioni tra il “production designer” e il regista. A volte i concept artist stabiliscono le tonalità di colore.

Con quali altri membri del team di produzione lavora?

Il direttore artistico lavora con tutto il reparto artistico, per l’appunto, soprattutto con gli scenografi e i concept artist. L’art director riceve istruzioni dal production designer, che è capo di tutto il reparto artistico e visivo.

Lei ha lavorato anche ad “Avengers: Infinity War”. Che ricordi ha di questa esperienza?

(Ride) Beh, ricordo che mi hanno assunto per 6 settimane, ma alla fine mi hanno tenuto per 14 mesi. Eravamo ad Atlanta, una città degli Stati Uniti. Lavoravamo in una grande struttura in campagna, lontani dalIa città. Entravo nei teatri di posa e vedevo Iron Man o Thor che recitavano in questi magnifici set… era surreale. Ogni giorno andavo “in ufficio” e mi perdevo nel mondo degli Avengers, mentre dipingevo immagini fantastiche. Ricordo che io e tutti gli altri abbiamo lavorato davvero sodo, il design del film è incredibile, e il livello di bravura dei membri del reparto artistico era davvero alto. Credo che il film sarà una meraviglia. Il mio capo, il production designer Charles Wood, e il supervisore della direzione artistica, Ray Chan, sono incredibili.

Ha lavorato a “Thor: Ragnarok” e “I Guardiani della Galassia 2”. Può raccontarci un aneddoto divertente del periodo delle riprese?

Mmm, bella domanda. Deve capire che per la maggior parte del tempo non siamo sul set durante le riprese, quindi non ne viviamo l’esperienza quotidiana. Lavoriamo in un ufficio separato. Inoltre, quando cominciano le riprese, spesso noi concept artist abbiamo già finito di fare la nostra parte. Posso dire che Taika Waititi, il regista di “Thor: Ragnarok”, è un uomo molto divertente. Lavoravamo sodo, e spesso veniva, batteva le mani e diceva, sorridendo: “Forza, ragazzi, abbiamo un film da girare. Sbrigatevi, sbrigatevi!”

Secondo lei perché i giovani amano così tanto i film tratti dai fumetti (“cinecomics”), e perché hanno così tanto successo al botteghino?

I fumetti, i film e i videogiochi ti trasportano nel mondo della fantasia. Io credo che sia importante “espandere” la mente in questo modo, e coltivare la propria immaginazione. La mente di un ragazzo è come una spugna… assorbe tutto, ed è sempre alla ricerca di cose belle da vivere. Il cinema è la nostra arte rinascimentale; centinaia di anni fa noi artisti avremmo dipinto paesaggi e ritratti, ma in questo mondo, quello contemporaneo, progettiamo e dipingiamo scenari della fantasia.

© Riproduzione riservata



Monografie
img-news.png

Speciale Avengers

Avengers: interviste, news, recensioni, comics gallery, immagini del cast, protagonisti e approfondimenti della saga.Leggi tutto

Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon