Una pallottola nel cuore, 'Gigi Proietti è straordinario': intervista all'attore Ruben Rigillo

Tv / News - 12 April 2016 12:30

La seconda stagione della serie televisiva intitolata "Una pallottola nel cuore" va in onda su Rai 1 dal 5 aprile 2016. Mauxa ha intervistato Ruben Rigillo, interprete del personaggio di San

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

La seconda stagione della serie televisiva intitolata “Una pallottola nel cuore” ha debuttato su Rai 1 il 5 aprile 2016 riscuotendo un notevole successo di pubblico.

\r\n

Mauxa ha intervistato Ruben Rigillo, interprete di Sandro Palmieri. L’attore racconta la sua esperienza sul set della fiction diretta da Luca Manfredi: ”L’atmosfera è davvero eccezionale, il cast è molto tranquillo. Gigi Proietti è straordinario, estremamente generso, gli piace tantissimo il suo lavoro”.

\r\n

Nei nuovi episodi vengono nuovamente rappresentate le dinamiche del rapporto vissuto tra il personaggio di Sandro e il protagonista principale della serie televisiva Bruno Palmieri, interpretato da Gigi Proietti. "Sandro è il figlio di Bruno. Medico, ragazzo molto responsabile, forse anche troppo. Preciso, molto pignolo, spada di Damocle per il padre, perché lo tiene a stecchetto, sempre sotto controllo. Nella prima stagione veniva molto sfruttata la gag padre-figlio, il padre che fa le cose di nascosto dal figlio, il figlio che fa le cose di nascosto dal padre.”

\r\n

La seconda stagione di "Una pallottola nel cuore" offre eclatanti colpi di scena che vanno a coinvolgere anche la figura di Sandro: “In questa nuova stagione Sandro diventa padre, Bruno diventa nonno. Nella parte gialla della serie il mio personaggio non entra praticamente mai, resta nella sfera della vita personale” - spiega Ruben Rigillo - "Lo sconvolgimento più grande subito da Sandro avviene nel momento in cui gli viene rivelato che ha una sorellastra, Maddalena (Francesca Inaudi). Successivamente ci sarà uno scontro con il padre, che deriva in parte da questa scoperta”.

\r\n

Svolgendo la professione di medico, Sandro vive in prima persona il difficile momento vissuto da Bruno, il quale è in pericolo di vita ed è costretto a sottoporsi a un delicato intervento chirurgico a causa della pallottola nel suo petto. Il medico Stefano Bandini (Enzo Decaro) è chiamato a condurre l'operazione. “Il fatto che Sandro è un dottore, lo porta a preoccuparsi per la salute del padre, e conseguentemente della pallottola. Il luminare che conduce l’operazione è stimato da tutti, anche Sandro ha piena fiducia in lui".

\r\n

La presenza di Gigi Proietti al centro della trama consente alla fiction di intercettare un pubblico vasto e composito: "È un attore vecchia scuola, con lui impari di tutto" - dichiara Ruben Rigillo - "Basta che guardi e puoi imparare qualsiasi cosa, ovviamente bisogna saper vedere e apprendere. Basta una sua indicazione e ti apre delle porte, ti illumina. È molto generoso”.

\r\n

La dicotomia tra thriller e commedia viene riproposta in "Una pallottola nel cuore", la cui impostazione la rende un prodotto godibile da un pubblico eterogeneo: “La serie si rivolge a tutti. La prima puntata della nuova stagione è andata benissimo. Il pubblico apprezza sia il lato giallo che il lato commedia. È una formula vincente, mischiare i generi spesso merita".

\r\n

Il secondo episodio della nuova stagione di “Una pallottola nel cuore”, intitolato “Delitto sul fiume”, va in onda su Rai 1 il 12 aprile 2016.

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon