Potiche. Commedia Esilarante Impossibile In Italia

Cinema / News - 05 November 2010 13:09

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Festival di Venezia 2010. La storia di Potiche - La bella statuina, film di François Ozon è ambientata nella provincia francese del 1977: una donna borghese,  dopo il sequestro del marito dirigente dell'azienda di famiglia, prende il suo posto e si emancipa dalla sua figura di Potiche, ossia "bella statuina".

Catherine Deneuve - che Mauxa ha intervistato al festival di Venezia dove il film è in concorso - si adatta in maniera perfetta al ruolo di donna servile al marito e che poi diventa leader, Depardieu incarna alla perfezione il ruolo di politico stanco e malinconico, le battute scivolano lisce come in un film di Woody Allen, la fotografia pregna di colori saturi richiama un mondo idilliaco senza imperfezioni, la sessualità velata della Deneuve rivela  che la perfezione non esiste. La regia non indugia in virtuosismi, di cui il film comunque non avrebbe bisogno tanto è pirotecnica la sceneggiatura . E Ozon si rivela uno dei registi migliori del panorama mondiale, con senso del ritmo e capacita di essere non invasivo in un copione dove si susseguono battute  e lampi si genio.

È un film di cui non avremmo mai apprezzato la consistenza se fosse stato prodotto in Italia: non perché qui non si riesca a realizzare buoni film, ma perché non si favoriscono le strutture che possono veicolare l'intrattenimento. Senza la notevole promozione teatrale che avviene in Francia, non sarebbe mai potuta andare sul palcoscenico questa piece che ha riscosso clamoroso successo oltralpe, e senza questo clamore non sarebbe mai stata trasposta in pellicola. Il film infatti è tratto da una piéce di Pierre Barillet e Jean-Pierre Grédy, creata nel 1980 e interpretata da Jacqueline Maillan.

Un travaso, quello dal teatro al cinema molto usato anche in Usa: ad esempio quasi tutti i film di Billy Wilder erano tratti da testi teatrali: Irma la dolce (1963) è tratto dalla piéce del drammaturgo francese Alexandre Breffort, Baciami stupido (1964) dalla commedia L'ora della fantasia dell'autrice italiana Anna Bonacci. Proprio perché il meccanismo narrativo che è alla base del buon teatro è veloce e così ben incastrato con i personaggi da intrattenere perfettamente anche sullo schermo. Se qui in Italia non si agevola questo concatenamento non si otterrà mai che il cinema diventi industria dell'intrattenimento e non si vedranno mai capolavori come Potiche.

POTICHE - LA BELLA STATUINA. (Potiche). Regia: François Ozon. Soggetto: Pierre Barillet, Jean-Pierre Grédy. Sceneggiatura:            François Ozon. Attori: Catherine Deneuve, Gérard Depardieu, Fabrice Luchini, Jérémie Renier, Judith Godrèche. Produttore: Eric Altmeyer, Nicolas Altmeyer, Genevieve Lemal. Produzione: Mandarin Cinéma, Scope Pictures. Distribuzione: BiM Distribuzione. Paese:            Francia. Anno: 2010. Durata: 103 min. site: www.bimfilm.it

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon