Vite Fragili di Rina Frank: l'autrice che ha commosso Israele

Comics / News - 18 November 2009 09:00

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Vite Fragili di Rina Frank: l'autrice che ha commosso Israele - Ci sono libri che non fanno rumore, eppure sono le voci migliori di questi nostri tempi. Non che sia il caso di Vite fragili, la cui autrice Rina Frank, al suo esordio nel 2006 con Ogni casa ha bisogno di un balcone, fu un autentico caso letterario in Israele.
Vite fragili racconta di percorsi di vita parallela che finiscono per incontrarsi, desiderarsi e poi respingersi: ognuna ignara degli effetti collaterali che esercitera' sulle altre.
Daniel vive in comunita' e lavora come addetto alle pulizie in una palestra: uscito di prigione, sta cercando di voltare le spalle a un passato di tossicodipendenza. Ben Avner, ex poliziotto deluso, e' il responsabile del servizio di sicurezza di un centro commerciale. Revital e' un'estetista dalla personalita' forte e bizzarra, con un figlio talentuoso che sogna di fare l'attore e un ex marito con problemi di droga.
Ogni personaggio affronta la propria battaglia quotidiana contro l'indifferenza degli altri. Tutti tentano di colmare un vuoto esistenziale e preservare, allo stesso tempo, una briciola di senno. Per sopravvivere, ognuno trova il proprio antitodoto: la rinuncia ad un limbo in preda all'esaltazione allucinogena, la fede nella severa dedizione al dovere o in quella soffocante per un figlio. In tutti i casi le ossessioni creano dipendenze dai risvolti devastanti. La crudelta' sta tutta in un'esistenza amara che gira a vuoto, se non fosse intessuta delle nostre stesse nevrosi miste ai sogni: "La nostra vita e' piu' fragile di una matita."

Rina Frank, Vite fragili, Fanucci Editore 2009 - Collezione Vintage, pp. 234

www.fanucci.it

 

 

© Riproduzione riservata





Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Advertisement " >