Venezia79 incontro con il cast di Blonde, Ana de Armas: ‘Marilyn Monroe mi ha cambiato la vita’

Cinema / Intervista - 09 September 2022 17:00

Il cast del film Blonde parla del film

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

 

Blonde è il film in concorso presentato alla Mostra del Cinema di Venezia. La storia ripercorre alcune tappe della vita di Marilyn Monroe, ed è tratta dall’omonima opera di Joyce Carol Oates. 

Come ti sei avvicinato al personaggio di Marilyn Monroe? 

Ana de Armas. Non ero molto a conoscenza della vita di Marilyn, avevo solo visto i suoi film. Così ho esplorato la donna reale che era dietro il personaggio, il suo dolore e il suo dramma. È stato in progetto che sapevo che mi avrebbe richiesto di aprirmi in alcuni luoghi sconosciuti, è proprio lì è arrivato il collegamento di questa persona. 

Come mai nel film si dà così importanza alla figura del figlio mai nato?

 Andrew Dominick. La figura del bambino è importante per lui. Da un lato lei vuole avere questo bambino perché le permette di lavarsi dal suo trauma infantile, quando fu portata in orfanotrofio. La gravidanza è difficile, per molti aspetti, nel film. 

Come ti sei immedesimata nel ruolo della madre?

Julianne Nicholson. Non si sa molto della madre, la malattia mentale era una cosa che le persone ignoravano a quell’epoca. O tendevano a nascondere. 

Cosa ti ha insegnato questo personaggio? 

Ana de Armas. Ho imparato a essere più ematica, nutrire più rispetto verso attori che si trovano in certe situazioni. Mi ha insegnato a proteggermi di più. Ho imparato che Marilyn era molto forte, e ho cercato di far emergere  il meglio di me. 

Come è stata scelta l'attrice? 

Andrew Dominck. Ana ha letto la sceneggiatura. Sapevo che doveva essere lei. Era un po’ come un amore a prima vista. 

Ana de Armas. Ho fatto diverse audizioni. Abbiamo fatto dei test, girando scene più volte. Il tutto poi è migliorato, finché tutti non si sono convinti. Il mio anno di partecipazione è stato molto duro, e Andrew mi ha detto che dovevo avere il cuore spezzato, per interpretarlo. Sul set ho avuto fiducia di lui, il primo giorno di riprese sono tornata a casa con il senso di privilegio di lavorare con Marilyn. Ho lavorato tanti anni, e raramente ho potuto dire che una persona mi ha trasportato in un altro ruolo, come lei lo ha fatto. Quando abbandonavo il set, sentivo tutto quel peso su di me. Era importante che sperimentassi tutto questo. 

Lei interpreta Joe di Maggio.

Adrien Brody. Occorreva rispettare il personaggio, tratto poi da un best-seller. Soprattutto interpretando personalmente un uomo che ha avuto un rapporto intimo con lei. È un viaggio, e ho adorato questa esperienza, mi sono piaciuti tutti gli aspetti e tutte le varianti.

Come pensa sarà recepito?

 Ana de Armas. Ho partecipato a questo film per me stessa. Questo film mi ha cambiato la vita è sarà quel che sarà, sarà.

© Riproduzione riservata





Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Advertisement " >