Salvate il soldato Ryan, i retroscena del film iconico di guerra di Steven Spielberg

Cinema / Editoriali - 20 July 2020 10:30

Salvate il soldato Ryan è disponibile in streaming su Netflix, Infinity, TImVision e Google Play

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Il film Salvate il soldato Ryan del 1998 di Steven Spielberg è rimpasto come l'esempio di cinema bellico realistico e empatico. La storia di un piccolo gruppo di soldati che cerca di salvare l'unico membro sopravvissuto di una famiglia devastata dalla perdita causata dalla guerra, durante i giorni del D-Day in realtà è tratta da una storia vera. A fare chiarezza su tali aspetti è un articolo recente di cinemablend: lo sceneggiatore Robert Rodat ha basato vagamente la storia sugli eventi reali. L'idea di un'intera generazione appartenente ad una sola famiglia che viene spazzata via sul campo di battaglia è nata dopo essersi imbattuto in un memoriale in un piccolo villaggio del New Hampshire durante una passeggiata mattutina. 


Film Salvate il soldato Ryan
Rodat - come spiegato in un articolo del Los Angels Times pubblicato in concomitanza dell'uscita del film - continuava a vedere i cognomi ripetuti dei fratelli elencati in diversi conflitti risalenti alla guerra. In quel periodo  stava anche leggendo un libro dello storico Stephen Ambrose sulla famiglia Niland che perse due figli nella seconda guerra mondiale, con un terzo che si credeva fosse stato ucciso: Il quarto fratello è stato rimandato negli Stati Uniti per completare il suo servizio, proprio come  James Francis Ryan nel film.

Salvate il soldato Ryan e la scena della battaglia

La scena dell'atterraggio su Omaha Beach che dura 23 minuti ha necessitato di diverse settimane di pianificazione: il produttore Mark Huffam ha dichiarato all'Irish Independent (via Esquire ) che è costata circa 12 milioni di dollari, ovvero circa il 20% del budget totale: somma necessaria per ricreare le spiagge della Normandia nel sud-est dell'Irlanda, gli effetti speciali e l'equipaggio gli oltre 1.000 comparse in uniforme, armi e attrezzature del periodo.  


Per prepararsi al ruolo in Saving Private Ryan, i membri centrali del cast sono stati mandati in un campo di addestramento gestito da un veterano della marina: nel corso di 10 giorni, gli attori hanno imparato cosa significhi essere un soldato, e tutti erano coinvolti nella formazione di gruppo tranne Matt Damon, che si è allenato lontano da tutti gli altri. Sul sito Web di Warriors Inc., Dale Dye ha spiegato che il motivo risiede nel tentati di impedire che il resto del cast legasse con lui, affinché quando il gruppo si sarebbe incontrato avrebbe potuto esprimere un risentimento maggiore. Ciò è evidente quando il soldato Ryan si unisce per la prima volta al gruppo di Army Rangers nelle parti successive del film.

Salvate il soldato Ryan è disponibile in streaming su Netflix, Infinity, TImVision e Google Play.

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon