The Crossing, la serie tv ABC cancellata dopo solo una stagione

Tv / Approfondimenti - 24 May 2018 18:00

Nonostante le buone premesse e l'endorsement di Stephen King, la sorte dello show è segnata.

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

The Crossing, serie tv della ABC, è soltanto l'ennesima vittima della spietatezza dell'audience: lo show è stato infatti cancellato dopo una sola stagione e la comunicazione è stata data lo scorso 11 maggio 2018. Le avvisaglie del disastro si erano avute già con la première del 3 aprile, ma da allora le cose sono andate progressivamente peggio: la media finale dei primi sette episodi non va oltre i 4.22 milioni con lo 0.69 nella fascia 18-49 anni. Troppo poco davvero per sperare in un prolungamento, anche se la critica non si era espressa in modo ostile: su Rotten Tomatoes l'indice di gradimento raggiunge il 75% con un voto medio di 6,1, mentre su Metacritic, la lancetta si è fermata a 58 su 100. La dodicesima puntata sarà dunque l'ultima.
Serie tv The Crossing

Soprattutto, The Crossing era stata in grado di guadagnarsi la stima e l'ammirazione nientemeno del re dell'orrore, quello Stephen King che ha messo la firma sui maggiori successi del genere degli ultimi quaranta anni, da It a Carrie, da Shining a Misery, da Il miglio verde fino al L'ombra dello scorpione, ispirando numerosi film. Uno che di successi se ne intende insomma, e che quando trova qualcosa di interessante non si fa problemi a comunicarlo tramite Twitter, come nel caso in questione. A colpirlo sono stati i temi che la storia affronta indirettamente, come la crisi globale dei migranti e le politiche che sono state intraprese per affrontarla, la guerra e il classismo, e il messaggio di avvertimento a tenersi informati su quanto sta accadendo. Dalla trama complessa ma non tanto da annoiare e disorientare la platea, la serie è stata accostata alla creatura di J.J. Abrams, Lost.

La trama prende le mosse dall'arrivo sulle coste americane di 47 richiedenti asilo che, dopo poco, si scopre essere arrivati da 180 anni nel futuro. Il cast vedeva la presenza di Steve Zahn, Natalie Martinez, Sandrine Holt, Georgina Haig, Tommy Bastow, Rob Campbell, Rick Gomez, Marcuis W. Harris, Grant Harvey, Jay Karnes, Simone Kessell, Kelley Missal, Luc Roderique e Bailey Skodje.

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon