Recensione Doctor Sleep, Rebecca Ferguson villain d'eccezione

Cinema / Recensione - 31 October 2019 14:55

Doctor Sleep di Mike Flanagan, in sala dal 31 ottobre.

  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Doctor Sleep, il sequel di Shining esce oggi, giovedì 31 ottobre nelle sale italiane. Il film di Mike Flanagan è l'adattamento cinematografico dell'omonimo libro di Stephen King. Dalle prime dichiarazione entusiastiche della stampa specializzata USA, gli umori intorno all'horror registrano diverse aspettative insofferenti al sequel.

Film Doctor Sleep
Film Doctor Sleep

La trama vede Dan Torrance (Ewan McGregor) perseguitato dai demoni della famigerata stanza 237, la RedRum dell'Overlook Hotel. Annacqua la maledizione della luccicanza nell'alcol, girovagando inquieto da un posto all'altro. L'aiuto degli Alcolisti Anonimi e un impiego presso l'hospice locale di una cittadina nel New Hampshire sembrano portare una relativa quiete nell'esistenza di Dan. Ovviamente non è così.


Doctor Sleep, recensione e cast

Flanagan rende omaggio al film di Kubrick: una scelta fin troppo rischiosa, ma il regista decide ugualmente di metterci la faccia, riuscendo nella sfida. Ai flashback e al ritorno all'Overlook Hotel, tra gli immaginari intoccabili della storia del cinema, prevedibilmente qualche critico ha ritenuto opportuno mostrare il pollice verso. Tuttavia, questo ritorno alle origini, là dove tutto è cominciato, è un passaggio chiave che fa decollare il film conferendo forma e sostanza a quanto seminato prima.

Il cast. McGregor interpreta un protagonista sopraffatto dalla luccicanza e dalle vicende dell'infanzia. Rebecca Ferguson, nei panni di Rose The Hat, si dimostra all'altezza del personaggio descritto nel libro come una creatura magnifica, di stra-ordinaria bellezza: il capo della setta denominata Vero Nodo, neo vampiri che si nutrono del “vapore” dei bambini dotati di luccicanza, associa la seduzione di una giovinezza immortale alla crudeltà. A Kyliegh Curran è affidato il ruolo della coraggiosa Abra, quasi un alter ego in ricordo del Danny Torrance che fu nella pellicola del 1980.




© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon