Alita: Battle Angel, dal manga al film con Rosa Salazar e Michelle Rodriguez

Comics / Manga / News - 27 February 2017 10:00

"Alita #5" esce il 2 marzo: intanto sono terminate le riprese del film in live action prodotto da James Cameron che vede nel cast anche Michelle Rodriguez.

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Panini Comics ha lanciato la nuova ri-edizione di “Alita” alla fine del 2016.
“Alita #5” è attesa in fumettera e in edicola per il 2 marzo. Si tratta del celebre manga di Yukita Kishiro che ha debuttato in Giappone nel 1990. La prima serie termina nel 1995, mentre nel 2001 arriva il sequel “Last Order”. Nel 2014 esce “Gunnm: Mars Chronicle”, ancora in corso, che dovrebbe terminare la saga cyberpunk.


Film Alita - Angelo della battaglia

La trama è ambientata, in un futuro distopico, nella “città discarica” della meravigliosa Salem sovrastante. La protagonista è la giovane Alita, cyborg con cervello umano, soccorsa dal dottor Daisuke Ido. La ragazza giace, infatti, tra i rifiuti con il corpo robotico distrutto: chi è destinato a diventare suo mentore e padre putativo, la rimette in sesto fornendole un potente modello Berserker di ultima generazione.
Perduta la memoria, Alita affronterà un viaggio di formazione alla ricerca della propria identità misteriosamente legata a Salem (nota anche come Tiphares), la città sospesa che, in realtà, sta seminando morte e distruzione.
Lungo le tappe, la cyborg s'innamorerà di Yugo, piccolo delinquente con un ideale nel cassetto, e prenderà parte alle gare di Motorball, sport estremamente violento, grazie alla conoscenza del Panzer Kunst, letale arte marziale.


Nel corso del manga veniamo a conoscenza di una mappa, nella quale Salem e la discarica sono collocate vicino a Kansas City, nel Missouri.

Il titolo originale del manga è “Gunnm”, così come il nome della protagonista cambia da Gally in Alita: modifiche intervenute per volontà dell'edizione statunitense.
Nel 1993 è stato realizzato un anime diretto da Hiroshi Fukutomi.

Come per “Ghost in the Shell”, anche questo manga ha attirato l'attenzione di Hollywood: la trasposizione per il grande schermo può contare sulla sceneggiatura di James Cameron (anche produttore) e la regia di Robert Rodriguez.
Secondo le dichiarazioni di Cameron riguardo al film in uscita nel 2018, “Alita: Battle Angel” sarà tratto dai primi quattro albi del manga, comprendenti, dunque, quelli centrati sul Motorball.
Il sangue che scorrerà sarà blu e, in caso di successo al botteghino, la pellicola avrà due sequel tramutandosi in una trilogia.

“Alita: Battle Angel” ha avuto a disposizione un budget stimato intorno ai duecento milioni di dollari e promette effetti speciali spettacolari. Solo a riprese appena terminate, si è diffusa la notizia che Michelle Rodriguez compare nel cast nel ruolo di una guerriera cyborg.
A interpretare Alita, invece, è Rosa Salazar, mentre a Christoph Waltz spetta vestire i panni del dottore mentore. L'attore, due Oscar vinti per “Bastardi senza gloria” (2009) e “Django Unchained” (2012), sembra abbia ottenuto la parte dietro l'interessamento di Quentin Tarantino, amico di lunga data del regista Rodriguez (nonché di Waltz).

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon