The Twilight Saga: New Moon, Catarsi Dei Problemi Adolescenziali

Cinema / News - 21 November 2009 15:30

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Il secondo episodio della saga di Twilight, intitolato New Moon, tratto anch'esso dalla serie di romanzi di Stephenie Meyer, giunge nelle sale di tutto il mondo circondato da un'atmosfera di trepidante attesa da parte di un universo adolescenziale che, in questa storia di personaggi per metà umani e per metà mostri e nelle difficoltà di rapporto sentimentale di questi con gli esseri umani, rielaborano i conflitti tipici di quell'età in cui l'attrazione e la repulsione per l'altro sesso convivono generando dubbi ed ansie.

Se nel primo episodio Bella, la protagonista, doveva fare i conti con l'intrinseca impossibilità di rapporto con il suo amato Edward, in quanto vampiro, qui, oltre a questo, dovrà affrontare anche la difficoltà e l'ambiguità nella relazione con Jacob, amico che aspira ad essere per lei qualcosa di più e che scoprirà in seguito essere un licantropo, quindi un pericolo per gli umani, oltre che per i vampiri. A livello narrativo l'introduzione di un secondo personaggio fantasy che rievoca nella protagonista gli stessi conflitti e le stesse dinamiche di attrazione - repulsione appare un po' una ripetizione, ma può essere anche vista come la sottolineatura di un discorso che per l'autrice è centrale nel mondo adolescenziale: l'estrema problematicità e ambiguità dei rapporti con l'altro sesso, siano essi rapporti d'amore che rapporti amicali. La storia inizia con il compimento dei diciotto anni di Bella. Proprio quando il suo rapporto con Edward appare possibile, anche grazie all'accettazione della ragazza da parte della famiglia Cullen, accade un fatto che rimette tutto in discussione. Durante il festeggiamento del suo compleanno a casa Cullen, Bella inavvertitamente si ferisce e la perdita di sangue scatena la ferocia di Jasper che viene prontamente trattenuto. Questo episodio fa sì che Edward decida di lasciare Bella e di abbandonare Forks insieme alla sua famiglia per proteggerla. La ragazza passa quindi un periodo di depressione dal quale si risolleva dopo sei mesi grazie all'amicizia / amore di Jacob Black, che le svela poi di essere diventato un licantropo. La disperazione per la lontananza di Edward e la convinzione che lui non l'ami più la porta però ad atti autolesionistici che vengono erroneamente interpretati dalle visioni di Alice Cullen e che la faranno credere morta da Edward. Quest'ultimo, preso dalla disperazione, decide di consegnarsi ai Volturi, gli unici esseri in grado di dare la morte ai vampiri. In suo soccorso giungerà Bella, recandosi a Volterra, dove questi hanno sede.

La regia di questo secondo episodio della saga è stata affidata a Chris Weitz (Ritorno dal paradiso - 2001, About a Boy - Un ragazzo - 2002, La bussola d'oro - 2007) che, rispetto alla regista del primo episodio Catherine Hardwicke, appare meno visionario, meno suggestivo. Il ritmo della narrazione è inoltre più lento, con scene sentimentali a tratti troppo lunghe e, in generale, un minore appeal visivo. Pur essendo comunque gradevole, il film risulta quindi meno affascinante rispetto al primo anche se ovviamente il confronto deve tener conto dell'evidente svantaggio consistente nel fatto che per quasi tutta la durata i due protagonisti sono lontani l'uno dall'altro e l'atmosfera emotiva che pervade il film è di tipo depressivo. Se nel romanzo il personaggio di Edward compare spesso nei pensieri di Bella, non così facile è stata la sua trasposizione cinematografica. Infatti l'utilizzo della sua voce fuori campo non appare una soluzione soddisfacente al problema. Oltre al cambio di regia rispetto a Twilight c'è stato anche un cambio di direzione della colonna sonora. Non più Carter Burwell, ma il musicista francese Alexandre Desplat, autore delle colonne sonore di film come Syriana, Il curioso caso di Benjamin Button e La bussola d'oro. Nella colonna sonora ci sono brani di Thom Yorke, leader dei Radiohead, Muse, Band of Skulls e Bon Iver. Sempre bravi e convincenti gli interpreti Kristen Stewart (Panic Room - 2002, Into the Wild - Nelle terre selvagge - 2007, Twilight -2008) nel ruolo di Bella e Robert Pattinson (Harry Potter e il calice di fuoco - 2005, Harry Potter e l'ordine della fenice - 2007, Twilight - 2008) in quello di Edward.

Una curiosità che interesserà soprattutto le ragazzine che in sala hanno sospirato di fronte al fisico scolpito di Jacob. L'attore che lo interpreta, Taylor Lautner, presente anche in Twilight, inizialmente doveva essere sostituito in quanto si riteneva avesse un fisico troppo adolescenziale per il ruolo di un ragazzo che si trasforma in licantropo. Grazie però ad un duro allenamento fatto di esercizi giornalieri di pesi e ginnastica varia per aumentare la massa muscolare, l'attore è riuscito a farsi riconfermare nella parte.

THE TWILIGHT SAGA: NEW MOON
- Regia: Chris Weitz. Sceneggiatura: Melissa Rosenberg, Stephenie Meyer. Fotografia: Javier Aguirresarobe. Montaggio: Peter Lambert. Musiche: Alexandre Desplat. Produzione: Summit Entertainment. Interpreti: Kristen Stewart, Robert Pattinson, Taylor Lautner, Dakota Fanning, Ashley Greene. Genere: Horror, Thriller, Fantasy, Sentimentale. Durata: 130 min. Paese: USA 2009. Distribuzione: Eagle Pictures. Uscita: mercoledì 18 novembre 2009. Sito italiano: http://www.twilight-blog.eaglepictures.com/

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon