Sylvester Stallone nuovo film da regista tratto da un amato bestseller del New York Times

Cinema / Approfondimenti - 06 August 2019 12:00

Though As They Come, libro biografico di Travis Mills e Marcus Brotherton.

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Sylvester Stallone è atteso al cinema in settembre con Rambo Last Blood. Il nuovo film concluderà il franchise con un capitolo epico, anche se spoiler preannunciano un finale amaro. Sarà così? Tra i futuri progetti in cantiere, Stallone ha annunciato anche il sequel di un'altra saga di successo. Tuttavia, probabilmente prima dei Mercenari 4, l'attore tiene a tornare da regista e co-protagonista di un film tratto da un amato bestseller del New York Times.

Film Rambo

Though As They Come scritto da Travis Mills e Marcus Brotherton, pubblicato negli Stati Uniti nel 2015, contiene la prefazione di Gary Senise, volto cinematografico molto noto negli Anni Novanta grazie a film come Uomini e Topi (1992), Forrest Gump (1994), Apollo 13 (1995), Il miglio verde (1999). Oggi, Sinise è socialmente attivo in diverse organizzazioni no profit a sostegno dei veterani di guerra.


Dal libro biografico di Travis Mills al film di Stallone

Though As They Come è un libro biografico che racconta la vicenda di Travis Mills, militare in missione in Afghanistan, tra i cinque sopravvissuti in seguito alle ferite estese con l'amputazione degli arti inferiori e superiori.

Nel libro Travis ricorda il desiderio di giocare a pallone. Crescendo, a un certo punto, ha la sensazione di sprecare tempo e soldi. Decide quindi di arruolarsi nell'esercito per combattere il terrorismo nell'era della globalizzazione: un modo per sentirsi utile, invece di sedere dietro un banco di college.

Travis affronta una lunga, complicata convalescenza. La sua riabilitazione ha dell'incredibile anche per i medici. La forza di volontà, l'amore della famiglia e la fede forgiano un uomo che oggi continua a nuotare, ballare con la moglie, andare in bicicletta e accompagnare la figlia a scuola. Di sé, dice: “Cerco di vivere al meglio che posso”.


Un estratto dal libro

All'alba del 10 aprile del 2012, mancano pochi giorni al suo 25esimo compleanno, quando è vittima di un IED (Improvised Explosive Device), un ordigno esplosivo improvvisato. Dal libro: “Non penso quello che ho passato sia particolarmente più duro di ciò che tante persone devono affrontare. Una madre malata terminale. Un disoccupato. Un tossicodipendente. Non paragono il grado di difficoltà della mia storia con quello di altre storie. Tutti noi abbiamo sfide da superare. Il punto è che esiste la possibilità di andare avanti. Potete scegliere di non arrendervi. Potete scegliere di non mollare”.


© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon