Carlo Goldoni

Carlo Goldoni

Data di nascita: 1707-02-25

Nazione: Italia

  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
Daily
Carlo Goldoni
27-03-2021 16:00

Carlo Goldoni nasce a Venezia nel 1707, ed è considerato uno dei padri fondatori della commedia moderna.

La sua formazione è molto ampia, intraprende la carriera di medico, trasferendosi prima a Perugia e poi a Rimini, per studiare filosofia. Abbandono comunque presto gli studi, per seguire una compagnia di comici di Chioggia.

Inizia così un periodo particolarmente articolato della sua vita: riprende gli studi a Modena, ma inizia allo stesso tempo anche a produrre le prime opere comiche. Muore il padre nel 1731, ed è quindi costretto a prendersi cura della sua famiglia, tornando a Venezia. Cerca di completare gli studi a Pavia, ma per causa di un'espulsione li terminerà a Padova.

La sua prima commedia da lui interamente scritta è "La donna di Garbo", nel 1742.
Nel 1748 torna a Venezia e inizia a scrivere commedie per la compagnia di Medebach, distaccandosi dai modelli della Commedia dell'Arte, iniziando così a dettare i principi per una riforma del teatro. E' da qui che la produzione di Goldoni sarà particolarmente attiva: "La vedova scaltra", "Il cavaliere e la dama", "L'amante militare", "La serva amorosa" e la celebre "Locandiera", solo per citarne alcuni.

Nel 1753 abbandona la campagnia e si sposta al Teatro San Luca, di Vendramin. Qui scrive sia tragicommedie che commedie. Tra le più significative: "Trilogia persiana", "Terenzio", "Torquato Tasso" e il capolavoro "Il campiello".

Torna poi a Venezia identificato come celebrità nazionale. Si occupa di nuove e grandi opere, "Gli innamorati", "La casa nova", "I rusteghi".

Nel 1762 decide di andare a Parigi, trovandosi di fronte ad una sfida forse più grande di quella che poteva immaginarsi: il pubblico francese si aspettava opere più legate alla Commedia Italiana, dalla quale invece Goldoni aveva preso le distanze. Iniziò così un periodo di collaborazione con la famiglia reale, insegnando l'italiano alle figlie del Re di Francia Luigi XV.

Ma con il sopravvento della Rivoluzione Francese, venne soppressa la Pensione di corte che permetteva a Goldoni il sostentamento a Parigi, morendo quindi in miseria il 6 febbraio del 1793, all'età di quasi 86 anni.


Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon