Massimo Ongaro, paladino di Carlo Goldoni perché nuovo direttore artistico del Teatro Stabile del Veneto

Daily / News - 06 May 2014 07:28

Il Consiglio d'Amministrazione del teatro della regione ha selezionato Massimo Ongaro in una ristretta rosa di candidati affinché valorizzi la cultura, anche a livello internazionale, durante q

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Massimo Ongaro. Massimo Ongaro è il nuovo direttore del Teatro Stabile del Veneto. Onorato per la nomina ricevuta, l'organizzatore culturale ha detto di sentire in maniera profonda la responsabilità dell'incarico. Mirerà in primis a rilanciare due realtà di grosso rilievo quali i teatri Verdi e Goldoni, rispettivamente ubicati nelle città di Padova e di Venezia.

Lifestyle. Quella della cultura è una tendenza  a volte nascosta nella società, ma che, per fortuna, in fondo in fondo non muore mai e Massimo Ongaro ce la metterà davvero tutta per orientare il proprio operato a valorizzarla. Desidera concentrarsi sul legame col territorio e sulla promozione della tradizione teatrale veneta.

Teatro. Massimo Ongaro, subentrato al precedente direttore artistico Alessandro Gassmann, ha convinto i membri del Consiglio di Amministrazione del Teatro Stabile del Veneto a sceglierlo perché vanta una serie d'esperienze, nonché un profilo di relazioni internazionali, decisamente convincenti.

Veneto. Luca Zaia, presidente del Veneto, ha avuto parole di fiducia ed incoraggiamento per Massimo Onaro ed il vicepresidente della regione ha asserito che l'ente  sarà al suo fianco, conferendo vitalità alle realtà della cultura. Si sta attraversando una fase delicata per i Teatri Stabili, risorse da gestire al meglio.

Carlo Goldoni.  Massimo Ongaro, paladino del teatro, si batterà per il suo successo. Dal Settecento il Veneto s'impone nell'arte della scena perché ha dato i natali al grandissimo Carlo Goldoni, reputato uno dei padri della commedia moderna. Costui deve la propria notorietà anche ad opere stese in dialetto.

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon