Serie TV Altered Carbon: la seconda stagione

Tv / News - 14 April 2018 08:00

Tutte le novità sullo show sci-fi targato Netflix

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Dopo il fiasco del film Bright, con Altered Carbon Netflix è riuscita, quantomeno parzialmente, a rifarsi nell’ambito della sua produzione sci-fi. L’omonimo romanzo di Richard K. Morgan (pubblicato in italiano con il titolo “Bay City”) non era facile da adattare, ma gli sforzi della showrunner Laeta Kalogridis sembrano essere stati ripagati: nonostante le reazioni contrastanti della critica, la serie è comunque riuscita a ottenere una larga sufficienza sia su Rotten Tomatoes che su Metacritic. Netflix non ha ancora annunciato ufficialmente la seconda stagione, ma stando alle indiscrezioni è praticamente cosa fatta: le riprese dovrebbero cominciare a ottobre, il che significa che Altered Carbon potrebbe tornare già all’inizio del 2019.

Altered Carbon


Per il momento, ignoriamo ancora la composizione del cast. Viste le premesse di Altered Carbon, non è da escludere che i personaggi della prima stagione possano tornare con corpi diversi (o “custodie”, per usare il gergo della serie) , ovvero che possano essere interpretati da attori nuovi. “È il sogno di qualunque produttore,” ha commentato James Purefoy, interprete del ricchissimo Laurens Bancroft. “I personaggi possono riapparire, ma i nostri corpi possono essere rottamati.” Anche la star dello show, Joel Kinnaman, pensa che Altered Carbon potrebbe adottare un formato antologico, diventando una specie di incrocio fra True Detective e Doctor Who: “Se Netflix riuscisse a ottenere i diritti degli altri libri, praticamente ci sarebbe un cast nuovo per ogni stagione.” Kinnaman, tra l’altro, di recente è entrato a far parte del cast di “Hanna”, l’adattamento prodotto da Amazon TV dell’omonimo film del 2011 diretto da Joe Wright. Stando a Kalogridis questo nuovo impegno non rappresenterebbe un ostacolo insormontabile per il ritorno di Kinnaman, ma l’attore sembra convinto che la seconda stagione di Altered Carbon potrebbe far interpretare Takeshi Kovacs a qualcun altro senza troppi problemi.


Se davvero Kinnaman venisse escluso, niente impedirebbe a Kalogridis di scegliere una donna al suo posto. “Ne ho già parlato con la produzione, perché credo che una cosa del genere sia implicita nella premessa di questo tipo di storia,” ha spiegato la showrunner. “Potremmo esplorare le questioni di genere dall’interno, non più solo dall’esterno. Le tematiche LGBTQ, e tutto ciò che riguarda quello che ci fa sentire a nostro agio, o a disagio, con i nostri corpi fisici… sono tutte cose che secondo me questo show farebbe bene ad approfondire.”


Il secondo libro scritto da Morgan si intitola “Broken Angels” (“Angeli Spezzati” nell’edizione italiana), e già dalla sinossi si capisce che potrebbe portare a una seconda stagione di Altered Carbon molto diversa dalla prima. Stavolta, infatti, “l’ex-emissario dell’ONU diventato detective privato, Takeshi Kovacs, abbandona il ruolo dell’investigatore per assumere quello di mercenario, ritrovandosi ad aiutare il governo di un pianeta lontano a sopprimere una rivoluzione sanguinosa.” La difficoltà principale sarà quella di “rimpicciolire” la storia per renderla più adatta al formato telefilmico, sia in termini di budget che di storytelling.


© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon