Lego Dimensions, recensione videogame per PS4 e Xbox One: un universo formato mattoncino

Games / News - 13 September 2016 14:00

Lego Dimensions unisce giocattoli e videogiochi, in un'avventura che esplora mondi e dimensioni differenti. Decine di personaggi e accessori per la nuova visione ludica dell'universo Lego.

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Lego Dimensions è il nuovo videogioco della serie Lego, sviluppato da TT Games e pubblicato da Warner Bros. Interactive Entertainment. Il nuovo esperimento degli sviluppatori segue una linea tracciata negli ultimi anni da produzione videoludiche quali Skylanders, Disney Infinity e per ultima Nintendo che, con i suoi Amiibo, ha unito il concetto di giocattolo reale con la sua rappresentazione virtuale. Lego Dimensions, dopo decine di titoli legati a progetti cinematografici, è il primo passo di Warner Bros verso nuovi lidi, con una pedana fisica, Toy Pad, dove far convergere tutti i nostri eroi formato statuetta.

La trama di Lego Dimensions è un enorme coacervo di mondi differenti, con una modalità storia che naviga tra diverse dimensioni narrative, un’unione di produzioni quali Il Signore degli Anelli, Jurassic World, Ritorno al Futuro, DC Comics, Ghostbusters, Scooby Doo, Doctor Who e altri ancora. Come è facile intuire, la nuova strada percorsa intreccia situazioni, personaggi e nemici provenienti da realtà uniche, per un’avventura che punta, come sempre, sulla vena ironica e spensierata. La comparsa di un vortice dimensionale è l’incipit che unisce inaspettati alleati nella lotta finale contro il malvagio Lord Vortech.

Il gameplay di Lego Dimensions si basa sull’iniziale Starter Pack, con cui costruire, letteralmente, l’intera esperienza di gioco. Il titolo ruota attorno all’assemblamento di Lego fisici, da far interagire con l’universo virtuale attraverso la presenza del Toy Pad, una pedana su cui appoggiare le nostre minifigure. All’interno del pacchetto base vi saranno infatti tre statuine, di Batman, Gandalf e Wyldstyle, oltre ad una Batmobile. La presenza dei giocattoli sblocca immediatamente la versione digitalizzata degli stessi, permettendo di utilizzare eroi e strumenti del relativo personaggio Lego. La particolare struttura di gestione e acquisto dei protagonisti si unisce, invece, alla classica struttura da gioco d’azione dei TT Games, un’avventura leggera e divertente, in scenari strettamente legati alle produzioni del grande schermo.

La grafica di Lego Dimensions è un delicato cell-shading che ricorda da vicino il mondo da cartone animato, colorato e giocoso in classico stile Lego. La diversità visiva e stilistica passa per le decine di ambientazioni differenti, che riportano in formato videoludico scenari caratteristici già apprezzati al cinema. L’estetica del titolo, inoltre, è arricchita da veicoli e gadget, per soluzioni uniche e senza alcuna regola, come quella che permette di guidare una DeLorean Time Machine con personaggi slegati dal film, o far collaborare i maestri dello Spinjitsu con Wonder Woman.

© Riproduzione riservata





Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Advertisement " >