Batman Vs Jim Gordon, in Superpesante il commissario assume l'eredità dell'uomo pipistrello

Comics / News - 07 February 2016 08:00

Recensione Batman n. 45: Superpesante prima parte; pubblicato in Italia dalla RW Edizioni, scritto da Scott Snyder e disegnato da Greg Capullo

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Batman n. 45, presenta una storia principale nella quale è protagonista il commissario Jim Gordon e tre narrazioni complementari o secondarie che riguardano alcuni personaggi della saga di scena a Gotham.

La trama di Batman Superpesante si sviluppa, temporalmente, a due mesi di distanza dal duello tra l’uomo pipistrello e Joker. La popolazione di Ghotam scruta il cielo cercando con lo sguardo il segnale che indica l’arrivo imminente del loro eroe ma i ghotamiti sembrano essersi ormai rassegnati all’evidenza, Batman è scomparso nel tentativo di salvare la città e la sua popolazione dalla minaccia rappresentata dal virus lanciato da Joker. Per la Powers International che ha rilevato le quote della Wayne Enterprises è arrivato il momento di lanciare un nuovo eroe, un nuovo Batman. Un Batman costruito in laboratorio e fatto di possente armatura guidata da Jim Gordon.

In Detective Comics presente nell'albo, realizzato da Francis Manapul e Brian Uccellato, si sviluppa la narrazione relativa al personaggio di Harvey Bullock, fidato amico di Jim Gordon ma sostenitore dell’avversione verso i vigilanti e quando il suo collega gli riferisce che è destinato a prendere il posto di Batman in Harvey scatta una insospettabile esigenza. Harvey vuole rintracciare il vero Batman ad ogni costo e restituire Jim Gordon alla sua vera vita, quella di poliziotto.

In questo albo, viene riproposto il personaggio di Renee Montoya, presentato per la prima volta agli appassionati dell’uomo pipistrello già dal 1992 in un’animazione, Batman the animated series. Renee tornerà a collaborare con Harvey componendo una task force, non senza la riluttanza di Bullock, con il fine di aiutare il nuovo Batman.

Dick Grayson è il personaggio che viene narrato nelle ultime pagine dello stesso albo, storia realizzata e disegnata da Tom King e Tim Seeley. Si comprende che all’interno della rete di spionaggio Spyral qualcosa sta cambiando e Grayson dovrà dimostrarsi all’altezza della missione.

La storia narrata presenta delle similitudini con quella rappresentata al cinema in The Dark Knight del 2008 per la regia di Christopher Nolan, sebbene in quest’ultima la dipartita di Batman fu voluta, il clima di abbandono che veniva proiettato nel successivo episodio cinematografico dal titolo The Dark Knight Rises del 2012, pare lo stesso, contrariamente la città non è rappresentata come sul grande schermo. Infatti, in The Dark Knight Rises, Ghotam stava vivendo un periodo felice, i ghotamiti erano inconsapevoli della incombente minaccia. Mentre in questo nuovo albo è latente il clima di abbandono e preoccupazione per una città caduta in rovina. L’eroe che dava speranza perché riconosciuto come uno di loro, non si trova più. Jim Gordon è pronto, sebbene perplesso e con uno stato d’animo conflittuale, a prendere il posto di Batman e probabilmente asseconda i suoi superiori anche per proteggere le giovani reclute che erano state selezionate. Interessante è anche la dinamica relativa al rapporto d’amicizia tra Harvey Bullock e Jim Gordon che spinge il primo a rinnegare la sua ostinata avversità verso Batman per compiere segretamente indagini volte a scoprire la verità sulla effettiva o presunta dipartita dell’odiato uomo pipistrello. In questo contesto sarà interessante scoprire, sin dalle prossime pubblicazioni, come evolverà la storia anche a fronte delle molteplici dinamiche narrative offerte e riguardanti i personaggi secondari, compresa, oltre alla riproposta Renee Montoya, anche la compagna e collega di Harvey.

Batman, nella sua pubblicazione a fumetti, assume una progettata e lungimirante qualità, quella di non annoiare mai il lettore. Ha la capacità di rinnovarsi sempre ponendo attenzione all’interazione dei personaggi anche secondari che permettono alla narrazione di svilupparsi con efficacia, in modo diretto e fluido.

© Riproduzione riservata



Focus
img-news.png

Batman

Batman Movie, con Robert PattinsonLeggi tutto

Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon