Festival Internazionale Del Film Di Roma

Cinema / News - 14 October 2009 11:05

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Giovedì 15 di ottobre 2009 si apre ufficialmente il Festival Internazionale del Film di Roma madrina della manifestazione è Margherita Buy. La quarta edizione è inaugurata con il film in concorso, Triage regia del premio Oscar Danis Tanovic che curò la sceneggiatura di Ni?ija zemlija (No Man's Land). Il film, terminato nel 2001, ha vinto l'Oscar per il miglior film in lingua straniera.

I 14 film in concorso sono: After di  After di Alberto Rodriguez, Alza la testa di Alessandro Angelini, Broderskab di Nicolo Donato, Chaque jour est une fête di Dima El-Horr, Dawson Isla 10 di Miguel Littin, L' uomo che verrà di Giorgio Diritti, Les Regrets di Cédric Kahn, Plan B di Marco Berger, Qingnian di Jun Geng, The Last Station di Michael Hoffman, Up in The Air di Jason Reitman, Vision di Margarethe von Trotta e Viola di Mare di Donatella Maiorca.

Di produzione italiana, oltre al film Viola di Mare, ci sono L'uomo che verrà di Giorgio Diritti e Alza la testa di Alessandro Angelini. Giorgio Diritti per interpretare Beniamina ha scelto l'attrice Alba Rohrwacher, fiorentina, diplomata al centro sperimentale, si è fatta notare prima nel film Mio fratello è figlio unico nei panni della sorella di Riccardo Scamarcio e poi come figlia di Albanese e Buy di Giorni e Nuvole. Ha dato una buona prova di se stessa con il film Riprendimi. Sergio Castellitto, nel film di Alessandro Angelini, interpreta un operaio specializzato, Mero. Padre, single, di Lorenzo nato da una relazione con una ragazza albanese, è la sua unica ragione di vita e il sogno dell'uomo è che il ragazzo diventi un campione di boxe, riscattando così la sua anonima carriera da dilettante.

Ad assegnare il Premio Marc'Aurelio d'Oro al miglior film in concorso nell'ambito della Selezione Ufficiale, è la giuria internazionale composta da sette personalità del mondo delle arti e della cultura. Milos Forman (pluripremiato regista ceco di capolavori come Qualcuno volò sul nido del cuculo, Hair, Ragtime, Amadeus e Larry Flint) è il presidente e verrà affiancato da Assia Djebar, Gabriele Muccino, Gae Aulenti, Jean-Loup Dabadie, Pavel Lungin, Senta Berger.

 

Molte sezioni del festival come L'altro cinema i extra, occhio sul mondo, Alice nella città, proiezioni ed eventi speciali, la fabbrica dei progetti, stati generali del cinema, offrono una vasta programmazione che è possibile consultare nel  sito ufficiale: http://www.romacinemafest.it/binary/romacinemafest/romacinemafest2_news_it/Progr_Proiezioni_WEB_021009.pdf?lang=it&fId=93

 

Da segnalare la mostra dei più grandi pensatori e intellettuali del Novecento, Cesare Zavattini. Pronto ad intervenire in prima persona nel dibattito culturale, fu considerato subito uno scrittore fuori da qualunque genere. Il suo umorismo particolarissimo, raffinato, nasce dall'amore per l'Uomo e dalla sua fragilità. La sua prosa molto vicina al Surrealismo, in realtà è indefinibile. La mostra "Cesare Zavattini inedito" è una delle Risonanze del Festival, al MACRO inaugurata il 12 ottobre 2009, rimarrà fino al 10 gennaio 2010.

 

Allora, appuntamento al 23 ottobre per scoprire chi si aggiudicherà Premio Marc'Aurelio d'Oro dell'edizione 2009.

 

 

 

 

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon