The International

Cinema / News - 20 March 2009 16:44

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Girato alla fine del 2007, The International appare profetico rispetto all'attuale panorama di crisi finanziaria, incentrato com'è sulle molteplici malefatte di un immaginario quanto probabile istituto di credito, con sede centrale nel Lussemburgo, dedito al riciclaggio di denaro sporco, al finanziamento di conflitti nel terzo mondo e al controllo della politica mondiale tramite il controllo del debito.
A seguire le indagini sugli illeciti di questa banca c'è l'agente dell'Interpol di New York Louis Salinger, interpretato da un tormentato Clive Owen (Gosford Park - 2001, Closer - 2004, Sin City -2005, Inside Man - 2006, I figli degli uomini - 2006, Elizabeth - The Golden Age - 2007) che, nelle prime sequenze, vede morire un collega nelle strade di Berlino. Da lì non darà tregua al "nemico” inseguendone le tracce per le vie di Lione, di New York, di Milano e di Istanbul con l'aiuto di Eleanor Whitman, assistente del procuratore distrettuale di Manhattan, interpretata da un'anonima Naomi Watts (Mulholland Drive - 2001, The Ring - 2002, 21 grammi - 2003, King Kong - 2005, Il velo dipinto - 2006, Funny Games - 2007, La promessa dell'assassino - 2007). L'intreccio è convincente ed attuale e la regia di Tom Tykwer (Lola Corre - 1998, La principessa e il guerriero - 2000, Profumo- Storia di un assassino - 2006) segue bene e con ritmo incalzante la continua corsa dei personaggi alla ricerca delle prove per incastrare l'istituto di credito lussemburghese in quello che diventa per il protagonista un tentativo di riscatto professionale e quasi di vendetta personale verso un sistema che si rivelerà inattaccabile perché troppo profonde sono le sue ramificazioni. Da manuale risulta la splendida sequenza di sparatorie ed inseguimenti all'interno del Guggenheim di New York (sapientemente ricostruito in Germania), con tanto di visitatori urlanti e suggestivo scrosciare di sangue tra le varie istallazioni video. Interessante la figura del politico italiano Umberto Calvini (interpretato da Luca Barbareschi) nel quale, in quanto imprenditore passato alla politica, molti hanno intravisto Berlusconi, mentre, in riferimento al nome, si è pensato a Roberto Calvi, il banchiere che nell'Italia del terrorismo fu ritrovato sotto il Ponte dei Frati Neri a Londra. Nonostante una confezione elegante alla quale non si possono fare sostanziali critiche, il film è godibile per lo più per i suoi nessi con l'attualità e per il pregio estetico. Ad esso, infatti, manca un po' di anima e non riesce a rimanere troppo impresso.

THE INTERNATIONAL. Regia: Tom Tykwer. Sceneggiatura: Eric Singer. Interpreti: Clive Owen, Naomi Watts, Amin Mueller-Stahl, Brian F. O'Byrne, Ulrich Thomsen, Jack McGee, Luca Calvani, Remy Auberjonois, Luca Barbareschi, Patrick Baladi. Produzione: Lloyd Philips, Charles Roven, Richard Suckle. Distribuzione: Sony. Genere: thriller. Durata: 1h e 58'.

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon