Il Clan dei camorristi: nuova serie tv con Stefano Accorsi

Tv / News - 25 January 2013 06:35

Giustizia e malavita, paura e voglia di rinascita si scontrano in un'estenuante lotta nella serie tv Il Clan dei camorristi prodotta dalla Taodue, creata da Alexis Sweet con un eccellente Stefano Acco

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Dopo il rinvio di due settimane partirà questa sera venerdì 25 gennaio su Canale 5 in prima serata Il Clan dei camorristi, attesa fiction composta da otto puntate con protagonisti Stefano Accorsi e Giuseppe Zeno, diretta da Alexis Sweet (R.I.S. - Delitti imperfetti, Il Capo dei Capi, Intelligence - Servizi & segreti) e prodotta dalla Taodue.

\r\n

Il clan da cui prende il nome la serie TV organizza le sue attività illecite di Castello di Aversa espandendo i proprio tentacoli su tutto il territorio regionale attraverso il settore edilizio. Siamo negli anni '80: il territorio della Campania è flagellato dalle intrusioni della mafia, che sta tentando di farsi strada e arrivare alla conquista del potere. Ma l'ambiente criminale non è coeso e alcuni personaggi minori rischiano di crare spaccature interne. Il boss Don Raffaele Cutolo vede vacillare la propria autorità a causa delle opposizioni di alcuni clan emergenti a da un idea moderna di camorra,  come il giovane ambizioso e spregiudicato O' Malese, che in breve tempo conquista il ruolo di braccio destro di un altro boss della malavita, Antonio Vescia. A frenare l'avanzata della cosca mafiosa dei Casalesi nel territorio campano è il giudice Andrea Esposito che viene trasferito dal Nord con l' intento di contrastare la criminalità organizzata. L'uomo cede nel potere della giustizia e dà inizio a una dura lotta per fermare il dilagare della camorra, fino ad allora in grado di agire indisturbata. Ma il suo coraggio e determinazione non sono ben visti da chi opera nel senso opposto dell'onestà ed Esposito finisce nel mirino dei malavitosi.

\r\n

La fiction è riuscita nel difficile intento di creare un prodotto che racconta i fatti in maniera oggettiva e imparziale, senza attribuire colpe e meriti, non cadendo nella retorica del buonismo, offrendo ai telespettatori l'immagine del martire che tenta di combattere la mafia.

\r\n

Il Clan dei cammoristi dosa in maniera accurata tutti gli ingredienti necessari per creare una fiction dai toni brutali e spietati, proprio come è nella realtà la malavita; ma nello stesso tempo fa trapelare un'altra verità  ossia che esiste anche una maniera per arginare il suo dilagare: combattere per la libertà.

\r\n

La prossima puntata andrà in onda venerdì 31 gennaio.

© Riproduzione riservata





Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Advertisement " >