Demi Moore in rehab - Ce la farà anche questa volta

Cinema / News - 08 February 2012 15:00

Dopo il primo ricovero, Demi Moore si rifugia in un centro di disintossicazione nello Utah grazie alla sollecitudine del suo ex Bruce Willis e delle sue sue figlie.

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

La quarantanovenne attrice e produttrice statunitense Demi Moore, indimenticabile in film come Ghost - Fantasma (1990), Proposta indecente (1993) e Soldato Jane (1997), era stata ricoverata lo scorso 23 gennaio in ospedale a Los Angeles a seguito di una chiamata partita da casa sua al 911 per convulsioni avute a seguito dell'inalazione di una sostanza simile all'incenso. Dopo il ricovero e le prime cure, l'attrice era tornata a casa al riparo da occhi indiscreti, con le sole visite del suo ex Bruce Willis, delle sue tre figlie e del suo ultimo e fedifrago ex marito, l'attore Ashton Kutcher, di 16 anni più giovane, dal quale aveva annunciato il divorzio il 18 novembre 2011.

Fonti molto vicine all'attrice la vorrebbero ora in un centro di disintossicazione nello Utah, la clinica The Cirque Lodge, famosa per avere ospitato in passato altre star come Lindsay Lohan, le gemelle Olsen e l'insospettabile Eva Mendez. Sembra che il ricovero sia dovuto a disordini alimentari e problemi di dipendenza dai farmaci, scaturiti da un periodo di forte stress a seguito dell'ultimo divorzio che le ha comportato mancanza di sonno e appetito con alcune fonti che parlano di una dieta fatta solo di Red Bull, lattuga e un cucchiaio di tonno. Dalle ultime foto l'attrice appare evidentemente deperita e quasi irriconoscibile ed è da tempo che parenti e amici le consigliavano un ricovero, ma pare che alla fine sia valsa a convincerla solo la sollecitudine di Bruce Willis, evidentemente preoccupato per la sua salute.

Purtroppo Demi Moore, al di là delle sue ultime vicende sentimentali, risente di una desolata situazione familiare che ha segnato profondamente la sua infanzia con l'abbandono del padre prima che lei nascesse, una madre e un patrigno in perenne trasloco a causa dei frequenti cambi di impiego di quest'ultimo, un brutto periodo di alcolismo dei genitori e il suicidio del patrigno. A metà anni '80 l'attrice era già finita in un rehab per curare abusi di alcool e droga, uscendone vincitrice, e siamo certi che questa volta farà altrettanto.

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon