Paolo Sorrentino: premio ecumenico per il viaggio interiore

Cinema / News - 22 May 2011 12:46

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Paolo Sorrentino: premio ecumenico per il viaggio interiore. This Must Be The Place, il film di Paolo Sorrentino favorito assiem a quelo di Aki Kaurismaki, Le Havre  ha comunque ottenuto già il premio ecumenico.

La giuria del premio ha motivato l’attribuzione con “Cheyenne, rockstar caduta e dolorosa, Paolo Sorrentino ha seguito il viaggio interiore e l’odissea di un uomo alla ricerca delle sue radici ebraiche, con maturità, senso di riconciliazione e speranza ". Si tratta di un "dramma classico di grande ricchezza e di estetica raffinata (..) affrontando temi seri e profondi".

La menzione è andata anche a Le Havre, in quanto "inno alla speranza, solidarietà, fraternità", e al libanese Nadine Labaki perché ha saputo comporre “una poetica favola in delicato equilibrio tra la commedia e tragedia".

Presieduta da Daniel Grivel - pastore e ora critico cinematografico - la giuria è composta da Gianluca Arnone (critico cinematografico italiano), Françoise Lods (Francia), Martin Bernal Alonso (sacerdote argentino) Mikael Mogren (pastore svedese e dottore in teologia), Christiane Hofmann (Responsabile circoli del cinema francese).

 

© Riproduzione riservata





Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Advertisement " >