Nemico Pubblico: Un Film Incompiuto

Cinema / News - 08 November 2009 08:30

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Da un regista del calibro di Michael Mann (L'ultimo dei Mohicani -1992, Heat - La sfida -1995, Insider - Dietro la verità - 1999) ci si aspetta sempre tanto e, in effetti, da un punto di vista registico si può dire che il film funziona alla grande con un buon dinamismo ottenuto da molte riprese a mano alternate a intensi primi piani che danno allo spettatore l'impressione di essere lì, partecipe dei fatti narrati. Contribuisce a questo realismo anche una fotografia fatta di luce naturale, molto coinvolgente nella scena dell'inseguimento e della sparatoria nel bosco, ed una splendida colonna sonora comprendente musica jazz anni '30. Fatte queste premesse, ciò che fa sì che il film non decolli mai del tutto e che all'uscita dalla sala non rimangano impresse scene particolari è probabilmente una sceneggiatura che non contempla momenti memorabili o particolarmente suggestivi regalandoci sì un bel racconto ma in fondo un po' freddino, in cui il protagonista non viene mai fuori del tutto.

Di John Dillinger, il protagonista, non si viene a sapere nulla a parte le sue gesta da Robin Hood anni '30. Non emergono né il suo passato né le motivazioni più profonde del suo agire. Unici momenti in cui viene fuori l'uomo con i suoi sentimenti sono quelli in cui emerge la sua fedeltà agli amici e alla sua donna. Per quanto riguarda la sceneggiatura, è stata curata in collaborazione con Ronan Bannet e Ann Biderman sulla base di Public Enemies: America's Greatest Crime Wave and the Birth of the FBI, 1933-43, un saggio di Brian Burrough che descrive le attività dell'FBI per reprimere la forte ondata di criminalità portata dalla povertà nel periodo della grande depressione. Da sottolineare l'indiscussa bravura di Johnny Deep (Edward mani di forbice -1990, Chocolat - 2000, Pirati dei Caraibi: La maledizione della prima luna - 2003) nella parte di John Dillinger, del severo Christian Bale (American Psycho - 2000, Il cavaliere oscuro - 2008, Terminator Salvation -2009) nel ruolo del dell'agente Melvin Purvis incaricato dall'FBI di arrestare lui e i suoi compari e di Marion Cotillard (Big Fish - Le storie di una vita incredibile - 2003, Un'ottima annata - 2006, La vie en rose - 2007) in quello della donna di Dillinger, Billie Frechette.

Il film narra le gesta del fuorilegge del Midwest John Dillinger che durante la Grande Depressione rapinava banche, lungo tutto il continente, braccato senza tregua dall'agente speciale Purvis dell'FBI, ed il suo più longevo direttore Hoover, che dichiarò lo stesso Dilinger appunto "Nemico Pubblico n. 1”, fino alla fine del gangster avvenuta al di fuori di un cinema, come vuole la storia.

Negli Usa il film ha avuto un grande successo incassando 41 milioni di dollari in soli cinque giorni, piazzandosi terzo al botteghino americano, dietro "L'era glaciale 3" e "Transformers - La vendetta del Caduto".   

 

PUBLIC ENEMIES -Regia: Michael Mann. Interpreti: Johnny Depp, Christian Bale, Marion Cotillard, Billy Crudup, Stephen Dorff, Stephen Lang, Channing Tatum, Leelee Sobieski, Emilie de Ravin, Giovanni Ribisi, David Wenham, Rory Cochrane, Lili Taylor, Carey Mulligan, John Ortiz, James Russo, Christian Stolte, Jason Clarke, John Judd, Michael Vieau, Wesley Walker, Branka Katic. Genere: Drammatico. Durata: 143 min. Paese: USA 2009. Distribuzione:Universal Pictures. Data di uscita: venerdì 6 novembre 2009.

Si ringrazia il Cinema Cityplex Politeama Lucioli per la collaborazione. http://www.cinemateatrilucioli.it/

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon