'La dieta migliore per la propria salute è eliminare lo zucchero': l'intervista

Daily / Intervista - 04 January 2021 08:30

Mary Claire Haver è la ginecologa che ha creato la Galveston Diet

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

La dieta Galveston è ideata per aiutare le donne in menopausa a raggiungere i loro obiettivi di salute e benessere. È stata inventata  da Mary Claire Haver, ginecologa e professoressa di ostetricia presso  il Texas Medical Center di Houston.


Come è nata l'idea della Dieta Galveston?

Mi sono trovata a barcamenarmi per bilanciare il lavoro - essendo un medico ginecologo a tempo pieno – insegnare ai residenti e crescere le mie due figlie- Quando ho compiuto 40 anni è diventato sempre più difficile tenere sotto controllo il mio peso. Potevo farlo aggiungendo più attività cardio alla mia routine di allenamento e tenendo sotto controllo la mia dieta, ma quando sono arrivata alla fine dei 40 anni, la lotta che consideravo minore ha iniziato a trasformarsi in una battaglia.

Poi sono successe due cose nella mia vita: ho iniziato a subire i cambiamenti associati alla menopausa e mio fratello è morto. Attraverso il mio processo di lutto, ho guadagnato circa 6,8 chili. Durante il periodo del mio dolore, ho smesso di allenarmi e di prestare attenzione a ciò che mangiavo. Mi sono riempita di carboidrati complessi e bicchieri di vino notturni per mesi.

Una volta che mi sono sentita meglio e mi sono resa conto di ciò che avevo fatto, ho deciso di rimettermi in forma. Ho fatto quello che consigliavo a tutti alla mia età: mangiavo di meno, e mi esercitavo di più, e mangiavo di meno, e mi esercitavo di meno, e mangiavo di meno e mi esercitavo di più, e perdevo mezzo chilo o uno. E questo è tutto. Ero arrabbiata e frustrata e morivo di fame e non vedevo risultati a lungo termine.

Mi sentivo malissimo per me stessa e per le migliaia di donne a cui avevo consigliato di aumentare di peso in questa fase della vita. Anni passati a dire ai miei oltre 40 pazienti di fare più esercizio fisico e di mangiare meno non hanno funzionato per loro - e certamente non hanno funzionato neanche per me!

Ero determinata a non lasciarmi abbattere da questo. Come scienziato, sapevo che le risposte erano là fuori; dovevo solo trovarle. Così ho preso i libri e ho iniziato a fare ricerche su articoli di nutrizione e riviste mediche alla ricerca di studi fatti sulle donne alla fine dei loro anni riproduttivi. Mi ha scioccato vedere quante poche ricerche siano state fatte specificamente su questo gruppo speciale di donne.

Ho scoperto delle informazioni incredibili che riguardavano in maniera specifica l'uso della nutrizione per abbassare i livelli di infiammazione, e come la perdita di peso sembri essere un "effetto collaterale" di questa tecnica. Ho anche scoperto un'affascinante ricerca fatta sul digiuno intermittente e i suoi benefici per la salute , compresi i miglioramenti nelle malattie neurodegenerative, una migliore funzione cognitiva e, sì, la perdita di peso. Ho finalmente esaminato le ricerche fatte sul miglioramento della capacità del nostro corpo di bruciare i grassi attraverso una migliore nutrizione.

È stato allora che ho iniziato ad eccitarmi! La restrizione calorica non era l'unica risposta. Forse ciò che stiamo mettendo nel nostro corpo e quando lo facciamo è stato come o addirittura più importante di un rigoroso conteggio delle calorie. Forse se mettessi tutti e tre questi concetti insieme, potrebbero funzionare in modo sinergico per una migliore salute e per mantenere il peso ottimale (continua a leggere).

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon