Heavy Rain e Absolver: i giochi PlayStation Plus di luglio

Games / Editoriali - 02 July 2018 11:00

I videogiochi in regalo agli abbonati del PlayStation Plus di luglio

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Il mese di luglio per gli abbonati al servizio PlayStation Plus di PS4 permette di scaricare gratuitamente Heavy Rain, avventura thriller dei Quantic Dream, e Absolver, un originale picchiaduro online di Devolver Digital. 

Sony PlayStation
Gli ultimi mesi hanno visto un ricco portfolio di giochi di David Cage su PS4, con Beyond: Due Anime inserito nella Game Collection due mesi fa, l’arrivo nei negozi di Detroit: Become Human e a luglio Heavy Rain in regalo. Il thriller noir uscito originariamente su PS3 è ancora oggi un gioco estremamente affascinante, capace di intrattenere grazie ad una storia ben orchestrata e intrigante, al netto di alcune lacune di sceneggiatura. La storia viene narrata attraverso l’alternanza di tre personaggi principali: Ethan Mars, padre che ha perso suo figlio minore, la giornalista Madison Paige e Norman Jayden, criminologo dell’FBI. La scomparsa del piccolo Shaun, l’altro figlio di Ethan, innesca una sequela di eventi che portano sulle tracce del Killer degli Origami, un assassino che rapisce bambini sotto i 13 anni, ritrovati pochi giorni dopo senza vita. La struttura da avventura Quantic Dream ricalca le scelte multiple durante i dialoghi e le azioni, che hanno conseguenze sullo sviluppo narrativo e sui diversi finali. L’indole investigativa del titolo propone un gameplay interessante seppur semplificato, con la pressione dei tasti al momento giusto (quick time event) e indagini che cercano di gettare luce sul serial killer che terrorizza la città. 

Absolver rappresenta un interessante e unico esperimento, un titolo always online governato dal silenzio assoluto, dove gli unici rumori sono quelli dei colpi portati a segno. La meccanica da picchiaduro action ci mette contro altri giocatori umani e controllata dall’intelligenza artificiale, scegliendo fra tre differenti stili di combattimento. Lo stile grafico semplice e dai contorni pastello si unisce ad un gameplay sorprendentemente profondo e tecnico: accanto alle mosse base, il gioco viscera un combat system che prevede diverse abilità da affinare, che vanno dalla postura, ritmi di attacco e parate, con differenti strategie di offesa e difesa. Le tecniche possono essere acquisite andando avanti negli incontri, con alcune mosse che possono essere “copiate” parando i colpi degli avversari, fino a quando un indicatore non ci segnerà di averla imparata. La progressione all’interno del mondo di gioco permette di trovare oggetti dai nemici abbattuti, con una sistema di personalizzazione che va a modificare diverse caratteristiche, tra armi e perk. Salire di livello e avere un approccio cauto rappresenta la linfa vitale del gioco, ostico e spesso poco gentile con il giocatore, con dungeon e livelli particolarmente complessi e labirintici. Le meccaniche da gioco cooperativo, dove collaborare per abbattere un boss particolarmente duro, si compenetrano a dinamiche da PvP, dove un compagno di avventura può all’improvviso tramutarsi in nemico, divenendo in tal modo ostile.

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon