The Odyssey, le imprese di Jacques Cousteau disponibile in VOD

Cinema / Recensione - 07 March 2018 09:55

L'Odissea (The Odyssey) di Jerome Salle: il ritratto di un mito.

image
  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

L'Odissea (The Odyssey) è il biopic su Jacques-Yves Cousteau, l'uomo che esplorò i fondali degli oceani raccontando all'umanità le meraviglie di un mondo sommerso.
Dagli Anni Sessanta in poi, le sue imprese lo consacrano una leggenda vivente.

The Odyssey

Il film introduce un ambizioso Cousteau (Lambert Wilson), sposato con Simone Melchior (Audrey Taoutou) e padre di due figli, Jean- Michel e Philippe. La routine famigliare è spensierata, tra immersioni diurne e notti estive a interrogare le stelle.
 Grazie alle sue invenzioni, tra cui l'Aqua-lung, e lo spirito di intraprendenza, Jacques Cousteau prende in affitto la Calypso, al prezzo simbolico di un franco all'anno. Dopo la Seconda guerra mondiale, l'ex dragamine è stata riciclata come traghetto che fa la spola tra Malta e Gozo. L'imbarcazione è destinata a diventare altrettanto celebre: sarà, infatti, il laboratorio galleggiante di Cousteau. E sarà, soprattutto, la casa della moglie Simone, un'esistenza trascorsa in mare. È lei il vero Capitano della Calypso, rispettata e amata dal fedele equipaggio, gli “acquanauti” di Cousteau.

The Odyssey è disponibile in streaming e download da gennaio. La critica statunitense ha accolto bene il film di Jerome Salle. Alcune critiche negative hanno puntato il dito contro un budget ingiustificato, stimato intorno ai venti milioni di dollari, per un prodotto convenzionale.
Invece, l'opera ha il merito di far riflettere sull'opportunità di scegliersi la vita. Le immagini girate sui fondali degli oceani sono spettacolari. La sequenza che vede Philippe (Pierre Niney) filmare gli squali, mentre si fanno branco intorno a lui è da brividi.

Dietro il luccichio dell'uomo brillante, ambizioso e al centro della ribalta, Jacques Cousteau ha un lato umano, tutt'altro che impeccabile. Non lascerebbe mai Simone, ma la tradisce con frequenza. Anche il rapporto con i figli non è idilliaco. È un padre assente, interessato a ideare nuovi progetti, costantemente occupato a convincere gli sponsor. Il mondo lo applaude, la famiglia soffre.

Philippe ammira il padre. Ha talento per la regia e collaborerà con lui alla realizzazione di diversi documentari. Il matrimonio con Janice Sullivan, modella conosciuta a New York, e la comprensione di un ecosistema inquinato, lo allontanano dalla Calypso.
Tornerà per un'ultima, incredibile, avventura in Antartide, prima di morire a 38 anni. La tragica sorte delle balene apre gli occhi all'esploratore senior: padre e figlio si impegnano a denunciare le conseguenze di un progresso a discapito della salute del pianeta.
La perdita di Philippe getterà nello sconforto la famiglia Cousteau.

L'Odissea è tratto da Capitaine de la Calypso: L'Odyssée, libro scritto da Albert Falco e Yves Paccalet, pubblicato nel 1990.

© Riproduzione riservata





Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Advertisement " >