Savage Dragon 243 il nuovo fumetto della serie più longeva della Image comics

Comics / Recensione - 11 April 2019 16:00

Savage Dragon è uscito ieri 10 aprile il numero 243 di questa serie regolare

  • CONDIVIDI SU
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon

Storia del fumetto Savage Dragon

Savage Dragon è un fumetto pubblicato per la prima volta nel 1993 dalla Image Comics, mentre in Italia ha fatto la sua prima apparizione l’anno successivo grazie alla Star Comics. L’ideatore e disegnatore dell’intera serie è Erik Larsen. Lui stesso ha dichiarato di aver pensato a questo personaggio quando ancora andava a scuola, poi con il tempo la sua immaginazione è diventata realtà, prima con un’autoproduzione, poi grazie alla Image, di cui è cofondatore, una serie regolare che dura ancora oggi. 


Savage Dragon

Il protagonista principale della serie

Il protagonista principale di questo comic è Dragon, l’imperatore di una razza nomade aliena che ha vagato per migliaia di anni nell’universo. Il suo obiettivo era quello di trovare un pianeta dove poter vivere. Dopo aver scoperto la Terra decide di attaccare gli umani e di sterminarli, ma viene preso da due scienziati Rech e Weiko che gli provocano un danno cerebrale e gli cancellano la memoria. Da quel momento il suo popolo decide di spedirlo a vivere da solo sulla terra.   



Savege Dragon 243

In questo nuovo numero vediamo la piccola Amy andare alla sua prima festa di compleanno ed è molto emozionata nel conoscere Anita, la festeggiata, con cui farà amicizia fin da subito. Purtroppo per la piccola Amy la situazione diventa pericolosa fin da subito e sarà costretta ad affrontare il cattivo della situazione. Ma non si farà mettere i piedi in testa e sarà in grado di combatterlo tutto da sola, anche se il suo amato vestitino ne dovrà subire le conseguenze.  

Questo nuovo fumetto, così come tutta la serie, è scritto e disegnato da Erik Larsen. È interamente a colori e conta un totale di 32 pagine. Nella copertina di questo numero vediamo la piccola Amy che con un pugno mette fuori gioco il cattivo della storia, ed è proprio questo l’argomento principale del fumetto. Un albo pieno di combattimenti e di colpi di scena che si conclude con un lieto fine per tutti. Una storia semplice, dai toni pastello, che riesce a trasportare per qualche minuto il lettore fuori dal proprio mondo.  

© Riproduzione riservata



Seguici su

  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon
  • icon